ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Malocclusione: mandibola in fuori

La malocclusione con la mandibola in fuori si chiama terza classe ed è in genere ereditaria, ma è difficile che sia già visibile in un bambino di 15 mesi. Questa malocclusione è in genere ereditaria.

a cura di: Dott. Gabriele Floria (odontoiatra, protesista dentale e specialista in ortognatodonzia)

Mia figlia di 15 mesi gioca spesso a far scattare la mandibola aprendo e chiudendo la bocca anche nelll'imitazione del verso del pesce. Mio marito ha la chiusura della arcata dentale con i denti inferiori avanzati rispetto ai superiori. Devo far controllare la bambina per intervenire in tempo per una eventuale correzione e da quale specialista?

E' opportuno far visitare la bambina da un ortodontista a circa 4 anni e mezzo per attuare un intercettamento precoce della malocclusione ove presente. Vorrei precisare che poche anomalie scheletriche necessitano di un intervento così precoce, ma che fra queste, la terza classe (la mandibola piu avanzata rispetto al superiore) risulta molto sensibile al trattamento se ben impostato.

Tale malocclusione è in genere ereditaria, ma dubito che sia già visibile a 15 mesi. L'atteggiamento della bambina può essere spiegato probabilmente chiamando in causa un contatto occlusale doloroso (per lo spuntare di alcuni denti decidui), che costringe la piccola ad avanzare la mandibola. Non mi preoccuperei affatto per il momento ed attenderei l'età indicata (4,5 anni) per una visita specialistica dall'ortodontista.

1/5/1998

27/5/2014

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Malocclusione: mandibola in fuori"

Non vuole lavarsi i denti
L'importanza di lavare i denti: i consigli per convincere un bambino a lavarsi i denti.
Sono spuntati i denti permanenti
Sono spuntati i denti permanenti e quelli da latte non sono ancora caduti.
I dentini
Quando spuntano i primi dentini? Quali sono i “fastidi” legati alla comparsa dei dentini? Bisogna avere cura dei denti da latte? I consigli del Pediatra.
La prima visita del bambino dal dentista
La prima visita dal dentista per un bambino deve essere fatta intorno ai quattro anni e mezzo.
Alito cattivo
L'alito cattivo o alitosi nei bambini si spiega con la formazione nella bocca di sostanze maleodoranti o con alcune malattie della bocca o del naso.
Ciuccio e palato
Mio figlio di 20 mesi ha il palato deformato dal ciuccio. I consigli dell'esperto su quando toglierlo per non fargli deformare il palato.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Come si sviluppa la vista nei neonati
Cosa vede il neonato? Come si trasforma e si sviluppa la vista dei neonati nel primo anno di vita.
Il seno in gravidanza
Durante la gravidanza il seno si prepara per l'allattamento. Il seno diventa più sodo e più grosso.
Nevo acromico
Il nevo acromico è una alterazione circoscritta, solitamente congenita, della pigmentazione che si identifica con una chiazza di ipopigmentazione.
Cos’è la logopedia e che cosa fa?
La logopedia ha lo scopo di migliorare le possibilità comunicative del bambino.
L'alimentazione del neonato e del bambino piccolo
L'alimentazione dei neonati e del bambino piccolo: le indicazioni dei nostri esperti.

Quiz della settimana

Che cosa fare in caso di perdita di sangue dal naso?
piegare la testa il piu' possibile all'indietro
comprimere la parte ossea del naso
riempire le narici di cotone per arrestare l'emorragia
nessuna delle risposte e' corretta