L'esperto risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Sport in gravidanza

Alcuni sport vanno evitati in gravidanza, ma ci sono attività fisiche ideali per la donna incinta. E' necessario modificare le proprie abitudini durante la gravidanza.

a cura di: Dott.ssa Donatella Bresciani (ginecologa), Prof. Silvano Zaglio (specialista in ostetricia e ginecologia - andrologia)

Con il procedere della gravidanza, la donna che ha fatto sport regolarmente si troverà avvantaggiata: avrà i muscoli tonici e le articolazioni più flessibili e potrà continuare a praticare i propri sport preferiti, se non pesanti o violenti e purchè il medico sia d’accordo. In ogni caso sara’ bene modificare le proprie abitubini, basandosi su alcune regole: 

  • la muscolatura sotto sforzo intenso richiede molto ossigeno, con il rischio di lasciarne meno a disposizione del bambino. Quindi niente sport che richiedono attività troppo impegnative
  • la muscolatura soggetta a sforzo prolungato accumula acido lattico, rendendo particolarmente gravoso il lavoro dei reni. Quindi niente sport che richiedono fatiche protratte nel tempo
  • la pancia voluminosa cambia gli equilibri del corpo, rende più incerte e fa fare movimenti sbagliati. Quindi niente sport che richiedono molta destrezza, equilibrio e coordinamento nei movimenti.
  • Il peso aumentato rende le articolazioni un po’ meno salde. Quindi niente sport  che rende le articolazioni un po’ meno salde. Quindi niente sport che comportano forti rischi di storte o slogature.

Queste limitazioni non devono indurre a pensare che durante la gravidanza  fare attività sportiva sia sconsigliabile.
E’ anzi vero il contrario, purchè ognuna sia in grado di valutare bene se stessa. Naturalmente alcuni sport vanno evitati (tuffi, sci, equitazione, motocicletta, tennis, immersioni, arti marziali), mentre ci sono attività ideali per la donna incinta e cioè nuotare e camminare.
Ma con un po’ di giudizio si possono fare tante altre cose: andare in bicicletta, fare ginnastica, fare sci da fondo, ballare. In tutti questi casi, val la pena di applicare una piccola autoregolazione: quando manca il respiro, fermarsi a riposare; se fa troppo freddo, sospendere l’attivita’ sportiva; bere molta acqua, soprattutto se si suda.

Altro su: "Sport in gravidanza"

Crampi in gravidanza
I crampi sono un disturbo frequente nel terzo trimestre di gravidanza. In genere sono interessati i piedi e i polpacci quasi sempre durante la notte.
Gravidanza extrauterina
La gravidanza extrauterina rappresenta una delle complicanze più gravi che possono compromettere lo sviluppo dell'embrione. Come riconoscere i sintomi.
Sieropositività
Sieropositività genericamente significa avere incontrato un virus e avere sviluppato anticorpi.
La quinta settimana di gravidanza
Se non hai ancora fatto un test di gravidanza, questo è il momento per confermare di essere incinta. Scopri cosa succede dentro di te.
Lo stretching è adatto ai bambini?
Lo stretching in età pediatrica e pre-puberale va iniziato, nel rispetto dell'idea ludica della motricità.
Quale sport per farlo socializzare?
L'occasione "sport" per un bambino diventa un insostituibile strumento di crescita che gli consentirà di esplorare e realizzare i suoi bisogni interiori.