ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Allattamento al seno: poco latte?

Sta allattando al seno la bimba si è accorta di avere poco latte. Cosa si può fare per far ritornare il latte? I consigli del Pediatra.

Siamo i genitori di una bambina di 2 anni ed una di 2 mesi. La prima bambina mia moglie l'ha allattata per nove mesi. Ora, dopo due mesi di allattamento normale con la seconda bambina, mia moglie si è accorta di avere molto meno latte e la stessa bambina piange e si lamenta perché mangia poco. Cosa fare per far ritornare il latte? Per quanto tempo provare ad attaccarla al seno senza intervenire con il latte vaccino? Quali le cause, e le conseguenti azioni correttive da intraprendere, della perdita del latte?

L'allattamento al seno è determinato da una complessa articolazione di fenomeni più o meno conosciuti. Sappiamo, ad esempio, che la suzione, così come il riposo notturno, inducono, attraverso stimoli delle fibre nervose che arrivano al cervello, un aumento della prolattina, ormone che determina la secrezione delle ghiandole mammarie; ma tanti perché sull'allattamento al seno sono senza risposta. Uno fra tutti: per quanto tempo una mamma potrà allattare?

Comunque, come già scritto su questa rubrica, prima di prevedere una eventuale aggiunta con latte adattato (ben diverso dal latte vaccino) bisogna riscontrare oggettivamente che il bambino ha smesso di crescere: se non fosse così sconsiglieremmo qualunque aggiunta.

La situazione proposta dalla domanda si riscontra frequentemente nel lavoro quotidiano del pediatra, perché l'allattamento è influenzato e condizionato moltissimo da vari fattori. Innanzitutto la mamma, dovendo accudire anche un altro bambino piccolo, ha molto meno tempo per riposarsi e rilassarsi; ma potrebbero esserci stati anche momenti di particolare stress (ad esempio, la ripresa anche parziale del lavoro o una malattia intercorsa) a portare a questa situazione.

Non esistono sostanze che, sottoposte a serie sperimentazioni cliniche, abbiano determinato un sicuro aumento della produzione di latte materno. In commercio esistono diversi prodotti che si vantano di tale effetto, così pure molte tradizioni popolari, ma non ci sentiamo di raccomandarne alcuno.

1/1/1997

6/7/2016

Altro su: "Allattamento al seno: poco latte?"

Allattamento al seno: mangia abbastanza latte?
Con l'allattamento al seno quanto latte deve mangiare un neonato? Mi sembra che la poppata duri meno di prima.
Allattamento al seno: consigli alla mamma che allatta
I consigli degli esperti di Pediatria On Line alla mamma che allatta al seno.
Allattamento al seno: ridotto intervallo fra le poppate
Da due settimane l'intervallo tra le poppate si è ridotto. Allattare al seno o fare un'aggiunta di latte artificiale? Il consiglio del pediatra.