ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

L'esperto risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Rene multicistico

Da un ecografia al settimo mese di gravidanza hanno riscontrato a mio figlio un rene multicistico. Non è sempre necessario l'intervento chirurgico.

a cura di: Dott. Gianantonio Manzoni (chirurgo pediatra - urologo)

Facendo un ecografia al sette mese di gravidanza il bambino di sesso maschile risulta avere un rene multicistico (non policistico) e l'altro invece è sanissimo. Ciò che ci chiediamo io e mia moglie, visto che i pareri fra la nefrologa e la ginecologa sono contrastanti: 1) Potrà nostro figlio svolgere, come sembra, una vita normalissima? 2) Quali saranno gli accorgimenti da svolgere durante la vita del bambino (sport, dieta, etc. etc.) 3) Sarà per forza utile togliere il rene non funzionante? E quando?

Rispondo alle domande proposte:

  • Chi nasce con un solo rene funzionante (monorene) o rimane con un solo rene (ad esempio dopo donazione per un trapianto) può condurre una vita normalissima e senza alcuna limitazione. Dal punto di vista nefrologico questo rene unico svolgerà un doppio lavoro e si ingrandirà ("ipertrofia compensatoria")
  • È opportuno un monitoraggio per tutta la vita della pressione arteriosa in quanto l'unico pericolo potrebbe essere lo sviluppo eventuale di una ipertensione arteriosa futura. Forse sarebbe opportuno non incoraggiarlo ad attività "rischiose" (deltaplano, ecc.) o sport violenti (arti marziali, rugby, etc.)
  • Assolutamente No.

Se il rene multicistico è molto voluminoso e causa compressione diaframmatica (con conseguenti problemi respiratori) o intestinale, è indicata la rimozione immediata dopo la nascita (questa è tuttavia una eventualità estremamente rara). Negli altri casi è invece indicato un monitoraggio ecografico conservativo (personalmente lo faccio eseguire ogni tre mesi nel primo anno ed annualmente sino al quinto anno).

Il rene multicistico spesso va in "involuzione" e scompare ecograficamente. In ogni caso i possibili problemi legati alla mancata rimozione del rene displasico possono essere: a. sviluppo di una ipertensione arteriosa (per cui è comunque necessario un controllo periodico della pressione arteriosa come già detto) b. sviluppo di una neoplasia. Questo rischio è stato calcolato essere estremamente basso e comunque inferiore ai possibili rischi di una anestesia generale...

L'orientamento della moderna urologia pediatrica è quindi conservativo.

27/11/2001

3/1/2017

I commenti dei lettori

io ho scoperto all'eta di 17 anni di avere un rene multicistico e ogni anno faccio l'ecografia ora ho 30 anni e ho una bimba di 9 anni . ho fatto la scentigrafia e ho scoperto che va meglio (diciamo) quello malato che quello che sta' bene . ho una ciste ci 6 mm e una 5 e mezzo piu' tutte quelle piu piccole ma faccio una vita normale e solo dei piccoli controlli in piu' . maria da reggio emilia

maria consiglia (RE) 16/11/2010

ciao sono mamma di una bambina di dieci mesi dopo la morfologica ho scoperto che mia figlia ha un rene multicistico...per il momento sta facendo delle ecografie di controllo ha fatto scintigrafia e cistografia.. dall'ultima ecografia il rene è diminuito di volume...ma sono preoccupata ho paura di questa massa di cisti non so se puo creargli dei problemi e soprattutto se prima o poi dovra essere operata lo stesso..spero qualcuno con esperienza possa aiutarmi!

claudia (TO) 11/01/2012

Ho un nipotino in arrivo alla 20 esima settimana di gestazione diagnosticato monorenale percheè multicistico. L'altro purtroppo non gode i ottima salute perchè ha il bacinetto gonfio di 7mm. A cosa si andrà incontro? Quale sarà il suo futuro? Grazie..

