ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Schede di Pediatria per Famiglie

per la salute del tuo bambino

Visite di controllo consigliate dai due anni in poi

Il ruolo del Pediatra comprende, insieme all'assistenza in caso di malattia, anche la valutazione della crescita, la prevenzione, il bilancio di salute alle diverse età. Le visite di controllo.

Il ruolo del Pediatra comprende, insieme all’assistenza in caso di malattia, anche la valutazione della crescita, la prevenzione, il bilancio di salute alle diverse età. E' di fondamentale importanza, infatti, il concetto che il bambino ha un organismo in crescita e quindi in evoluzione e cambiamento continuo; per questo motivo è necessario seguirlo regolarmente nel corso degli anni (anche in assenza di particolari problemi di salute).

Dai 2 anni in avanti si raccomanda di effettuare almeno un controllo all’anno. In occasione di questi controlli verrà eseguito un bilancio di salute generale insieme ad alcune valutazioni particolari di problemi tipici di ciascuna età. Un buon metodo per non saltare i controlli può essere quello di programmarli per il mese del compleanno del bambino.

BILANCIO DI SALUTE GENERALE per tutta l’età pediatrica: visita completa e valutazione generale dello stato di salute; valutazione dell’accrescimento; valutazione dello sviluppo neuromotorio e psicologico; bilancio alimentare (adeguato apporto sia per quantità che per varietà).

VALUTAZIONI SPECIFICHE ad età particolari:

Dai 2 ai 3 anni: valutazione dentatura decidua e valutazione dento-maxillo-facciale; valutazione del linguaggio; controllo della deambulazione; valutazione relazione adulti-bambino; scambio informativo su educazione alimentare, elementi di igiene orale, gioco, prevenzione incidenti, controllo sfinteri; controllo ciclo vaccinale; esecuzione test strumentale di rilevazione precoce dell’ambliopia.

Dai 3 ai 5 anni: valutazione della frequenza di episodi infettivi delle prime vie aeree e della patologia correlata (otiti, sinusiti, disturbi dell’udito, ipertrofia delle adenoidi).

Dai 5 ai 6 anni: controllo auxologico (peso, altezza, body mass index); esame obiettivo generale (apparato cardiocircolatorio e respiratorio, genitali, colonna vertebrale, igiene orale ed occlusione, otoscopia); misurazione della pressione arteriosa; valutazione linguaggio; valutazione relazione adulti-bambino; scambio informativo educazione alimentare, elementi di igiene orale, gioco, prevenzione incidenti; informazione e promozione del tine-test; controllo scheda vaccinale; esecuzione test acuità visiva mediante ottotipo.

Dai 6 ai 10 anni: rendimento scolastico e rapporto con i compagni; attività sportiva. Dagli 8 ai 14 anni: valutazione ortopedica podologica degli arti inferiori, della colonna vertebrale (per scoliosi, cifosi o lordosi); periodica valutazione della vista. Dopo i 10 anni: valutazione dello sviluppo puberale; richiamo vaccinazione morbillo-rosolia-parotite.

1/8/1997

1/8/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Visite di controllo consigliate dai due anni in poi"

Visite di controllo nei neonati
La valutazione della crescita nei neonati: quando fare le visite di controllo dal Pediatra.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

I grassi animali sono preziosi nella dieta dei bambini
In realtà i grassi hanno importanti proprietà nutrizionali e nell'alimentazione umana ricoprono un ruolo strutturale e metabolico di primaria importanza.
Il ruolo della carne nella crescita del bambino
La carne (bovina, suina, ovina e avicola) è un alimento essenziale nella dieta di un bambino.
Che cosa mangiare a merenda?
Le “merendine”, oltre a contenere molti grassi idrogenati, sono troppo ricche di zuccheri a rapido assorbimento.
La carne e i salumi sono alimenti essenziali per i bambini che fanno sport
I ragazzi sportivi hanno bisogno di una dieta sana ed equilibrata, con le calorie e le sostanze nutritizie necessarie allo sforzo
Come si producono il prosciutto crudo e gli altri salumi stagionati
Come vengono prodotti i salumi, alimenti importanti della nostra tradizione e costituenti validi di una alimentazione sana.

Quiz della settimana

Quale deficit può essere provocato da una carenza di carne nella dieta di un bambino?
Ferro
Aminoacidi
Vitamina B12
Tutte le risposte sono corrette