ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Saperne di più

per approfondire insieme

La medicazione del moncone ombelicale nel neonato

Quanto più presto uscirete dall'ospedale con il neonato tanto maggiore sarà la necessità di medicare a casa il moncone ombelicale. I consigli di come fare la medicazione del moncone.

Il cordone ombelicale del neonato si essicca fino alla mummificazione, che ne favorisce il distacco solitamente entro il 15° giorno dalla nascita. Per questo nella cura del bambino bisogna seguire alcuni accorgimenti: 

  • lavatevi sempre e bene le mani con acqua e sapone prima dimedicare il cordone ombelicale;
  • evitate che rimanga umida la zona per la presenza di urine, feci, garze umide, ecc.;
  • cambiate la medicazione con garza sterile un paio di volte al giorno controllando l’assenza di secrezioni o di sangue, spie di possibile infezione locale, e fate in modo che rimanga sempre esterna al pannolino;
  • per tenere ferma la garza applicate una fascetta elastica contenitiva e mai cerotti;
  • controllate più frequentemente il cordone se intorno all’attaccatura la pelle appare rossa o con secrezioni giallo-verdastre o con sangue coagulato o emana cattivo odore. Col passare delle ore, se persistono queste alterazioni, rivolgetevi al pediatra.Infatti l’ombelico, sino al momento della avvenuta completa cicatrizzazione, è considerato una delle principali “porte” d’entrata dei germi e quindi di infezione neonatali.

Ricordate: il mancato distacco del moncone del cordone ombelicale, talora anche dopo 15-20 giorni, o la presenza d’infezioni ombelicali o peri-ombelicali richiedono l’intervento e le cure di personale sanitario specializzato.

(Tratto da: BAMBINE e BAMBINI del MONDO GUIDA PER LE FAMIGLIE, Ministero della salute)

5/11/2010

27/11/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "La medicazione del moncone ombelicale nel neonato"

Sieropositività
Sieropositività genericamente significa avere incontrato un virus e avere sviluppato anticorpi.
Effetti della toxoplasmosi in gravidanza
La toxoplasmosi in gravidanza può avere effetti anche gravi sul bambino e comporta il pericolo di complicazioni sul feto.
Pannolini lavabili ed ecologici per neonati
I pannolini ecologici per neonati sono pannolini simili agli "usa e getta", ma lavabili in lavatrice. Vari modelli e marche.
E' nato: e adesso?
Con la nascita di un bambino la madre entra in una dimensione di pensiero nuova fatta di interrogativi, preoccupazioni ed ansie.
Ipoglicemia neonatale
L'ipoglicemia è un'evenienza frequente nel periodo neonatale. Un calo di zucchero è più frequente nei prematuri.
Il ruolo del papà dopo il parto
La presenza del papà è fondamentale nel sostegno della madre al rientro a casa dopo il parto.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

L'alimentazione del neonato e del bambino piccolo
L'alimentazione dei neonati e del bambino piccolo: le indicazioni dei nostri esperti.
Macchie al viso in gravidanza
A partire dal 3°-4° mese di gravidanza è possibile notare la comparsa di piccole macchie marroni sul viso soprattutto nelle donne brune.
Trasposizione delle grandi arterie
La trasposizione delle grandi arterie è una malformazione cardiaca complessa. E' preferibile correggere la lesione attorno all'anno di vita.
A tre anni non riesce a pronunciare la "r"
A quasi tre anni, non riesce a pronunciare la "r". Se il problema dovesse persistere verso i 5-6 anni potrei consigliare una consulenza con un logopedista.
Latte vaccino
Perchè non bisogna dare il latte vaccino ad un neonato e ad un bambino nel primo anno di vita? Il pediatra spiega il motivo.

Quiz della settimana

Normalmente, entro quando cade il cordone ombelicale nel neonato?
Due settimane di vita
Il tempo di caduta è estremamente variabile e non indicativo
Quattro giorni di vita
Un mese di vita