ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Drenaggio trans-timpanico

Il drenaggio trans-timpanico è un intervento al timpano: viene posizionato un tubicino di ventilazione per rimuovere il catarro dall'orecchio. E' eseguito in anestesia generale.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

Mia figlia ha sei anni ed a quattro anni è stata sottoposta ad adenoidectomia poiché soffriva di frequenti otiti e conseguente ipoacusia. Purtroppo, nonostante l'intervento e cure varie (antistaminici, aerosol, inalazioni), la curva audiometrica è rimasta sempre molto bassa ed i risultati impedenzometrici, ripetuti a distanza, sempre piatti. I medici mi propongono una nuova adenoidectomia drenaggio transtimpanico, con inserzione di tubicini di ventilazione. Quali sono i rischi ed i benefici di questa metodologia? È una metodologia ormai collaudata, oppure superata da nuove tecniche?

L'intervento di drenaggio trans-timpanico o di timpanostomia è un intervento tecnicamente semplice, che viene eseguito preferibilmente in anestesia generale, con l'uso di un microscopio operatorio. La membrana timpanica viene incisa per pochi millimetri e il tubicino di ventilazione o tubo di drenaggio (che può essere a forma di T oppure con un collare a bottone) viene fatto scivolare attraverso l'incisione in modo che una parte si trovi all'interno della cassa del timpano: in questa maniera viene consentita, sia pure attraverso una via non naturale, la ventilazione dell'orecchio medio e la conseguente eliminazione della secrezione densa e collosa all'interno della cassa timpanica, che è la responsabile del calo dell'udito.

Vengono inoltre favoriti i processi di normalizzazione dell'epitelio di rivestimento della cassa del timpano, la cui infiammazione è la responsabile della eccessiva produzione di muco, che assume poi caratteristiche di aspetto e viscosità simili alla colla.

I tubi di drenaggio sono solitamente realizzati in teflon, una sostanza plastica inerte, molto ben tollerata, che ha lo scopo di evitare una espulsione troppo precoce. Il drenaggio viene lasciato in sito fino all'espulsione spontanea, che si osserva tra i 3 e i 18 mesi (in media a nove mesi). Se da una parte la timpanostomia consente di ottenere miglioramenti uditivi immediati e persistenti nel tempo, dall'altra è gravata in piccole percentuali da complicanze quali lesioni cicatriziali della membrana timpanica, retrazioni timpaniche, otiti purulente, perforazioni residue.

La maggior parte degli specialisti di otorinolaringoiatria sono comunque d'accordo che l'approccio combinato adenoidectomia + drenaggio trans-timpanico, nel trattamento della otite media secretiva (la patologia di cui soffre sua figlia) è quello che ha le migliori probabilità di successo, gli effetti collaterali più ridotti e pertanto il miglior rapporto costi - benefici.

1/1/1997

16/1/2016

I commenti dei lettori

Sono un'esempio di riuscita di questo intervento... Avevo 5 anni quando a causa della perdita del 45% dell'udito l'attuale primario di otorinolaringoiatria del Bambin Gesù di Roma decise di sottopormi allo stesso intervento di questa bambina(credo che all'epoca fosse una tecnica nuova),ho avuto i drenaggi in entrambe le orecchie,dopo due anni,per cause ambientali(vivevo in un posto terribilmente umido e soffrivo ancora di otiti,in più ho i condotti uditivi molto stretti) l'orecchio destro aveva subito una recidiva e mi sono dovuta risottoporre a un nuovo inserimento di drenaggio. La convalescenza è tranquilla, tranne per il fatto che non ho potuto assolutamente bagnare le orecchie fino alla rimozione del drenaggio. Ora ho 20 anni e sono sanissima, ci sento bene e non ho più un'otite da ormai 13 anni... Spero che la mia storia sia stata utile.

Cordiali Saluti, Giulia

Giulia (RM) 05/11/2010

anche il mio Tommy ahimè dovrà sottoporsi a questo intervanto e mi spaventa molto l'idea dell'anestesia, peraltro essendo in attesa del secondo bimbo non potrò tenergli la mano fino a che non si addormenterà sul lettino operatorio...questo mi fa soffrire...ma spero che tutto vada per il verso giusto con tutta me stessa.

