ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Infezione delle vie urinarie

Infezione alle vie urinarie: una ricaduta nonostante fosse sotto copertura antibiotica.

a cura di: Dott. Gianantonio Manzoni (chirurgo pediatra - urologo)

Ha avuto una infezione delle vie urinarie nonostante fosse sotto copertura antibiotica. Mia figlia è stata affetta da un'infezione delle vie urinarie, conseguenza di un reflusso vescico-ureterale, all'età di tre mesi. Dopo una degenza ospedaliera di dieci giorni è guarita, e le è stata data una cura giornaliera a base di antibiotici. Nonostante questo tre mesi dopo ha avuto una ricaduta. La stiamo adesso curando a casa con dosi giornaliere di … (nome commerciale del Ceftriaxone). Mi domando: come è potuto accadere questo nonostante la cura di antibiotici? Non è possibile risolvere il problema con una operazione chirurgica adesso?

Il trattamento iniziale del reflusso vescico-ureterale è sicuramente conservativo, cioè con una terapia antibiotica profilattica che viene assunta in monodose serale. Generalmente è assai infrequente osservare delle recidive di infezioni delle vie urinarie in corso di profilassi, come è accaduto alla piccola lattante in discussione. In questo caso è opportuno verificare se la profilassi veniva "realmente" somministrata e se il farmaco utilizzato fosse adatto ad una profilassi continua. Qualche volta si possono creare delle resistenze, cioè i germi responsabili della infezione delle vie urinarie non sono sensibili al farmaco inizialmente utilizzato, per cui è opportuno modificare la profilassi antibiotica con un nuovo farmaco. Personalmente cerco di attendere almeno sino al 2° anno di età prima di decidere se intervenire con una terapia chirurgica.

Ovviamente vorrei conoscere anche l'entità del reflusso vescico-ureterale (grado? lato?) Ritengo che sia eccezionale la necessità di un intervento molto precoce per impossibilità di mantenere sterili le urine con una adeguata profilassi antibiotica.

17/7/2001

18/7/2015

I commenti dei lettori

Mio figlio ha 3 anni... 5 giorni fa gli ho fatto l'esame delle urine ed e stato identificato un germe:Pseudomonas...........ora sta prendendo il Ciproxin......non ha avuto febbre, solo mal di pancia con feci molle.........ha sempre sofferto di infezioni sia nell'urine che nelle feci in quest'ultime viene sempre identificato l'escherichia coli......eco addome è risultato negativo è opportuno sottoporlo ad altri esami!?!?!

roberta (CE) 05/04/2011

Salve, mia figlia ha 5 anni. Volevo farle un prelievo completo di sangue. Quando dico completo, mi riferisco anche alle malattie, tumori ecc...Sono una mamma molto attenta, e voglio stare sempre tranquilla. Quindi che tipo di analisi posso farle fare?

Nadia (CT) 03/05/2011

Salve, ho bisogno di un chiarimento in merito al risultato dell'esame delle urine! Ho capito che i leucociti sono globuli bianchi e presenti nelle urine vuol dire che stanno combattendo dei batteri, quindi è segno di infezione. Ma quando e come va curata? Ho una bimba di 15 mesi IN DENTIZIONE ho fatto l'esame delle urine raccolte nel sacchettino e nei risultati la densità è 1025, leucociti per campo 10-12-10. Esame colturale: assente la crescita di flora batterica. La bimba non ha febbre! Va trattata con antibiotico? La nostra pediatra le ha segnato isocef per 6 giorni. Un altro dottore mi ha detto che con urinocoltura negativa l'antibiotico non va dato e io non so a chi dare retta!

ilaria (GR) 17/10/2012

Vorrei chiedere al pediatra quando e come va curata l'infezione? Bisogna dare l'antibiotico solo in caso di febbre alta, un'elevata quantità di leucociti e con urinocoltura positiva? Cosa si deve fare se il bimbo non ha febbre, ha 12-15 leucociti e l'urinocoltura è negativa? Si tratta sempre di infezione? Va curato con antibiotico?

Ilaria 01/11/2012

Ilaria, la tua situazione va chiarita punto per punto.

La sola presenza di pochi leucociti (globuli bianchi) nelle urine è praticamente normale e da sola non consente di parlare di infezione, meno che mai di trattamento.

La presenza insieme di tanti leucociti ed eritrociti (globuli rossi) e magari di nitriti nelle urine è segno di infezione e, secondo me, va curata con antibiotico per bocca.

L'urinocoltura in un bambino piccolo (cioè che richiede il sacchettino per la raccolta delle urine) è un discorso a parte: i microbi eventualmente trovati nelle urine (urinocoltura positiva) possono dalla vescica (cistite), ma anche dall'esterno dei genitali; e, al contrario, non trovare microbi (urinocoltura negativa) non significa che non ce ne possano essere e magari non sono stati trovati per un errore nella raccolta o conservazione del campione di urine. Insomma, l'urinocoltura serve più per aiuto alla terapia (antibiogramma per scegliere l'antibiotico più adatto) che per la diagnosi.

Quanto poi alla opportunità di usare o no un antibiotico in un caso dubbio, questa scelta va riservata al medico curante, che prende in considerazione non soltanto il caso attuale, ma anche la storia precedente ed eventuali altri fattori di rischio.

Giuseppe Varrasi, Pediatra (BS) 02/11/2012

anche mia figlia dai 18 mesi ha spesso infezioni da escherichia coli (probabilmente dovute a stitichezza) asintomatiche. per non usare spesso antibiotici il pediatra mi fa somministrare mirtillo rosso.in effetti sembra utile.

titti (AL) 09/04/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Infezione delle vie urinarie"

Reflusso vescico-ureterale
E' stata operata da poco all'uretere per reflusso vescico-ureterale da un lato e la malattia è comparsa nell'altro rene.
Quali sono le cause della cistite?
Mia figlia è risultata positiva al batterio "escherichia coli" nelle urine. Quali sono le cause della cistite?
Urinocoltura e infezione delle vie urinarie
Urinocoltura: a cosa serve e come si esegue.
Infezioni delle vie urinarie in gravidanza
Esaminando le urine in gravidanza si possono ottenere informazioni sia sulle malattie dell'apparato urinario sia sullo stato di salute della mamma.
Febbre senza spiegazione
Soffre di febbre senza spiegazione. Che cosa sospettare? Il consiglio dell'esperto.
Infezione delle vie urinarie
Gli accertamenti diagnostici eseguiti non hanno documentato anomalie significative, ma a 20 mesi ha già avuto tre casi di infezioni delle vie urinarie.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Insonnia in gravidanza
Dal quinto mese di gravidanza in poi un po' di insonnia è normale. Che fare? I consigli dell'esperto.
Lo sviluppo motorio nel primo anno di vita
Esiste una grande variabilità nei tempi oltre che nelle modalità dello sviluppo motorio nel primo anno di vita.
Un elettrocardiogramma per tutti i neonati
Una proposta per prevenire le morti in culla.
Attaccamento alla mamma e rifiuto dell'estraneo
Ha un forte attaccamento alla mamma. La mamma deve mediare le risposte emotive del suo bambino e ampliarne le esperienze verso l'esterno.
Ha la fontanella pulsante
Ha la fontanella pulsante perché i capelli in corrispondenza della fontanella si alzano e si abbassano ritmicamente.

Quiz della settimana

Che cosa è l'ambliopia?
Una particolare forma di zoppia
Il mancato o diminuito sviluppo della capacità visiva da uno o entrambi gli occhi
Una rara forma di strabismo che interessa alternativamente i due occhi
La difficoltà a vedere gli oggetti da lontano