ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

L'esperto risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Aggressività nel bambino piccolo

A dieci mesi non esiste aggressività: sono "prove tecniche" di relazioni con gli altri, basta guidarle nel modo giusto.

a cura di: Dott. Giuseppe Varrasi (pediatra)

Il mio bambino di dieci mesi compie dei gesti di apparente "aggressività" verso di me, mio marito e talvolta anche verso i nonni. Sembra accanirsi soprattutto su di me, quando il mio viso è molto vicino al suo. In particolare con le manine sbatte, graffia e tenta di mordere. Al mio "No", sembra anziché desistere accanirsi con più foga, mentre con i nonni smette subito appena viene "sgridato". Vorrei sapere a cosa è dovuto questo tipo di comportamento e se il suo approccio, vuol essere solo un modo per dimostrare affetto in una maniera un po' "forte", e come farlo smettere perché non compia questi gesti con altri bambini, a cui potrebbe far male.

Il comportamento del bambino non sembra essere preoccupante, né indicativo di un temperamento particolarmente aggressivo. Lo consideri piuttosto come "prove tecniche", cioè degli esperimenti di possibili relazioni con gli altri. In altri termini, i bambini nella crescita esplorano versi, gesti, parole e comportamenti, alla ricerca della propria e della altrui soddisfazione. Se un lattante per caso sbatte le manine e vede che ciò comporta l'interesse degli altri, ripeterà il gesto per riottenere l'interesse.

Nel suo caso, con i nonni non sortisce l'effetto voluto e quindi desiste; con lei, invece, la cosa diventa un piacevole gioco (anche se cruento) da ripetere. Per quanto riguarda il futuro comportamento con gli altri bambini, sicuramente ci saranno anche esperienze di aggressione (sia fatta che subita): fanno parte delle normali esperienze di crescita, che dovranno essere guidate da un fermo rimprovero della mamma in caso di eccessi.

1/2/1997

4/10/2016

I commenti dei lettori

la mia bimba di 18 mesi e' terribile, irrefrenabile, persino di notte mi fa i capricci... si sveglia, ovviamente piangendo, e persino scalcia, mi caccia, cerca di picchiarmi... e' tutto dire no? prove tecniche? io la chiamo tortura cinese

daniela (RC) 15/03/2011

quale differenza c'è tra comandare e dare regole! Mio figlio di 11 mesi, vuole stare sempre "appiccicato" a me. Nell'ultima settimana ho accentuato il mio "no" e come risultato ho ottenuto che nei miei confronti è aggressivo. I miei suoceri (insegnanti) affermano che tendo ad essere troppo rigida e a dargli più un comando che una regola! Hanno ragione loro? Come posso far capire al mio bambino che deve essere più autonomo?

tiziana (LT) 03/04/2011

mi sono appena iscritta io sono una mamma di un bimbo di 5 anni sto vivendo u esperienza con mio figlio un pò negativa ha preso male la scuola materna le maestre non le sopporta tutto mda un stupido castigo il bimbo è completamente bloccato non vuole più andare in quella scuola cosi finalmente ho parlato con la pediatra e mi ha detto di cambiarlo di scuola....cosi ho fatto spero di aver fatto la miglior scelta per lui....

stefy (MI) 24/05/2011

Ciao io ho due bimbi il piu' piccolo un maschietto di 15 mesi. in questi giorni noto una grande differenza tra maschio e femmina. Mi spiego meglio, mentre la bimba e' sempre stata piu' tranquilla gia' dai primi mesi il bimbo e' molto attivo non conosce pericoli e per me e' veramente molto dura fargli capire cio' che si puo' fare  da cio' che puo' essere pericoloso . Alla parola no, ride e continua prende tutto come se fosse un gioco. spero che sia solo un momento.

