consigli per non perdere i bambini

I posti affollati sono a rischio: i bambini possono perdersi. Quali precauzioni prendere? I nostri figli saprebbero cosa fare se si perdessero? Ecco alcune idee:

Prima di uscire di casa scrivete sempre un biglietto con i recapiti telefonici da mettere in tasca del bambino, sarete molto più tranquilli sapendo di avere la possibilità di essere chiamate.

Assicurarsi di non distogliere lo sguardo quando si  è nei parcheggi affollati.

Andare in bagno accompagnando sempre i bambini (supermercati e centri commerciali)

Insegnare al bambino a chi rivolgersi per farvi telefonare: un bagnino, un vigile, un negoziante, genitori con altri bambini.

Insegnare come orientarsi per ritrovare la strada, senza andare nel panico, per strada fermarsi quando ci si accorge si essersi persi.
Nei centri commerciali dare dei riferimenti chiari, cercare dei dettagli che il piccolo si possa ricordare come un negozio di giocattoli, un punto divertente e chiedete di fermarsi in quel punto dove voi lo raggiungerete.

Nel caso vi troviate con più bambini in un posto affollato come una fiera, un mercato, o quant’altro, potete dare ai bimbi una sciarpa o un pareo al quale attaccarsi per formare un trenino, trasformando la situazione in un gioco allegro
Se il bambino è dà solo, potete fare il gioco “agganciamento automatico” per tenerlo legato a voi.

Altro su: "Consigli per non perdere i bambini in luoghi nuovi o affollati"

Dita accavallate
Mio figlio di sette mesi ha il secondo dito del piede quasi del tutto accavallato sul terzo. Come si può risolvere questo problema?
Allergia alle muffe
Che cosa sono le muffe, dove si trovano e come comportarsi quando si è allergici alle muffe.
Alimentazione nel secondo-terzo anno
Per i bambini di tutte le età è importante variare l'alimentazione. Ecco i nostri schemi per il secondo-terzo anno di età.
La tosse
Non presenta alcun sintomo di raffreddore, ma quando dorme, fa due e tre colpi di tosse. Quale può essere la causa?
Fuoco di Sant'Antonio
Il "fuoco di Sant'Antonio" (o "Zoster", in termini più tecnici) altro non è che una manifestazione a distanza della varicella.
Televisione e cartoni animati per i bambini
La televisione non deve diventare la "baby-sitter" automatica per parcheggiare il bimbo o per sedare stati di agitazione. Un consiglio per un uso corretto.