ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Morsi e graffi all'asilo

E' possibile che morsi e graffi tra bambini all'asilo (e non solo) possano determinare, oltre alla sofferenza legata al trauma, anche l'insorgenza di infezioni cutanee più o meno profonde.

a cura di: Dott. Sergio Manieri (pediatria)

Sono pericolosi i morsi ed i graffi degli altri bambini? Si possono contrarre delle infezioni dopo morsi e graffi tra bambini piccoli che frequentano l'asilo nido? Alcune mamme quando i propri figli vengono morsi all'asilo si preoccupano molto: ciò è giustificato? Quali interventi immediati si devono fare per curare morsi che sanguinano, graffi e anche bernoccoli?

In effetti, è possibile che morsi e graffi tra bambini all'asilo (e non solo) possano determinare, oltre alla sofferenza legata al traumatismo di per sé, anche l'insorgenza di infezioni cutanee più o meno profonde. Queste, però, non sono certo dovute ad un pericoloso effetto nocivo di morsi e graffi (a parte condizioni rarissime di particolare contagiosità), ma piuttosto sono determinate dalle formazione di ferite, ossia soluzioni di continuo cutaneo - mucose che, come tutte le ferite, indipendentemente dal tipo di traumatismo che le ha determinate, possono rappresentare la sede di ingresso da parte di microbi che vivono sulle superfici cutanee e, quindi, l'insorgenza di infezioni.

Non vi è dunque motivo di allarmismi da parte dei genitori, perché i bambini non sono certo portatori né inoculatori di sostanze particolarmente nocive. Invece, è opportuno adottare prontamente tutti quegli accorgimenti che ognuno sa mettere in atto in caso di ferite comunque provocate: ossia detersone, disinfezione e medicazione delle lesioni ed eventuale controllo medico in caso di ferite un po' più profonde.

27/6/2002

30/11/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Morsi e graffi all'asilo"

Ha 21 mesi e morde gli altri
Ha 21 mesi e spesso, dopo aver baciato un bambino, lo morde. Passerà? I consigli dello psicologo per risolvere la situazione.
Mi morde spesso
Cosa fare quando il bambino morde? A 14 mesi i bambini giocano con i morsi. I consigli per superare questa fase.
Esprime la sua rabbia mordendosi le mani
Mio figlio di due anni, se viene contrariato, si morde le mani. Solo crescendo si impara ad acquisire l'autocontrollo.
Il bambino che morde
Dopo l'anno di età il bambino morde per scoprire quello che lo circonda. Dopo i due-tre anni diventa un modo per esprimere rabbia e intimidire i coetanei.
Il bambino che morde
Come intervenire su un bambino che morde? I consigli del nostro esperto.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Fatica a piegare il ginocchio: menisco discoide
Il menisco discoide è un'affezione congenita che consiste in una alterata forma e dimensione a carico di un menisco.
Perdite vaginali in età pediatrica
Le perdite vaginali in età pediatrica sono attribuibili a flogosi, di varia entità, a carico della vulva e della vagina.
Vomito ciclico
Il vomito ciclico consiste in episodi ricorrenti di vomito violento in assenza di causa organica apparente, spesso con una storia familiare di emicrania.
Da che fattori dipende la statura di un bambino?
La statura definitiva di un adulto dipende sia da fattori genetici che ambientali.
Integrazione del latte materno dopo il 6° mese
Dopo il 6° mese è opportuno provare ad integrare il latte materno introducendo alimenti diversi dal latte.

Quiz della settimana

Quale è la causa più frequente di diarrea in età pediatrica?
Un virus
La salmonella
Un parassita intestinale
Un'intossicazione alimentare