ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

L'esperto risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

Epatite C in gravidanza

Il contagio perinatale non è frequente; utile fare in gravidanza il dosaggio degli anticorpi contro il virus C per valutare se la madre è stata contagiata.

a cura di: Dott.ssa Tiziana Candusso (pediatra)

Sono affetto da epatite C cronica e mia moglie è gravida da quattro settimane. Vorrei sapere quali possono essere i rischi di trasmissione della malattia al figlio e come ci dobbiamo comportare in futuro.

L'epatite virale è una infezione sistemica (generalizzata a tutto l'organismo) nella quale le principali manifestazioni cliniche sono causate dall'infiammazione e dalla necrosi, o morte, delle cellule del fegato. Attualmente sono stati identificati 5 tipi di virus che provocano epatite: epatite A epatite B epatite C epatite D o delta epatite E. L'epatite C è provocata da un virus (HCV) che è trasmesso attraverso il sangue o i rapporti sessuali e rappresenta la causa più frequente di epatite post-trasfusionale.

L'epatite C ha un decorso simile all'epatite B, con una percentuale maggiore di decorsi senza ittero, ma anche più cronici, compresa la cirrosi e talvolta il carcinoma epato-cellulare (cancro del fegato). Ha un periodo di incubazione di circa 45 giorni, con un range di 14 - 115 giorni. Il 50% dei pazienti che contaggono l'epatite C sviluppano una epatite cronica o uno stato di portatore cronico. Il 5% delle infezioni sono trasmesse attraverso trasfusioni di sangue, il 35% attraverso l'uso di sostanze stupefacenti per via endovenosa usando le stesse siringhe, il 5% attraverso contatti sessuali, il 2% colpisce il personale medico e paramedico, mentre nel 43% dei casi la causa rimane sconosciuta.
Il contagio perinatale (da madre a figlio durante il parto) non è frequente, diversamente dall'epatite virale di tipo B; utile fare in gravidanza il dosaggio degli anticorpi contro il virus C (antiHCV) per valutare se la madre è stata contagiata. Nel neonato non è necessario fare immediatamente il dosaggio degli anticorpi, perchè potrebbero essere quelli materni (nel caso di positività della madre) trasmessi attraverso il sangue placentare, che decadono naturalmente nel sangue del bambino nell'arco di 6 - 12 mesi. Per l'epatite C non è disponibile un vaccino; la terapia consiste nell'assunzione di una sostanza chiamata interferone.

1/11/1997

1/12/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Epatite C in gravidanza"

Fegato e milza ingrossati
Quando fegato e milza sono ingrossati si parla di epatosplenomegalia. Le cause di epatosplenomegalia sono le più varie.
Fondazione "Amici della Epatologia"
Una associazione ONLUS per i genitori ed i medici.
Ittero neonatale: cause, sintomi cure e conseguenze
Ittero neonatale (del neonato): l'eccesso di bilirubina ha varie cause e conseguenze anche gravi, per cui si cura con la fototerapia.
Epatite C
L'epatite C è una malattia del fegato ed è la prima causa di malattie epatiche croniche nel mondo.
Epatite A: indicazioni sulla vaccinazione
L'epatite A: tutte le informazioni sulla vaccinazione.
Atresia biliare
L'atresia biliare consiste in una ostruzione delle vie biliari. Una malformazione congenita del fegato.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Craniostenosi
Con il termine di craniostenosi si intende una malformazione del cranio dovuta ad un’alterazione dell'ossificazione.
I disturbi del sonno
I disturbi del sonno: quando il bambino ha paura di addormentarsi da solo.
Sottopeso
Mia figlia di 15 mesi mangia regolarmente, è una bambina molto attiva, ma è sottopeso. La pediatra dice che l'importante che stia bene.
Giorni fertili: in quali giorni del ciclo mestruale è più probabile rimanere incinta?
In quali giorni fertili del ciclo mestruale è più probabile rimanere incinta. Come calcolare la data dell'ovulazione.
Lo svezzamento dopo il sesto mese
Dal sesto mese di vita compiuto si può iniziare lo svezzamento, cioè l'integrazione di cibi solidi e semisolidi.

Quiz della settimana

Quale fra le seguenti affermazioni sulle caratteristiche del latte materno è più corretta?
Il latte materno ha caratteristiche nutritive che variano durante le varie ore della giornata
Il latte materno normalmente non ha necessità di essere analizzato in laboratorio
Il latte materno ha una composizione che varia durante la poppata
Tutte le precedenti risposte sono esatte