Desidererei sapere quanto deve mangiare al giorno una neonata di 42 giorni alimentata con latte materno.

La risposta giusta è: "abbastanza per crescere bene". Non si senta deriso: in realtà, è proprio difficile dare valori buoni per tutti i bambini. La cosa migliore da fare è verificare la crescita settimanale della neonata, pesandola ogni 7 giorni in condizioni standard (prima del pasto, vestita sempre allo stesso modo, con pannolino asciutto, alla stessa ora).

Se cresce bene (diciamo, circa 200 gr. alla settimana), allora vuol dire due cose:

  • che sta bene
  • che mangia abbastanza.

Se non cresce, allora occorre indagare meglio sulle quantità di latte e sullo stato di salute generale. Qui, come approfondimento per una crescita scarsa, oltre ovviamente ad una visita pediatrica e ad un esame delle urine, può essere consigliabile la doppia pesata (prima e dopo il pasto), per verificare le quantità effettivamente assunte. In un lattante che cresce normalmente, invece, non la consigliamo: le informazioni che ne ricaverebbe sono modeste e il rischio di esaurimento per la mamma è alto.

Altro su: "Allattamento al seno: quanto latte deve mangiare dalla mamma?"

Si può allattare in gravidanza?
Non esiste prova che l'allattamento in gravidanza comporti pericoli per la madre o per il feto.
Allattamento al seno: è nutriente il mio latte?
Uno dei timori più diffusi nelle mamme durante l'allattamento al seno è di sapere se il proprio latte sia più o meno nutriente.
Allattamento al seno: mangia abbastanza latte?
Con l'allattamento al seno quanto latte deve mangiare un neonato? Mi sembra che la poppata duri meno di prima.
Quanti pasti deve fare un neonato?
Il numero dei pasti di un neonato è relativamente poco importante, purché la quantità di latte ingerito nella giornata sia normale.
Allattamento al seno: quale alimentazione deve seguire la mamma
Durante l'allattamento al seno, la mamma deve seguire una alimentazione ben bilanciata con presenza equilibrata di tutti i nutrienti.
Allattamento e miopia
Allattamento è consentito anche in caso di forte miopia. Il parere dell'oculista.