ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Niaprazina - Un farmaco per far dormire i bambini

Il problema del sonno è comune a tanti altri bambini e tende a risolversi in tempi più o meno lunghi. I consigli della psicologa.

a cura di: Dott. Ezio Sartori (pediatra)

Il nostro problema è che nostro figlio di 11 mesi si sveglia la notte ogni 30-60 minuti. Un miglioramento lo abbiamo ottenuto da quando gli somministriamo il ... [nome commerciale della Niaprazina]. Volevo sapere notizie più approfondite su questo prodotto e più precisamente: per quanto tempo di seguito si può somministrare? Quanto deve durare la pausa? Ci sono dei rischi specifici nel somministrarlo? Quali sono le dosi giuste? Ci sono valide alternative?

Il problema di suo figlio è comune a tanti altri bambini e tende a risolversi in tempi più o meno lunghi. Rappresenta però una difficoltà importante per la famiglia e per un sereno rapporto con il proprio figlio. Le strategie per affrontarlo non sono basate esclusivamente sulla somministrazione di medicine che, se pure utili in alcune fasi, non risolvono da sole il problema. Sicuramente il suo pediatra le avrà consigliato, oltre alla terapia, dei comportamenti e delle strategie per affrontare questa stressante situazione. Se desidera comunque approfondire il problema dei disturbi del sonno in età pediatrica mi permetto di consigliarle una visita al sito http://www.sleepchild.com/index_it.htm dove troverà un interessante opuscolo sul sonno curato dal collega Oliviero Bruni del centro per i disturbi del sonno in età evolutiva dell’Università di Roma.

Veniamo ora alle risposte specifiche:

  • La Niaprazina per quanto tempo si può somministrare? Gli studi disponibili non sempre indicano per quanto tempo hanno usato questo medicinale, sicuramente in alcuni studi è stato utilizzato per due mesi senza interruzione.
  • Quanto deve durare la pausa? Non è detto che debba esserci una pausa: si tratta ovviamente di medicinali che possono dare assuefazione (l'organismo si abitua al medicinale e l'effetto desiderato diminuisce) per cui abitualmente il consiglio è quello di sospendere periodicamente la somministrazione del farmaco e riprenderla dopo un intervallo di tempo variabile. Sinceramente non ho trovato in letteratura degli studi che prendessero in esame questo problema specifico.
  • Ci sono dei rischi? Ogni farmaco ha degli effetti collaterali (spiacevoli e/o dannosi per l'organismo) che ovviamente sono conosciuti dal medico che li consiglia e che giustamente devono essere noti anche a chi li assume. Questa conoscenza permette di riconoscere sin dall'inizio i possibili effetti dannosi o di adattarsi agli effetti spiacevoli senza drammatizzare. Ogni intervento sanitario (consiglio di comportamento, intervento chirurgico, farmaci) prevede un esame del rapporto tra vantaggi e svantaggi che deve essere discusso onestamente con il paziente che ha il diritto di accettare o rifiutare un intervento dopo aver capito il problema. Anche la Niaprazina presenta degli effetti collaterali che avrà già letto sul foglietto illustrativo. La sedazione (effetto desiderato) può essere eccessiva, talora sono possibili effetti paradossi: il bambino è più agitato e dorme di meno. Sono possibili disturbi dell'equilibrio, vertigini e disturbi visivi che, data l'età di suo figlio, possono non essere molto evidenti.
  • Le dosi giuste? La Niaprazina viene comunemente utilizzata alla dose di mg 1 per ogni Kg di peso corporeo (es. un bambino di 12 Kg dovrebbe prendere mg 12 del farmaco che corrispondono a ml 4 dello sciroppo) circa mezz’ora prima di andare a letto. In alcuni studi, eseguiti anche per altri disturbi, sono state utilizzate dosi fino a mg 3 per ogni Kg di peso corporeo
  • Esistono valide alternative? Sicuramente: varie strategie di modificazioni del comportamento e delle reazioni dei genitori al risveglio del bambino, vari farmaci (ripetendo la valutazione vantaggi/svantaggi), attesa paziente della estinzione del disturbo (organizzando eventualmente dei turni di riposo per i genitori).

