ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

L'esperto risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Non racconta nulla di quello che succede a scuola

Quando le chiedo cosa ha fatto a scuola mi risponde che non sa, non si ricorda. E non ci racconta nulla. È una cosa normale? I consigli della psicologa.

a cura di: Gaia Sacchi (educatrice di scuola materna)

Mia figlia ha sei anni e frequenta l'ultimo anno della materna. È una bimba molto socievole, aperta e chiacchierona. Stiamo abbastanza tempo insieme e parliamo molto, abbiamo un bel rapporto, tranquillo e sereno. Tuttavia raramente mi racconta ciò che fa a scuola, spesso non mi racconta proprio alcuni fatti importanti (tipo una gita, un'uscita, uno spettacolo). Quando le chiedo cosa ha fatto a scuola mi risponde che non sa, non si ricorda. È una cosa normale?

A giudicare da quello che mi riferiscono i genitori dei miei alunni, è normale. Non penso che esista una spiegazione particolare, dipenderà dal carattere del bambino. È lecita una preoccupazione nel caso ci sia stato un cambiamento, ovvero fino ad ora abbia sempre raccontato i fatti, perché in tal caso bisognerebbe capire il motivo di tale chiusura, ma mi sembra di capire che non sia il tuo caso.

Può anche darsi che le dia fastidio essere interrogata o semplicemente sia abituata a rispondere a delle domande, prova a non chiederle nulla per un po' oppure, invece di domandarle cosa ha fatto a scuola, quando vai a prenderla "ispeziona" con lei la classe, vai alla ricerca dei suoi disegni, dei suoi lavori, parla coi suoi compagni... e soprattutto chiedi consigli in merito alle sue maestre, che conoscendola possono dare informazioni meno vaghe di queste e più valide.

29/10/2003

28/9/2016

I commenti dei lettori

Anche mia figlia di 5 anni, ultimo anno di asilo, non mi racconta nulla della sua vita scolastica pur chiacchierando molto sia con me che con altri. Probabilmente la ritiene una cosa sua, come io non le racconto la mia giornata lavorativa.

Marina (VA) 27/12/2011

Sono mamma e educatrice e posso proporti un "trucco": inizia tu a raccontarle qualcosa della tua giornata, magari quelle piccole cose che possono interessarla (un incontro particolare, un'emozione provata, una curiosità). Forse le verrà in mente qualcosa da raccontarti, ma se anche così non accadesse è comunque un modo per "allenarla" a dialogare un domani.

frncesca (MB) 23/01/2012

 Salve abbiamo una bimba di 5 anni che frequenta l'ultimo anno di scuola materna, per cui il prossimo settembre inizierà il primo anno di scuola elementare. Nostra figlia Camilla è una bimba solare, vivace e molto chiaccherona con noi. Nei tre anni di scuola materna è stata sempre piuttosto silenziosa con le maestre mentre con le sue compagne di classe piuttosto aperta. Quando però arrivava il momento di parlare da sola con le maestre oppure dire una poesia davanti alle sue compagne si blocca, mentre in compagnia partecipa...quando invece è a casa si fa fatica a bloccarla. Lo stesso comportamento lo fà anche con i nostri familiari, qualche volta è riuscita a prendere il telefono e farsi una chiaccherata con la zia ma è successo solo un paio di volte. Se gli chiediamo cosa ha fatto durante il giorno c'è lo racconta ricordandosi perfettamente nomi e fatti...a volte ci meravigliamo. Siamo però preoccupati del fatto che il problema del bloccarsi potrebbe continuare anche all'elementari...cosa ci suggerite di fare?

