Ha avuto una infezione delle vie urinarie nonostante fosse sotto copertura antibiotica. Mia figlia è stata affetta da un'infezione delle vie urinarie, conseguenza di un reflusso vescico-ureterale, all'età di tre mesi. Dopo una degenza ospedaliera di dieci giorni è guarita, e le è stata data una cura giornaliera a base di antibiotici. Nonostante questo tre mesi dopo ha avuto una ricaduta. La stiamo adesso curando a casa con dosi giornaliere di … (nome commerciale del Ceftriaxone). Mi domando: come è potuto accadere questo nonostante la cura di antibiotici? Non è possibile risolvere il problema con una operazione chirurgica adesso?

Il trattamento iniziale del reflusso vescico-ureterale è sicuramente conservativo, cioè con una terapia antibiotica profilattica che viene assunta in monodose serale. Generalmente è assai infrequente osservare delle recidive di infezioni delle vie urinarie in corso di profilassi, come è accaduto alla piccola lattante in discussione. In questo caso è opportuno verificare se la profilassi veniva "realmente" somministrata e se il farmaco utilizzato fosse adatto ad una profilassi continua. Qualche volta si possono creare delle resistenze, cioè i germi responsabili della infezione delle vie urinarie non sono sensibili al farmaco inizialmente utilizzato, per cui è opportuno modificare la profilassi antibiotica con un nuovo farmaco. Personalmente cerco di attendere almeno sino al 2° anno di età prima di decidere se intervenire con una terapia chirurgica.

Ovviamente vorrei conoscere anche l'entità del reflusso vescico-ureterale (grado? lato?) Ritengo che sia eccezionale la necessità di un intervento molto precoce per impossibilità di mantenere sterili le urine con una adeguata profilassi antibiotica.

Altro su: "Infezione delle vie urinarie"

Proteine nelle urine
per poter parlare di proteinuria persistente, occorre eseguire controlli seriati delle urine che confermino la presenza delle proteine urinarie.
La pielonefrite
Una importante infezione del rene.
Reflusso vescicoureterale e cistiti
Il reflusso vescico-ureterale consiste in un difetto di una "valvola" situata allo sbocco dell'uretere nella vescica.
Infezioni delle vie urinarie ricorrenti
Come è possibile che la mia bambina di 13 mesi soffra ogni mese di infezioni delle vie urinarie? Il parere del Pediatra.
Leucociti nelle urine
I leucociti nelle urine significano quasi sempre infezione delle vie urinarie o genitale.
Reflusso vescico-ureterale
E' affetto da reflusso vescico-ureterale bilaterale di 3° grado. Le possibilità di guarigione spontanea sono elevate.