ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

L'esperto risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Epatite C in gravidanza

Il contagio perinatale non è frequente; utile fare in gravidanza il dosaggio degli anticorpi contro il virus C per valutare se la madre è stata contagiata.

a cura di: Dott.ssa Tiziana Candusso (pediatra)

Sono affetto da epatite C cronica e mia moglie è gravida da quattro settimane. Vorrei sapere quali possono essere i rischi di trasmissione della malattia al figlio e come ci dobbiamo comportare in futuro.

L'epatite virale è una infezione sistemica (generalizzata a tutto l'organismo) nella quale le principali manifestazioni cliniche sono causate dall'infiammazione e dalla necrosi, o morte, delle cellule del fegato. Attualmente sono stati identificati 5 tipi di virus che provocano epatite: epatite A epatite B epatite C epatite D o delta epatite E. L'epatite C è provocata da un virus (HCV) che è trasmesso attraverso il sangue o i rapporti sessuali e rappresenta la causa più frequente di epatite post-trasfusionale.

L'epatite C ha un decorso simile all'epatite B, con una percentuale maggiore di decorsi senza ittero, ma anche più cronici, compresa la cirrosi e talvolta il carcinoma epato-cellulare (cancro del fegato). Ha un periodo di incubazione di circa 45 giorni, con un range di 14 - 115 giorni. Il 50% dei pazienti che contaggono l'epatite C sviluppano una epatite cronica o uno stato di portatore cronico. Il 5% delle infezioni sono trasmesse attraverso trasfusioni di sangue, il 35% attraverso l'uso di sostanze stupefacenti per via endovenosa usando le stesse siringhe, il 5% attraverso contatti sessuali, il 2% colpisce il personale medico e paramedico, mentre nel 43% dei casi la causa rimane sconosciuta.
Il contagio perinatale (da madre a figlio durante il parto) non è frequente, diversamente dall'epatite virale di tipo B; utile fare in gravidanza il dosaggio degli anticorpi contro il virus C (antiHCV) per valutare se la madre è stata contagiata. Nel neonato non è necessario fare immediatamente il dosaggio degli anticorpi, perchè potrebbero essere quelli materni (nel caso di positività della madre) trasmessi attraverso il sangue placentare, che decadono naturalmente nel sangue del bambino nell'arco di 6 - 12 mesi. Per l'epatite C non è disponibile un vaccino; la terapia consiste nell'assunzione di una sostanza chiamata interferone.

1/11/1997

7/12/2017

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Epatite C in gravidanza"

Epatite A: indicazioni sulla vaccinazione
L'epatite A: tutte le informazioni sulla vaccinazione.
Fondazione "Amici della Epatologia"
Una associazione ONLUS per i genitori ed i medici.
Epatite C
I nonni di mio figlio sono affetti da epatite C. Sono preoccupata per la possibile trasmissione perchè trascorreremo un mese di vacanza nella loro casa.
Contagio epatite C
Come ci si contagia dalla epatite C? Non sempre chi ne è affetto ha avuto rapporti con persone malate o con trasfusioni.
Transaminasi alte
Transaminasi alte nei bambini. Gli esami che si devono fare per sapere se le transaminasi sono alte.
Epatite C
L'epatite C è una malattia del fegato ed è la prima causa di malattie epatiche croniche nel mondo.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Alimentazione dopo l'anno di vita
Dopo il primo anno, l'alimentazione sarà quasi uguale a quella di un adulto. E' importante che segua una dieta completa e varia.
Dolori alle articolazioni e alla schiena in gravidanza
Durante tutta la gravidanza può capitare di avvertire dei dolori articolazioni e alla schiena.
Macchie mongoliche
Le macchie mongoliche sono lesioni maculari congenite determinate dalla presenza in eccesso nel derma.
Aerofagia
Per evitare l'aerofagia nel lattante è bene utilizzare prodotti a base essenzialmente di finocchio, anice verde, melissa e camomilla.
Gli è stato diagnosticato un reflusso vescico-ureterale
La correzione del reflusso vescico-ureterale può essere chirurgica. La tecnica più frequentemente adottata è quella di Cohen.

Quiz della settimana

Che cosa è il miocardio?
Un osso
Una arteria
Un muscolo
Un nervo