Siamo Patrizia e Andrea, freschi genitori di Diana. Cerchiamo notizie sulla dieta della neo-mamma che allatta.

Considerando che una donna adulta di corporatura media abbisogna di una dieta giornaliera di circa 2100 - 2200 calorie al giorno, durante il periodo dell'allattamento necessita di un apporto ulteriore di circa 200 calorie di cibi altamente proteici. La dieta della mamma durante l'allattamento al seno deve essere ben bilanciata con presenza equilibrata di tutti i nutrienti: lipidi, proteine e glucidi. L'apporto vitaminico deve trovare riscontro nell'abbondante uso di frutta e soprattutto verdura. Qualunque cibo può essere assunto in quantità ragionevole, evitando forse il "troppo dolce, troppo grasso, troppo fritto, troppo speziato".

Quale cibo è preferibile evitare: facile, nessuno! Non ci sono, infatti, divieti sui cibi che può mangiare la mamma che allatta. Certo, alcuni cibi daranno odore al latte (pensiamo all'aglio o agli asparagi o ai peperoni), ma ciò non rappresenta un valido motivo per escluderli.

Altro su: "Allattamento al seno: quale alimentazione deve seguire la mamma che allatta"

Quante poppate al giorno con l'allattamento al seno?
Otto poppate al giorno sono normali per il neonato allattato al seno. Il ritmo delle poppate al seno può subire ampie variazioni.
Farmaci e allattamento
E' sempre consigliabile consultare il proprio medico se si ha bisogno di farmaci durante l'allattamento.
Conservazione del latte materno
Consigli dei pediatri sulla conservazione del latte materno, a temperatura ambiente o nel congelatore. Come riscaldare il latte materno.
Integrazione del latte materno
Dopo il 6° mese è opportuno provare ad integrare il latte materno introducendo alimenti diversi dal latte.
Può allattare una portatrice sana di epatite B?
L'allattamento al seno non è controindicato se la mamma è una portatrice sano di epatite B.
Allattamento al seno: sangue nel rigurgito
La presenza di sangue nel rigurgito di un neonato durante l'allattamento al seno quasi sempre deriva da ragadi o da escoriazioni del seno materno.