corredino del neonato in ospedaleLa valigia per il parto è una delle cose da preparare per tempo. Poiché è del tutto normale che il parto si verifichi con una o due settimane di anticipo, circa venti giorni prima della data prevista sarà bene preparare la valigia da portare in ospedale per non essere colte di sorpresa dall’inizio del travaglio. Normalmente la degenza durerà  due giorni (quattro giorni in caso di taglio cesareo) e la valigia dovrà contenere il necessario per sé e il corredino per il neonato.

Ogni ospedale ha le sue regole, ma in linea di massima per la mamma serviranno :

  • 3 camicie da notte per la degenza aperte sul davanti
  • 1 vestaglia
  • reggiseni per l’allattamento
  • 1 guaina
  • asciugamani
  • coppette assorbenti paralatte
  • biancheria intima (mutande a rete usa e getta o di cotone)
  • assorbenti igienici
  • fazzoletti
  • tovaglioli
  • dischetti per la pulizia del seno
  • prodotti per l'igiene personale (spazzolino da denti, dentifricio)
  • ciabatte comode (in plastica per il travaglio ed il parto in acqua).

Per il bambino sarà utile chiedere l’elenco di ciò che richiede l’ospedale (di solito sono forniti pannolini e fasciature):

per i nati da ottobre a maggio

  • 4 magliette intime o body mezza manica di lana e cotone sulla pelle oppure cotone felpato
  • 4 tutine con i piedini oppure coprifasce e ghettine con piedini
  • copertina per culla in stanza
  • 4 calzini
  • cappellino

per i nati da giugno a settembre

  • 4 magliette intime o body di cotone
  • 4 tutine di cotone leggero manica lunga con piedini oppure coprifasce manica lunga e ghettine con piedini
  • copertina di cotone per culla in stanza.


     

 

Altro su: "Il corredino del neonato: in ospedale"

Infezione da streptococco durante il parto
L'infezione da streptococco beta emolitico di gruppo B è una causa importante di malattia neonatale di tipo batterico.
Il libro Bambini nel tempo di Ian McEwan
Un libro che parla dell'incessante dialettica fra l'adulto e il bambino che vivono in ognuno di noi: "Bambini nel tempo" di Ian McEwanci.
La donna dopo il parto
Il brusco cambiamento avvenuto dopo il parto porta l'organismo ad una serie di complesse modificazioni.
Le fasi del parto
Il parto vero e proprio viene convenzionalmente suddiviso in tre fasi: il periodo espulsivo, la nascita, il secondamento.
Ventosa "soft" per il parto
La ventosa "soft" riguarda il 5-10% delle nascite per via vaginale e rende il parto più sicuro e meno traumatico sia per la mamma che per il bambino.
Rischi del parto cesareo
Ho già subito un parto cesareo. Esistono dei rischi reali di cedimento della precedente ferita in caso di travaglio? I consigli del ginecologo.