ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Ha un verme nelle feci

Mia moglie ha trovato un verme nelle feci di mio figlio. Il medico consiglia di eseguire una coprocoltura per cercare di sapere con certezza quale sia il tipo di parassita.

a cura di: Dott. Italo Marinelli (pediatra)

Mia moglie analizzando le feci di mio figlio (di anni tre) si è accorta della presenza di un verme di circa 5 mm di colore bianco. Il medico consiglia di eseguire una coprocoltura onde consentire l'esatta identificazione del batterio per poi procedere alla cura adeguata. Mi chiedo se tale malattia è grave poiché, avendo il dubbio che tali vermi potevano essere presenti già da qualche tempo, la loro azione può aver pregiudicato il funzionamento di qualche organo?

Sicuramente è opportuno cercare di sapere con certezza quale sia il tipo di parassita in questione. E’ possibile farlo con un esame parassitologico delle feci (raccogliendole per tre volte a giorni alterni) per identificarne le uova. Un altro metodo consigliato è lo scotch test, che si effettua attaccando una striscia di nastro adesivo trasparente alla regione peri-anale del bambino, al mattino presto quando non è stato ancora pulito. Le uova deposte dal parassita si attaccano allo scotch e possono essere successivamente evidenziate al microscopio.
Viste le piccole dimensioni del verme è molto probabile che si tratti di un ossiuro (in inglese pinworm o verme a capocchia di spillo). L’ossiuriasi è la più diffusa e la più innocua delle parassitosi intestinali. Non comporta importanti ripercussioni a carico degli organi interni, ma spesso provoca eczema e prurito peri-anale, irritabilità, insonnia, dolori addominali. Di solito ne è affetto, anche in maniera inapparente, tutto il nucleo familiare. La terapia è molto semplice e consiste in una dose unica di mebendazolo o di pirantel-pamoato, da somministrare a tutti i componenti del nucleo familiare e da ripetere dopo 2-3 settimane.

28/11/1999

11/11/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Ha un verme nelle feci"

Perdite vaginali
Quali possono essere le cause delle perdite vaginali in una bambina di cinque anni? I consigli del pediatra.
Vulvovaginite
L'irritazione vulvovaginale deriva dalla mancanza dei cuscinetti adiposi labiali e dei peli pubici che proteggono i genitali esterni.
Gli ossiuri
Gli ossiuri sono il tipo più comune di vermi che infestano i bambini; il loro sintomo tipico è il prurito anale.
Gli ossiuri nel bambino
L'infezione da ossiuri è molto contagiosa. Il più comune è senz’altro prurito intorno al retto.
Ha un verme nelle feci
Mia figlia due mesi fa ha espulso con le feci un verme che è risultato essere un ascaride. L'infestazione da ascaridi non è così rara. La terapia da seguire.
Ossiuri
Gli ossiuri sono vermi piccoli, bianchi, molto mobili, filiformi con la coda puntuta.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Cortisone per la febbre
La cura deve essere proporzionata al disturbo. Per abbassare la febbre, normalmente, il farmaco di prima scelta è il paracetamolo.
Rifiuta il biberon
Rifiutare il biberon è un comportamento frequente. La tettarella ha spesso un gusto di cloro.
Succhia il dito
Succhia il dito e non ha nessuna voglia di smettere. Il consiglio è di aspettare, lavorando sui premi piuttosto che sulle punizioni.
Acetone
Acetone o chetosi: una situazione molto frequente in età pediatrica ed è dovuta ad un disturbo momentaneo del metabolismo del bambino.
Depressione post-partum
La depressione post-partum o depressione post-natale è un disturbo dell'umore che colpisce molte donne nel periodo immediatamente successivo al parto.

Quiz della settimana

I lattanti che assumono latte materno hanno un minor rischio di contrarre:
Otiti
Gastroenteriti
Polmoniti
Tutte le risposte sono esatte