Sono il padre di un bambino di 14 mesi a cui è stata diagnosticata una epilessia con sindrome di West. Gradirei conoscere le cause e le cure possibili.

La sindrome di West costituisce oltre la metà delle epilessie del primo anno di vita ed esordisce in genere tra i 4 e i 7 mesi di vita. È caratterizzata dalla triade: spasmi in flessione (più raramente in estensione, con frequenza pluriquotidiana), grave perturbazione dell'elettroencefalogramma (ipsaritmia) e deterioramento neuropsichico con grave regressione psicomotoria.

Gli spasmi più caratteristici sono costituiti dal cosiddetto tic di Salaam (cioè da una flessione brusca del capo e dei quattro arti, con irrigidimento del tronco, che riproduce il classico saluto mussulmano), spesso della durata di pochi secondi; si presentano qualche volta isolati, altre volte in sequenza di dieci e più e possono ripetersi anche centinaia di volte in una giornata.

Gli episodi sono più frequenti al risveglio o durante i pasti o al momento di addormentarsi, mentre avvengono raramente durante il sonno. La regressione psicomotoria è preceduta da un periodo di apatia (spesso coincidente con l'inizio degli spasmi) e si segnala con la perdita, che va accentuandosi con il passare del tempo, delle acquisizioni statiche e della coordinazione motoria. Si riconoscono due forme di sindrome di West.

La forma primitiva si manifesta in bambini fino in quel momento neurologicamente normali e può avere prognosi favorevole, se trattata molto precocemente con l'ormone adrenocorticotropo (ACTH). La forma secondaria, detta anche sintomatica, compare in bambini con malformazioni cerebrali, malattie metaboliche, infezioni cerebrali, cerebropatie di origine perinatale: ha un evoluzione che è sempre sfavorevole per quanto riguarda lo sviluppo psicomotorio.

Il trattamento con ACTH per via intramuscolare fa scomparire rapidamente gli spasmi nella maggior parte delle forme primitive e anche in molte forme secondarie (anche se in queste ultime si verificano frequenti recidive).

Altro su: "Sindrome di West"

Tic nervosi
I tic nervosi compaiono dopo i 6-7 anni di età e la loro evoluzione è molto variabile: possono apparire e scomparire spontaneamente.
Il piccolo male
Il piccolo male è una forma di epilessia relativamente rara.
I tic
I tic sono gesti involontari ripetuti. Normalmente sono caratterizzati da rapide scosse muscolari, dette spasmi.
Atassia cerebellare dopo varicella
Sebbene raramente, la varicella può complicarsi a livello neurologico con meningoencefalite o atassia cerebellare.
Spasmi affettivi: crisi che sembrano convulsioni
Gli spasmi affettivi sono movimenti di irrigidimento del bambino scatenati spesso da dolori acuti o varie frustrazioni, che sembrano convulsioni o capricci.
Emorragia cerebrale
Come accelerare il recupero motorio di mia figlia che è nata prematura e a cui è stata diagnosticata una emorragia cerebrale? Il parere del neuropsichiatra.