Ogni soluzione prevede obbligatoriamente una valutazione attenta del bambino, della famiglia e dei desideri, aspettative, possibilità economiche e sociali (ad esempio orario di lavoro elastico, paracadute parentale di nonni o altro) che non è possibile fare in questa sede. Spero di averle fornito una risposta soddisfacente e le auguro un rapido ritorno a notti tranquille, so per esperienza quanto è spiacevole essere svegliati di notte.

[NdR: nell'estate 2010, a seguito di una situazione di carenza di disponibilità del farmaco, sono state ribadite le indicazioni all'uso della niaprazina, che non deve essere considerato un farmaco di impiego routinario per i problemi di sonno dei bambini e va utilizzata su indicazione specialistica]

30/3/2000

2/3/2014

X

Sai che puoi avere tutti i giorni un consiglio del Pediatra? Iscriviti gratis alle nostre Newsletter!

Tutti i giorni le Pillole di Pediatria, un consiglio del Pediatra sulla salute del tuo bambino, su misura per la sua età. E se sei in attesa, 9mesi è la newsletter che ti accompagnerà per tutta la gravidanza, settimana dopo settimana.
Scrivi qui sotto la tua email e clicca su OK!

I commenti dei lettori

Mi chiedevo se ci sono degli effetti della NIAPRAZINA particolari, non visibili nell'immediato, mi spiego meglio, come puo' essere che si prescrive questo tipo di farmaco in eta' pediatrica se questa è proprio la fase importante dello sviluppo psico motorio , nessuno ha mai pensato di valutare dei possibili danni a lungo termine su un corpo giovanissimo ancora alle primissime fasi di crescita e sviluppo, esiste la possibilita'di eventuali danni?..anche perchè prima di dare a mia figlia di 11 mesi (una insonne perenne!) la NIAPRAZINA, meglio noto come NOPRON, HO PROVATO DI PERSONA LO SCIROPPO, DURANTE IL GIORNO, NONOSTANTE I MIEI 4 SOLITI CAFFE' SONO RIMASTA STORDITA A LUNGO E SENSO DI VERTIGINI PAZZESCHE... gradirei una risposta esaustiva in quanto la mia pediatra a questa mia preoccupazione in merito, ha solo parlato vagamente di sicurezza del farmaco per rassicurarmi, ma non sono convinta di dare questo sciroppo alla mia bambina, seppure la situazione ormai qui a casa è degenerata da mesi proprio per il suo stato insonne... Ringrazio in anticipo. Cristina

Cristina (VA) 20/10/2010

Uso da circa 5 mesi lo sciroppo NOpron su mio figlio di 1 ano compiuto nella dose minima di 1,5ml per un peso di 11 kg,e devo dire che finalmente la notte si dorme almeno per 5-6 ore continue avendo solo un risveglio quando sta' bene.Me lo ha consigliato lo psicologo facendo una visita sui disturbi del sonno a mio figlio,senza nessun problema!Mio figlio sta' bene,e' vispo e vigile...un miracolo!!! Il problema e'..trovarlo lo sciroppo!!Io sono riuscita con un'amica che vive in svizzera...ma che fatica!! Simona.

simona (LT) 25/11/2010

io sono contraria a dare ai bambini medicine, poi per dormire non se ne parla! sono contraria anceh per gli adulti, figuriamoci. noi abbiamo usato solo rimedi omeopatici, ma il cambiamento radicale di sonno c'è stato con Fate la nanna, metodo a cui ero contrarissima! Mia figlia si addormentava attaccata a me alle 3 di notte o cullata dal papà e dal 10 mese nemmeno cosi. Abbiamo dormito per una settimana 3 ore per notte. Dopo avere consultato il pediatra, perche cosi non potevamo andare avanti, abbiamo applicato il metodo con routine di preparazione e tempistica di attesa prima di entrare in cameretta. Devo dire che ero molto scettica, temevo ripercussioni sulla bimba e non mi convinceva l'età cosi ampia di applicazione. posso dire che a 10 mesi non è cosi traumatico:la bimba piangeva con pianto forzato, non di dolore, si sforzava proprio. Adesso dormiamo tutti e tre 12 ore per notte e la sera quando avviciniamo la bimba al lettino, lo indica per dire "voglio andare li".