01/06/2011

SALVE ANCHIO SONO NUOVA ,MI SONO APPENA ISCRITTA,STO VIVENDO UNA SITUAZIONE UN PO ANGOSCIANTE,IL MIO COMPAGNO HA UN BAMBINO DI 3 ANNI E MEZZO,è DA PREMETTERE CHE IL PICCOLO STA CON NOI SOLO IL FINE SETTIMANA,ED è UN BAMBINO SVEGLISSIMO X LA SUA ETà.ALL'INIZIO ANDAVA TUTTO OK,ORA CHE SONO INCINTA E SONO AL 8 MESE,IL BAMBINO DI PUNTO E IN BIANCO SEMBRA CHE PROVI RABBIA VERSO DI ME MI MENA TIRA CALCI E PUGNI ED IO SINCERAMENTE NN SO PIU COME PRENDERLO SE LO PRENDO CON LE BUONE MI ATTACCA SE LO PRENDO CON LE SGRIDATE PEGGIO ANCORA,ADDIRITTURA SE C'è IL PADRE STA BUONO,COME IL PADRE GIRA LE SPALLE LUI ATTACCA .IL PADRE NN MI è MOLTO DI AIUTO,XCHè COME LO SGRIDA O RIMPROVERA ,DOPO 2 SECONDI LO ABBRACCIA COME SE NIENTE FOSSE ,LUI DICE CHE è PIU FORTE DI LUI VEDERLO PIANGERE E COSI GLIELE FA PASSARE TUTTE,ABBIAMO AVUTE DELLE DISCUSSIONI ULTIMAMENTE,XCHè VEDE UN PO DI FREDDEZZA DA PARTE MIA VERSO IL PICCOLO,MA LA MIA "FREDDEZZA "è DOVUTA XCHè NN SO COME PRENDERLO VISTO AI SUOI ATTEGGIAMENTI DI VIOLENZA VERSO DI ME O LA PANCIA .ED IO CI RIMANGO MALE XCHè è COME SE IL BIMBO NN CAPISCE DI AVER SBAGLIATO E RICOMINCIA DA CAPO COME SE NIENTE FOSSE!MA LA MIA PREOCCUPAZIONE ANCOR PIU GRANDE è CHE FRA MENO DI UN MESE ARRIVERà LA PICCOLA E HO PAURA CHE IL PICCOLO SI SCAGLI CONTRO DI LEI O ANCORA CONTRO DI ME VISTO IL SUO MORBOSO LEGAME CON IL PADRE E CHE LE COSE PEGGIORINO DI PIU.COME FAR CAPIRE AL MIO COMPAGNO CHE SGRIDARLO O METTERLO IN CASTIGO NN FA MALE MA GLI SERVE X EDUCARLO?COME POSSO RIUSCIRE A FARMI ACCETTARE DAL PICCOLO SENZA CHE SI SCAGLI CON VIOLENZA CONTRO DI ME? CORDIALI SALUTI

DEBORA (FM) 28/08/2011

Salve, sono una mamma di due bimbe di 4 anni e l'altra di quasi 8 mesi. Entrambe parecchie sveglie! Mi angoscia tantissimo il comportamento di mia figlia di 4 anni.Lei è una bimba molto sveglia intelligente ma è molto molto nervosa e spesso ha delle vere e proprie crisi di collera,urla butta tutto a terra, sputa.. nn accetta i "no"!! nn ci ascolta, fa tutto di testa sua per farmi ascoltare devo urlare o darle degli sculaccioni. Naturalmente fa lo stesso con altri bimbi nn fa toccare i suoi giocattoli, è gelosa di tutto e di tutti, gli rimprovera e alza le mani! A scuola materna va volentieri ma è molto selettiva nelle amicizie. E' una specie di leader!! Naturalmente viene da loro (e non solo) allontanata per via del suo caratterino, nn si fa voler bene da tutti. E' come se avesse una rabbia dentro! Sono davvero preoccupata e frustrata, cerco di prenderla con le buone ma poi arrivo all'esasperazione e scoppio!! Con la sorellina a volte si comporta male le da il pugno sulla mano o le tira o le urla nell'orecchio...In famiglia di mio marito ci sono casi di "depressione" e ho il terrore che possa succedere anche a lei!! sono davvero preoccupata!! Certo che Ilaria nn è solo questo, per fortuna, è molto dolce e mi chiede sempre scusa dopo ogni crisi e mi spiega il perchè l'ha fatto e con un forte abbraccio finisce tutto!! Bene, ho bisogno di sapere come comportarmi, se la situazione è migliorabile o è davvero preoccupante? Grazie di cuore dell'attenzione. Saluti. D.