Giusy (RM) 10/11/2010

salve a tutti anche mia figlia un mese fa a subito questo intervento di drenaggio transtimpanico combinato all'asportazione di tonsille ed adenoidi.... ora vorrei chiedervi un'informazione, per quanto tempo nell'orecchio operato, che nel suo caso e il sinistro, non può entrare acqua, perche essendo che lei e abbastanza piccola faccio fatica a tenerla ferma durante la doccia e mi spaventa anche l'idea che stiamo andando incontro all'estate...

ramona (KR) 28/03/2011

Salve , sono stato in un ospedale e il dott ...... mi ha consiglaito dopo aver fatto un esame audiometroco e visto le menbrane timpaniche , il drenaggio timpanico .

Sono andato in ospedale e appena sul lettino mi  stavano per spalmare una cremina anestetica ........... chiedo se questa era sufficiente per affrontare il dolore dell'intervento   ecc inoltre vorrei chiederle ma il dottore no avrebbe dovuto fare l'esame impedenziometrico per verificare la funzionalità delle tube d'eustachio ? il mio problema da  20  anni sono state le tube con il catarro tubarico.

Prima d'un intervento che non è invasimo ma importante non sarebbe meglio fare diversi esami    auditivo, impedenziometrico, lastre e altri esami per  sapere se tutti gli organi dell'orecchio sono funzionali?  

mimmo (MI) 15/05/2012

Purtroppo sono a dirvi che mio figlio deve rifare per la terza volta l'intervento drenaggio timpanico cioè il cosiddetto posizionare grommets bilaterale. Non ha avuto miglioramenti con i due precedenti interventi e i dottori consigliano ancora una volta di rifarlo, dato che tutti gli esami audiometrici sono molto bassi. Premetto che all'età di tre ha anche fatto l'asportazione delle adenoidi e la riduzione delle tonsille. Quindi questa sarebbe la sua quarta anestesia totale. Permettetemi quindi di avere molti dubbi e preoccupazione ma i dottori con i quali è sempre stato sotto controllo, dicono che aspettare lo sviluppo, può causare di peggio al bambino che ora ha otto anni. Daniela (FI) 24/10/2012

24/10/2012

Per anni mio figlio ha sofferto di otite monolaterale cronica. Mi hanno sempre consigliato il drenaggio, ma io mi sono sempre rifiutata. Per anni ho fatto fare a mio figlio terme, e otovent. Lavaggi nasali tutti i giorni, tanta pazienza e finalmente all' eta' di 12 anni e' guarito.

valeria (BO) 19/12/2012

  Io ho 16 anni, e vi posso garantire che quando feci l'intervento avevo circa sette anni e mezzo, ed è stato un'intervento molto semplice e banale. Quindi non c'è nulla da preoccuparsi nè sulla semplice operazione da eseguire e nè sull'anestesia: Una piccola puntura e si ci sveglia dopo fatto il piccolo intervento. Vi posso dire che oggi come oggi non ho problemi con l'udito. Solo l'anno scorso mi capitò che il tubinacino ... cioè a forma di T... non era più buono e quindi mi provocò infezione... Il consiglio che sto per darvi è quello che dopo essere sottoposti a questo semplice intervento si consiglia di andare molto più spesso a fare una controllatina dal nostro otorino. *_*

manuel (NA) 30/12/2012

mia figlia è stata operata 3 anni fa; ad un orecchio il drenaggio è uscito e all'altro no. vorrei sapere se è normale e se è capitato anche ai vostri figli. da qualche settimana sta avendo un po di dolore e spinge un po, la mia paura è che si deve intervenire di nuovo chirurgicamente. se qalche mamma mi puo dare risposta.grazie

teresita (NA) 28/01/2013

il mio bambino a giugno 2012 è stato sottoposto all'intervento ad entrambi le orecchie e mentre il sinistro ancora regge il grummet il destro dopo meno di 5 mesi l'ha espulso. abbiamo fatto cure e palloncino ma il bambino soffriva di otiti continue, abbiamo deciso di operare di nuovo giusto appunto lunedi 11/03/2013. sono molto fiduciosa nel mio otorino che avendo capito l'ansia ha prima provato ad evitare il secondo intervento ma quando la cosa si e' resa necessaria (altrimenti perderebbe il 35% di udito) , abbiamo deciso di procedere. il bimbo ha quasi sei anni e comunque fino ai 10 anni di età sembra sia una cosa "normale" che si presenti questo problema in bambini con orecchi "Pigri". Mi auguro che tutto proceda per il verso giusto e che sia la volta giusta per risolvere il problema in modo certo e sicuro. liliana (Pistoia)