--- (MI) 30/03/2011

Volevo ricordare ai lettori che dal 25 novembre 2011 il nopron ("sciroppo per far dormire i bambini", per farci capire) è stato messo fuori produzione perchè, da studi accurati è venuto fuori che è tossico per bambini al di sotto dei 3 anni....il nopron verrà venduto in italia (importato dalla francia in diversa confezione) con sola prescrizione del dottore per curare problemi che riguardano la psiche. Un alternativa naturale per problemi di insonia per i bambini è il "dormil", comunque sarebbe sempre bene prima consultare il pediatra .

giovanni (MT) 21/12/2011

Mah...io reputo che l'insonnia come molte altre cose sia un sintomo non una malattia...quindi prima di dare veleni ai vostri bimbi cercate di capire cosa c'è alla radice...poi per favorev smettetela di dire che non riposate la notte...c'è gente che la notte lavora 10 ore e quando torna a casa alle 8 del mattino deve affrontare tutta la giornata di lavoro!!! Fare i genitori è la cosa più bella del mondo ma presuppone anche responsabilità e sacrifici che di certo non si affrontano con il NOPRON!!!!! Lara

Lara (AL) 01/03/2012

lara finalmente qualcuno che ragiona!!!! prima mettono al mondo i figli e poi li imbottiscono di mxxxe . e poi quando si ritrovano sti piccoli pieni di problemi chiamano aiuto!!!! io ho 25 anni e un bimbo di 6 mesi.. di dormire la notte non ho problemi ma di giorno non chiudeva  occhio ed era  parecchio assillante... le avevo provate tutte o almeno quasi...soluzione??? ogni volta che piangeva lo portavo a letto e cantavo mentre lui urlava.. adesso non piange neanche piu'.. si legge dai suoi occhi quando e' stanco.. allora lo porto a letto e non canto neanche piu' perche l'angioletto dorme e anche due ore di fila.. e quando si sveglia e' tutto un sorrisone :-))

katia87 (PD) 02/07/2012

Carissimi genitori, tutti, sono una mamma (47 anni)con 2 bimbi, desiderati e amati pazzamente,ho un lavoro(per fortuna dico) un marito ( che mi aiuta ma in più sopporta la mia stanchezza..)una casa a cui badare;la mia sveglia suona alle 6,30 e prima delle 24,00/01,00 non riesco ad andare a dormire..cose normali, direte voi, tutte le mamme sono in queste condizioni..il fatto è che se almeno 6 ore non si riesce a riposare, non si riesce nemmeno ad affrontare la giornata successiva..o meglio..i primi giorni si superano, ma a lungo andare tra casa,lavoro, scuola, scuola materna, riunioni, attivita di una e dell'altro, orari da far combaciare.. la stanchezza ha il sopravvento e, per quello che mi riguarda, come minimo, dopo la totale abnegazione di me stessa...divento irritabile, per nulla incline al gioco, nervosissima, la pazienza vola via così come la voglia di mettermi a disposizione dei miei bambini,ho solo voglia di dormire e dò il peggio di me! lo dico perchè l'ho provato. La mia bimba (8 anni) non ha mai avuto alcun problema né di sonno né di lettone ma il piccolo ( 3 anni) è assolutamente ingestibile! vi dico che, disperata, ho preso il Nopron in Svizzera e l'ho somministrato per qualche tempo...diciamo che si, dopo almeno mezzo'ora dove eravamo già nel lettone, già erano le 22,30, lui incominciava ad acquietarsi e addormentarsi...le mie dosi erano minime, infatti regolarmente 1 o 2 volte a notte si svegliava (e si sveglia) comunque...però qualche ora riuscivo a riposare! ora è più grandicello, il Nopron non lo uso più (anche se 2 confezioni le ho in casa) perchè non è servito a nulla!!! Io sono assolutamente d'accordo nel crescere i figli senza dare "veleni" alcuni ma il punto è che appena si esce di casa e si respira l'aria di Milano... già è un male..come pure ho sentito genitori ribadire quello che ho letto nelle mail ma poi si vedevano con la sigaretta in una mano e il passeggino nell'altra.. Giovanna

Giovanna (MB) 23/10/2012

Io uso la melatonina... È simile a questo farmaco? Mi hanno detto (e ho letto) che non ha alcun effetto collaterale, ovviamente la uso in dosi ridottissime..