Giuseppe (IS) 27/03/2013

mio figlio ha 5 anni e frequenta l'ultimo anno della scuola materna e anche lui non mi vuole raccontare nulla della scuola e da vari colloqui con i compagnetti di classe siamo riusciti ad ipotizzare che sia una tecnica delle maestre di dire ai bambini di non raccontare ciò che succede in classe, quindi non consiglierei alla mamma di parlarne con le insegnanti se non per scrutare il loro atteggiamento

Nelly (PA) 22/04/2013

salve..sono molto preoccupata...ho una bambina di 5 anni tra qualche giorno, e frequenta volentieri l asilo solo che non mi racconta nulla se non pochissime volte, e se qualcosa è successo tra i compagni lo vengo a sapere da altri o da lei ma a troppa distanza di tempo...le maestre sono quasi inesistenti dicono che va tutto bene in realta' non sono di grande aiuto e poco presenti nella loro vita scolastica...sono lasciati molto da soli percui nn posso fare affidamento su loro ed ho paura che la bambina abbia assistito a qualcosa specie in bagno infatti da che è iniziato l asilo a 3 anni, ha iniziato ad aver problemi ad andare in bagno e tuttora rifiuta di andarci e sta diventando una nostra grande preocupazione, resta pure 10 11 ore senza andare a far pipi'...ieri addirittura al rientro da suola è corsa in bagno qui a casa, appena entrata nel suo bano e con grande dispiacere scopro che le sue mutandine erano sporche di popo' e dice che è andata di mattina al bagn ma non l ha voluta farte percio' ha trattenuto stado male ed è tornata in aula e ogni qual volta giocava inchinata mi ha detto che stava male...aveva tanta voglia di doverla fare ma per vergogna si rifiuta..mi chiedo cosa abbia in qst anni di scuola bloccato la bambina a tal punto..aiutatemi sono molto preoccupata...visto che le maestre non mi aiutano è il casi portarla da uno psicologo? grazie!

daniela lai (NU) 11/10/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Non racconta nulla di quello che succede a scuola"

Non vuole fare il sonnellino
Cosa fare per convincerla a fare il sonnellino alla scuola materna. Devo insistere o lasciar perdere? I consigli dell'esperto.
Si blocca quando viene richiamato dalle maestre
A scuola si blocca quando viene richiamato dalle maestre. A cosa è dovuta questa paura? I consigli per fargli superare questa fase.
La maestra chiama "spioni" i bambini
A scuola, mia figlia ha difficoltà a capire quando si deve dire la verità e quando invece deve farsi i fatti propri per non essere chiamata "spione".
Da quando va al nido soffre di infezioni ricorrenti
È normalissimo che la bambina soffra di infezioni ricorrenti: vengono ritenuti normali anche nove episodi durante il primo anno di frequenza del nido.
L'ansia da scuola
L'ansia per la scuola si manifesta quasi sempre al momento del primo impatto con la vita di collettività, cioè a tre anni.
Integrazione alla scuola materna
Frequenta la scuola materna da tre mesi ma non si è ancora integrato. Non bisogna preoccuparsi perchè certi bambini hanno bisogno di più tempo per socializzare.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Le vaccinazioni nel neonato
Per avere informazioni precise sul “calendario vaccinale” del neonato è oppurtuno rivolgersi al pediatra o al centro vaccinale della vostra zona.
Mamma con miopia molto grave
Un recente studio su 50 donne gravide affette da miopia superiore a 4,50 diottrie non ha segnalato aggravamento delle lesioni dopo il parto.
Non muove bene la bocca
Per effetto dell’ipoplasia un angolo della bocca non si abbassa. Si tratta di un’anomalia congenita piuttosto frequente nel neonato.
Analisi preventive per una bambina di un anno
Gli esami andrebbero prescritti non per controllare se una bimbina sta bene, ma per cercare conferma a seguito di un sospetto clinico fondato e motivato.
Bambini, adolescenti e social network
I social network sono uno strumento per favorire lo scambio di informazioni e la conoscenza reciproca. E' necessario un attento controllo da parte dei genitori.

Quiz della settimana

Secondo il calendario vaccinale in vigore in Italia, il vaccino antipoliomielite:
viene somministrato per via intramuscolare
viene somministrato per via orale
viene somministrato prima per via intramuscolare e poi per via orale nei richiami successivi
non viene più somministrato perché la malattia è ormai scomparsa