ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Otiti ricorrenti: prevenzione

Se il bambino fa otiti ricorrenti, si possono applicare diversi metodi di prevenzione: antibiotici, togliere le adenoidi, mettere un drenaggio. I consigli del pediatra.

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

Mio figlio ha sei anni e soffre da circa tre-quattro anni di otite recidivante dovuta a stenosi tubarica, con presenza costante di muco in entrambe le tube ma in particolare in quella dell'orecchio sinistro. Si sono verificati versamenti quattro volte tutti nell'orecchio sinistro. Le manifestazioni acute si presentano sopratutto tra gennaio ed aprile, anche se non si escludono negli altri mesi. L'unico mese finora sicuro è agosto in cui il bambino sta al mare. Il chirurgo non ha evidenziato la necessità di intervento di adenoidi.

Le prove allergiche sono risultate negative. Due anni fa si è provata una profilassi antibiotica consistente in una dose giornaliera - ridotta - di amoxicillina. La terapia ha funzionato e in quell'anno non si sono verificati episodi acuti. La terapia non è stata ripetuta per evitare al bambino una prospettiva di diversi anni di antibiotico. Lo scorso anno, in settembre, il bambino ha fatto cure termali a Riccione e gli si è somministrato un vaccino. L'inverno è andato meglio: si sono verificati due soli episodi acuti, uno dei quali accompagnato da abbondante versamento. Ci chiediamo se, oltre alla profilassi antibiotica, ci sia una terapia alternativa in grado di prevenire il manifestarsi del problema, magari asciugando o riducendo il catarro nelle tube.

Attualmente due sono i principali interventi proposti per la profilassi delle otiti medie acute recidivanti.

Il primo è di natura medica e consiste in una terapia antibiotica a basse dosi per periodi prolungati che sembra aver già funzionato nel caso di suo figlio. Il secondo è di natura chirurgica e su quest’ultimo ci dilungheremo un po’ di più poiché non sembra sia mai stato preso in considerazione nel caso in questione.

Gli interventi chirurgici che oggi vengono proposti sono di due tipi: timpanostomia (o drenaggio trans-timpanico) ed adenoidectomia.

La prima consiste nell’applicazione di "tubicini di drenaggio" allo scopo di consentire, sia pure attraverso una via non naturale, la ventilazione dell’orecchio medio, che non riesce ad avvenire attraverso le tube di Eustacchio, ostruite dal catarro cronico. La seconda consiste nell’asportazione delle adenoidi. Numerosi studi hanno dimostrato che il grado di ipertrofia delle adenoidi è ininfluente e che esiste invece un rapporto diretto tra infezione adenoidea e otite media secretiva; in altre parole le adenoidi cronicamente infette rappresenterebbero un focolaio di infezione per l’orecchio.

La maggior parte degli specialisti di otorinolaringoiatria è abbastanza d’accordo che l’approccio combinato adenoidectomia + drenaggio trans-timpanico è quello che agisce sulle due cause principali di otite media secretiva: l’alterata ventilazione della cassa timpanica e l’infezione trasmessa dalle adenoidi.

1/7/1997

19/6/2015

I commenti dei lettori

Salve, anche la mia bimba soffriva di otiti ricorrenti , le ho provate praticamente tutte: aerosol, lavaggi frequenti con soluzione fisiologica, ecc. ma dovevo ugualmente ricorrere agli antibiotici 4/5 volte l'anno . Per caso, sono venuto a conoscenza di un apparecchio, si chiama "nebulizzatore ". Questo apparecchietto somiglia all' aerosol, ma forma delle goccette di soluzione fisiologica un po' più grandi. E' un anno che lo uso almeno una volta al giorno, se la bimba non ha il raffreddore, due volte quando prende il raffeddore e, quasi magicamente, le otiti sono sparite . Ora ha 5 anni ed è quasi 1 anno che non si ammala di otite. Per la prevenzione, è molto importante  la regolarità del trattamento quotidiano. Spero di poter essere stato utile a qualche bimbo .

Saluti

Carlo Ghilardi

Carlo Ghilardi (LU) 10/11/2010

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Otiti ricorrenti: prevenzione"

Insufflazioni endotimpaniche o cateterismo tubarico
Le insufflazioni endotimpaniche (cataterismo tubarico) rappresentano il metodo più valido per portare acqua termale all'interno dell'orecchio.
Drenaggio trans-timpanico
Il drenaggio trans-timpanico è un intervento al timpano: viene posizionato un tubicino di ventilazione per rimuovere il catarro dall'orecchio.
Prevenire le otiti con un chewing-gum?
L'uso del chewing-gum, favorendo il riflesso della deglutizione e di conseguenza l'apertura delle tube di Eustacchio, può prevenire le otiti.
Otiti ricorrenti
Le otiti sono infezioni acute dell'orecchio che possono essere ricorrenti nei bambini piccoli.
Otiti ricorrenti e allergia
Mio figlio soffre di otiti ricorrenti. Possono essere causate da allergia?
Ha catarro nelle orecchie e ci sente poco
L'otite media secretiva è caratterizzato dalla formazione nella cassa del timpano di un versamento siero-mucoso o muco-gelatinoso.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattamento al seno: quali vantaggi?
L'allattamento al seno rappresenta in assoluto il miglior tipo di alimentazione per il bambino nei suoi primi mesi di vita.
I disturbi del sonno nei neonati e nei bambini
Disturbi del sonno nei neonati: si svegliano parecchie volte di notte. Come facilitare il sonno nei bambini: i consigli del Pediatra.
Sindrome di West
La sindrome di West è una malattia epilettica con esordio nel 1° anno di vita, caratterizzata dalla presenza di spasmi epilettici.
Allattamento artificiale: come faccio a fargli accettare il biberon?
Consigli per far accettare il biberon in corso di allattamento artificiale.
Incompatibilità da RH in gravidanza
L'identificazione del gruppo sanguigno e del fattore Rh deve essere sempre fatta all'inizio della gravidanza per tutelare la salute fetale.

Quiz della settimana

Che cosa significa la parola astenia?
Essere privo di forza
Altezza al di sotto della media
Carenza di vitamine
Sonnolenza