La produzione del latte materno ha inizio già dal 5° mese di gravidanza quando la placenta inizia a produrre un nuovo ormone, detto lattogeno placentare. Circolando attraverso la placenta questo raggiunge la madre e attiva la funzione produttiva del latte.

Il liquido denso e viscoso che gli ultimi mesi comincia a stillare dal seno, è il colostro, che sarà il primo pasto del bimbo: è un alimento indispensabile e adatto alle esigenze del bambino. Ha un valore nutritivo altissimo e contiene gli anticorpi della mamma che difendono il neonato dalle infezioni.

Per prepararsi ad allattare è bene, nelle ultime settimane,  prestare particolare attenzione ai capezzoli: se ben sporgenti, devono essere tenuti ben puliti, se poco sporgenti o piatti, è utile stimolarli quotidianamente tirandoli leggermente per far loro assumere la forma corretta. Per evitare che si formino ragadi, si possono applicare creme specifiche o olio di mandorle.

 

Altro su: "Prepararsi ad allattare"

Allattamento al seno: quali vantaggi?
L'allattamento al seno rappresenta in assoluto il miglior tipo di alimentazione per il bambino nei suoi primi mesi di vita.
Allattamento ogni due ore
L'allattamento ogni due ore: c'è un metodo per regolarizzare il suo appetito? Cosa consiglia il pediatra.
Allattamento al seno: come interrompere?
Non offrendo più il seno al bimbo, viene gradualmente a mancare lo stimolo prodotto dalla suzione. Di conseguenza la produzione lattea va scemando gradualmente.
Allattamento al seno: la mamma che allatta
L'allattamento al seno è bello e utile, ma come fare? I nostri consigli alla mamma che allatta un neonato.
Allattamento al seno dopo i sei mesi
Come cambia la composizione del latte materno nei primi 12 mesi? Un aiuto alla mamma che allatta.
Integrazione del latte materno
Dopo il 6° mese è opportuno provare ad integrare il latte materno introducendo alimenti diversi dal latte.