liliana (PT) 05/03/2013

Salve a tutti, Mia figlia ha 9 anni e un mese fa e' stata sottoposta ad intervento di drenaggio transtimpanico combinato con l'esportazione delle adenoidi. Per il momento sembra che vada molto bene, non mi sembra vero vederla dormire con la bocca chiusa!! Lei si fa la doccia da sola e di conseguenza si lava i capelli. Abbiamo fatto fare su misura un tappo per proteggere l'orecchio operato, ma durante il lavaggio dei capelli un po di acqua entra. E' CAPITATO A QUALCUNO DI VOI? Sono preoccupata per l'arrivo dell'estate.. Mi auguro che un po d'acqua non comprometta il tutto. SE QIALCHE MAMMA MI PUO' DARE UNA RISPOSTA...!? AIUTO!! Mamma romana in ansia!!

tiziana (RM) 01/05/2013

Buon giorno mia figlia ha tolto tonsille e adenoidi nel nov 2012 a soli tre anni..ora deve essere sottoposta all inserimento dei tubi diventilazione..on è troppo piccola?

Laura (VA) 24/06/2013

Buon giorno. La mia figlia di 5 anni, da un anno e mezzo ha una perforazione del timpano destro. soltanto un mese fa, gli dottori ci hanno detto di fare 2 interventi alla bambina: togliere le adenoidi e poi timpanoplasticha. non posso spieghare la paura e la preocupazione. oggi ci hanno detti che forse la bimba ha bisogno anche di un drenaggio trans-timpanico nel orecchio sinistro. ne siammo rimasti ... non posso trovare le giuste parole per spieghare il dolore che mi vienne pensando di questa situazione....

manjo (VA) 24/07/2013

IO ho quattordici anni è ho sempre sofferto di otite e altre complicazioni . L'otorino mi ha consigliato cure termali e di eseguire un timpanogramma e se la situazione non andasse a posto di posizionare un drenaggio . Le cure termali non hanno sortito l'effetto sperato e in più il timpano di sinistra ha formato una tasca di retrazione . Il timpanogramma invece non mostra timpano piatto per fortuna quindi mi chiedevo se fosse davvero utile il drenaggio . Martedì ho il test allergico e poi dritti dall'otorino . spero proprio di evitare l'intervento . Spero proprio che anche a me come il figlio di Valeria si possa evitare il drenaggio .

raffaele (TO) 26/10/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Drenaggio trans-timpanico"

Otiti ricorrenti
Le otiti sono infezioni acute dell'orecchio che possono essere ricorrenti nei bambini piccoli.
Otiti ricorrenti: prevenzione
Se il bambino fa otiti ricorrenti, si possono applicare diversi metodi di prevenzione: antibiotici, togliere le adenoidi, mettere un drenaggio.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Come si sviluppa la vista nei neonati
Cosa vede il neonato? Come si trasforma e si sviluppa la vista dei neonati nel primo anno di vita.
Il seno in gravidanza
Durante la gravidanza il seno si prepara per l'allattamento. Il seno diventa più sodo e più grosso.
Nevo acromico
Il nevo acromico è una alterazione circoscritta, solitamente congenita, della pigmentazione che si identifica con una chiazza di ipopigmentazione.
Cos’è la logopedia e che cosa fa?
La logopedia ha lo scopo di migliorare le possibilità comunicative del bambino.
L'alimentazione del neonato e del bambino piccolo
L'alimentazione dei neonati e del bambino piccolo: le indicazioni dei nostri esperti.

Quiz della settimana

Che cosa fare in caso di perdita di sangue dal naso?
piegare la testa il piu' possibile all'indietro
comprimere la parte ossea del naso
riempire le narici di cotone per arrestare l'emorragia
nessuna delle risposte e' corretta