01/03/2013

Scusate ma chi si sente di GIUDICARE gli altri genitori avendo un figlio che "dormicchia" dovrebbe VERGOGNARSI. Fatevi un bell'esame di coscienza prima di scrivere di cose che non potete nemmeno immaginare non vivendole o avendole vissute.

CRISTINA (MO) 11/04/2013

Brava Cristina, tutti bravi i genitori di figli che dormono ! Fanno tanto i saggi e i moralisti, vorrei vedervi dopo mesi di notti in piedi, io dopo dieci mesi sono uno straccio, ho dovuto fare esami e accertamenti sul mio stato di salute perché la mancanza di ore di sonno mi sta facendo ammalare. Amiamo i nostri figli come voi amate i vostri. Ma un corpo deve ricaricare le pile ogni tanto. Ne conosco tanti di genitori "riposati" , sono sempre pronti a criticare ..... Complimenti !

Pat (FE) 13/04/2013

Bravissima Cristina! Ma lo sanno i nostri MORALISTI che il non dormire era usato come strumento di tortura? Glielo farei provare! Cri (Mi)

cri (MI) 18/04/2013

Ho un bimbo di 16 mesi che NKN dorme e NKN ha mai dormito. Da neonato dalla poppata delle 3 stava sveglio fino alle 6 , mi è sparito il latte e sono dimagrita 17 kg in 3 settimane.. Ora aspetto il secondo e sono esausta, non ce la faccio più a NKN dormire, lo lascio piangere ma ci mette più di un ora a riaddormentarsi e dopo 40 minuti e' di nuovo sveglio! Lunedì chiederò al,pediatra di darmi un farmaco per aiutarci, mi sto consumando. Dovrebbero provarlo i genitori perfettini moralisti e dico loro... Attenzione i loro bimbi che Non dormono di giorno ma la notte si, potrebbero iniziare a stare svegli anche di notte, chissà se dopo 16 mesi la penserebbero allo stesso,modo. Alessandra maggio 2013

Alessandra (BS) 25/05/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Niaprazina - Un farmaco per far dormire i bambini"

È rischioso dormire a pancia in su?
Le raccomandazioni di dormire a pancia in su valgono per il bambino fino ai 6 mesi di età.
Disturbi del sonno in neonati e bambini
Disturbi del sonno nei neonati: si svegliano parecchie volte di notte. Come facilitare il sonno nei bambini: i consigli del Pediatra.
Posizione nel sonno e morte improvvisa del lattante
Statisticamente la SIDS (morte improvvisa del lattante) capita più spesso in chi ha una posizione nel sonno sbagliata.
Risvegli notturni
Mio figlio di 10 mesi ha un sonno molto agitato. Ci sono dei farmaci che possono evitargli questi risvegli notturni? I consigli del Pediatra.
Curiosità sulla culla
Alcune curiosità sull'oggetto che accompagna i sogni dei nostri bebè: la culla. Lo sapevi che nell'antica Roma si profumavano le culle? Scopri come.
Risvegli notturni
Probabilmente soffre di insonnia "primitiva", un disturbo causato da diversi fattori: emotivi, relazionali e dall'ansia di separazione.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattamento ogni due ore
L'allattamento ogni due ore: c'è un metodo per regolarizzare il suo appetito? Cosa consiglia il pediatra.
Difetto interventricolare
Un buchino in mezzo al cuore domande e risposte sul difetto interventricolare.
Non parla ancora
Ritardo del linguaggio? A due anni non parla ancora, mentre dovrebbe già utilizzare parole o piccole frasi per comunicare.
Orticaria gigante recidiva
Da più di tre anni soffre di orticaria gigante recidiva. Tutti gli esami hanno dato esito negativo. Il trattamento da seguire.
Soffre di rigurgiti abbondanti
Sono molti i bambini che presentano rigurgiti e/o vomito, non tutti hanno bisogno di medicine.

Quiz della settimana

Quale tra le seguenti non è una complicanza del morbillo?
Otite media acuta
Polmonite
Encefalite
Nefrite