Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Cisti sinoviali

Come e perché si formano le cisti sinoviali? Sono effettivamente innocue?

a cura di: Dott. Gianpaolo Olappi (ortopedico pediatra)

Circa un mese fa mi sono accorta che la mia bambina di 7 anni aveva un rigonfiamento sul dorso del piede destro. Il pediatra che l'ha visitata ha prescritto un'ecografia perché sospettava una cisti tendinea. Il risultato dell'ecografia è stato il seguente: "Lo studio ecografico del piede destro, valutato comparativamente, fa rilevare, in corrispondenza della tumefazione palpabile, lesione anecogena di 15x11 mm. all'altezza dell'articolazione tibio-astragalica che appare avere rapporti di continuità con la sottostante cavità articolare. La lesione è adagiata sul margine infero-esterno del tendine tibiale anteriore il quale non fa rilevare alterazioni di morfologia e struttura. Il reperto è da riferire verosimilmente a cisti sinoviale (ganglio artrogeno)." A parte l'estrema tecnicità del referto, a quanto ho capito non è niente di cui preoccuparsi. Anche la dottoressa che ha eseguito l'ecografia ha detto che può essere tranquillamente lasciata fare, a meno che non cominci a fare male o ad infiammarsi. Quello che vorrei sapere è questo: come e perché si formano queste cisti? (noi non ricordiamo distorsioni o lesioni dolorose riferite dalla bambina). Sono effettivamente innocue?.

Le cisti sinoviali sono di frequente riscontro nella pratica quotidiana ambulatoriale e si evidenziano soprattutto a livello del polso, del ginocchio (cavo popliteo) e del dorso del piede. Si presentano come tumefazioni arrotondate di grandezza variabile dal pisello alla noce e di consistenza dura-elastica, generalmente non dolenti alla palpazione, la cui parete è simile al tessuto sinoviale che riveste le articolazioni e le guaine tendinee, e sono ripiene di liquido muco-gelatinoso. Compaiono in vicinanza di un tendine o di un'articolazione (come nel caso in questione) e spesso presentano un peduncolo di comunicazione con l'articolazione stessa.

La causa è sconosciuta, anche se spesso le cisti vengono messe in relazione a traumi recenti o a microtraumi ripetuti nel tempo (nel nostro caso il microtrauma potrebbe essere rappresentato dallo sfregamento della scarpa sul dorso del piede). Alcune volte diminuiscono di volume spontaneamente per poi ricomparire. Dal punto di vista terapeutico se la cisti è indolente e di piccole dimensioni non necessita di trattamento, mentre se si ingrandisce e comincia a "dar fastidio" vi è indicazione al trattamento chirurgico di asportazione completa.

Altro su: "Cisti sinoviali"

Cisti del collo
Le cisti e le fistole del dotto tireoglosso sono situate nella regione mediana del collo e possono estendersi fino alla base della lingua.
Cisti del funicolo spermatico
La cisti del funicolo è dovuta ad una incompleta chiusura del dotto peritoneo-vaginale. Solo quando diventa voluminosa va considerato l'intervento.
Cisti sebacea
La cisti sebacea è una lesione della pelle di forma tondeggiante dovuta all'accumulo di materiale inerte, spesso con un buchetto in centro.