elisabetta (MB) 07/03/2012

e nato un nipotino con un solo rene quali saranno le precauzioni da prendere? dicono che il suo rene funziona bene

anna (BA) 21/08/2012

non so se possa servire la mia testimonianza..ho un figlio..di 15 anni.. al 5 mese di gravidanza fu scoperto un suo rene multicistico..facciamo tutti gli anni il controllo.e sta bene.. coraggio a chi sta affrontando le nostre stesse paure

larisa 08/01/2013

Larisa leggere la tua testimonianza fa bene sì.......una settimana fa durante la morfologica ho scoperto che la mia bimba ha il rene sx multicistico e mi hanno già prospettato che quel rene non funzionerà....siamo rimasti scolvolti ma mi hanno tranquillizato sul fatto che la mia bimba x il resto sta bene e avrà una vita normale......Speriamo sia così! Daniela

Daniela (BS) 06/02/2013

Daniela stai davvero tranquilla. Anche a me è stato diagnosticato un rene multicistico prima della nascita. A solo un mese dal parto mi hanno operato e tolto il rene malato. Oggi ho 24 anni e ho sempre condotto una vita normalissima, come quella di chiunque altro. Una volta all'anno faccio i controlli di routine e non ho mai avuto alcun problema. Spero che la mia esperienza possa essere d'aiuto a te e ad altre mamme che si trovano ad affrontare questa situazione.

Eleonora 17/04/2013

Mia figlia di 5 anni, con il rene dx multicistico scoperto al 4 mese di gravidanza, ad oggi gode di ottima salute e ha sempre fatto tutto quello che fanno i suoi coetanei. Naturalmente facciamo annualmente i controlli del caso. A chi dovrà affrontare una situazione come la nostra, mi permetto di consigliare di non spaventarsi e di rivolgersi ad un centro specializzato in nefrologia pediatrica come Gaslini e/o Mayer . Andrea da PG

Andrea Sacco (CO) 24/09/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Rene multicistico"

Un rene ormai compromesso
Un reflusso vescico-ureterale congenito ha portato ad un rene ormai compromesso. Togliere il rene o correggere il difetto? I consigli dell'urologo.
Iniezioni di collagene per il reflusso
Ci hanno proposto la correzione del reflusso delle vie urinarie con un'iniezione di collagene.
Ematuria famigliare benigna
Le hanno diagnosticato l'ematuria famigliare benigna ma non è necessario seguire alcuna dieta particolare e la prognosi è ottima.
Reni ectopici
Se la funzionalità renale è normale e non sono presenti altri problemi non vi sono problemi futuri e questa situazione non richiede monitoraggi particolari.
Rene policistico
Il rene policistico o malattia del rene policistico è un difetto renale bilaterale, geneticamente trasmesso da entrambi i genitori.
Gli manca un rene
La agenesia renale non comporta alcuna conseguenza a condizione che il rene controlaterale sia del tutto normale.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Frattura del femore
Mio figlio di 4 anni si è fratturato il femore destro. Ora purtroppo deve portare un rialzo.
Gli esami da eseguire in gravidanza
Per monitorare l'andamento della gravidanza sarà necessario fare alcuni esami, alcuni dei quali a carico del Servizio Sanitario Nazionale.
L'igiene del neonato
L'igiene del neonato comincia subito dopo la nascita in sala parto, con sola acqua e senza detergenti. I consigli per l'igiene a casa.
Allattamento al seno e risvegli notturni: vuole ancora il latte della mamma di notte
A otto mesi si sveglia e prende ancora il latte dalla mamma. Come comportarsi per risolvere il problema.
Anemia
Le cause possono essere congenite, trasmesse cioè con meccanismo ereditario, o acquisite durante il corso della vita.

Quiz della settimana

Quando si è punti da una zecca, quale dei seguenti comportamenti occorre seguire?
Rimuovere la zecca con alcool o acetone
Lasciare la zecca in sede per alcune ore facendola intontire con ammoniaca
Rimuovere la zecca prontamente con una pinzetta
Schiacciare subito la zecca nella sede della morsicatura