debora (BA) 12/09/2011

salve a tutti,ho un bambino di dieci mesi che da quando ha compiuto due mesi non riesce a dormire una notte di fila senza che si svegli quelle 5/6 volte...da premettere che dorme con noi nel lettone(almeno così in pochino dorme)ma è sempre agitatissimo,scalcia,tira testate,si contorce e piange spesso,io ed il papà ormai siamo all'esaurimento...di giorno non sta fermo un attimo ,se lo teniamo in braccio sembra di avere un anguilla,si muove e scivola via dalle ginocchia poi piange perchè vuole essere preso nuovamente in braccio...a volte penso che abbia qualche problema...che fare?

maria giuliana 05/02/2012

salve sono Barbara, io ho un grosso problema ho una bambin di quasi tre anni molto aggressiva con tutti non so se dipende dalla sorella piu grade di tre anni che nei suoi confronti è molto aggressi va vi prego aiutatemi

barbara (NA) 07/06/2012

il problema dei bambini è sempre nell'ambiente familiare, il periodo dal concepimento fino ai tre anni è fondamentale. Quello che ci fa arrabbiare in realtà manifesta un limite una zona che noi genitori dobbiamo affronatare nella nostra di vita anche in relazione alla nostra infanzia. Consiglio la lettura di WILLI MAURERE DI JESPER JUUL, DI MICHEL ODENT. I Bambini vanno tenuti addosso a noi come i primati così imparano e sviluppano sicurezza è un assurdo chiedere a un bimbo di 11 mesi di essere autonomo. mio figlio di tre anni allattato fino a due anni a richiesta, con la presente costante di uno dei genitori fino ad ora , dovrà andare alla scuola materna a settembre è molto aperto nei confronti del mondo

marcella (MI) 11/08/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Aggressività nel bambino piccolo"

Subisce le aggressioni, ma non reagisce
Subisce le aggressioni fisiche degli altri bambini senza riuscire a reagire. Vorrei un consiglio su come insegnarli a difendersi.
Le crisi di collera
Le crisi di collera sono un modo impulsivo col quale il bambino esprime la rabbia. Occorre insegnargli ad esprimere il suo disagio attraverso modi appropriati.
Bambino che tira testate contro il muro
Il mio bambino esprime la sua rabbia tirando testate contro il muro. Come posso fargli capire che si fa male? I consigli del Pediatra.
Si impone con forza
Mia figlia di due anni si impone sugli altri con forza. Come proteggerla da eventuali rifiuti? I consigli della psicologa.
Sbatte la testa
Mio figlio di 15 mesi sbatte la testa. Questo non è segno di nessun disagio.
Una bambina scontrosa
La mia bambina è scontrosa, scorbutica con tutti e prepotente. E' morbosamente attaccata alla mamma. I consigli per farle superare questa fase.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Fatica a piegare il ginocchio: menisco discoide
Il menisco discoide è un'affezione congenita che consiste in una alterata forma e dimensione a carico di un menisco.
Perdite vaginali in età pediatrica
Le perdite vaginali in età pediatrica sono attribuibili a flogosi, di varia entità, a carico della vulva e della vagina.
Vomito ciclico
Il vomito ciclico consiste in episodi ricorrenti di vomito violento in assenza di causa organica apparente, spesso con una storia familiare di emicrania.
Da che fattori dipende la statura di un bambino?
La statura definitiva di un adulto dipende sia da fattori genetici che ambientali.
Integrazione del latte materno dopo il 6° mese
Dopo il 6° mese è opportuno provare ad integrare il latte materno introducendo alimenti diversi dal latte.

Quiz della settimana

Quale è la causa più frequente di diarrea in età pediatrica?
Un virus
La salmonella
Un parassita intestinale
Un'intossicazione alimentare