Cosa è la diarrea? La diarrea è un sintomo comune a diverse malattie, intestinali e non, che consiste nell'emissione di feci liquide o semiliquide, spesso con un aumento anche del numero delle scariche. A prescindere dalla causa, una diarrea abbondante e/o prolungata può di per sé comportare problemi di idratazione (se acuta) e/o nutrizione (se cronica). La prima preoccupazione, quindi, è di ristabilire un corretto equilibrio di liquidi e nutrienti. Il problema è maggiore se contemporaneamente è presente il vomito.

Come si tratta? Sospendere l’introduzione di cibi solidi per 6-12 ore e somministrare in abbondanza liquidi come thè, acqua, camomilla: in tali bevande vanno sciolte soluzioni idrosaline in bustine, acquistabili in farmacia, che permettono di reintegrare le perdite di acqua e sali minerali. Esistono anche liquide pronte all’uso. Tali soluzioni vanno conservate in frigorifero. In caso sia presente anche vomito, somministrare i liquidi con un cucchiaino, frequentemente e in dosi ridotte.
Passate le 6-12 ore (al massimo 24 ore) reintrodurre l’alimentazione solida secondo le indicazioni riportate di seguito.
Cibi permessi riso e crema di riso e/o tapioca
; cereali; pane tostato, grissini; fette biscottate; brodo di verdura o di legumi; carne di manzo e vitello ai ferri; pollame, coniglio e tutte le carni bianche; pesce magro lessato; prosciutto crudo senza grasso; formaggi non fermentati (ricotta, mozzarella); parmigiano reggiano; verdure inizialmente lessate, poi anche crude, ma a piccole dosi (carote, patate); uova alla coque; mela, banana. Cibi sconsigliati pane, pasta, biscotti; brodo di pollo; latte intero (va eventualmente somministrato diluito a metà con l’acqua); formaggi fermentati; burro; salame, insaccati, pancetta; carne di maiale; uova fritte o sode; cacao e cioccolato; fichi, fragole, frutti di bosco, prugne, cachi, albicocche, uva, susine; frutta secca; succhi di frutta; bibite gassate.

Altro su: "Diarrea nei bambini"

Bambino con diarrea persistente
Problemi di diarrea persistente non sono rari nel bambino soprattutto dopo una infezione intestinale virale.
Intolleranza al lattosio
L'intolleranza al lattosio è un difetto di digestione degli zuccheri. L'elenco degli alimenti contenenti lattosio.
Salmonella: i sintomi
I sintomi della salmonella sono il vomito e le scariche diarroiche contenenti catarro. Spesso è presente anche la febbre.
Disturbi intestinali
Ha scariche di diarrea tre-quattro volte al giorno da parecchi mesi.
Una diarrea che non passa
Alterna scariche di diarrea più o meno brutte da diverse settimane. La diarrea cronica aspecifica è una condizione non preoccupante.
La salmonella: le cause del contagio
Tutti gli alimenti che causano il contagio da salmonella.