ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Ptosi palpebrale

Mio figlio è affetto da ptosi palpebrale. Potrà recuperare spontaneamente? Il recupero spontaneo è possibile nei casi in cui la ptosi sia dovuta ad un angioma.

a cura di: Prof. Paolo Nucci (oculista)

Mio figlio è un bambino di sei mesi affetto da ptosi palpebrale congenita all'occhio destro (N.d.R.: si tratta di un abbassamento della palpebra superiore, presente sin dalla nascita). Esiste una possibilità di recupero spontaneo? In alternativa si deve ricorrere all'intervento chirurgico? In che cosa consiste? A quale età si può fare? Quanto può essere compromessa la vista nell'occhio affetto da ptosi?

Il recupero spontaneo è possibile nei casi in cui la ptosi sia dovuta ad un angioma, nel qual caso la riduzione della massa si accompagna ad una riduzione del deficit. Negli altri casi è improbabile. Se la ptosi non interferisce significativamente con la visione è consigliabile attendere qualche anno ed eseguire l'intervento solo quando sia possibile regolarne l'effetto intraoperatoriamente, cioè a paziente sveglio ed in anestesia locale.

Esistono vari tipi di intervento a seconda della gravità della ptosi: si va dalla sospensione della palpebra al muscolo frontale, alla semplice resezione (rinforzamento) del muscolo elevatore. La vista può risultare compromessa se la ptosi copre la pupilla e/o se determina un astigmatismo (incurvamento della cornea) secondario.

24/5/2000

3/3/2017

I commenti dei lettori

Oggi durante una visita pediatrica il dottore mi ha fatto notare che mio figlio di tre mesi ha una palpebra piu bassa rispetto all'altra...io pensavo fosse dovuta alla congiuntivite e al dotto lacrimale ancora chiuso...puo essere anche dovuto alla congiuntivite o è affetto da ptosi palpebrale? se è ptosi ..deve essere operato e a che età..devo portarlo da un oculista...quali sono le procedure da seguire per non far peggiorare la situazione?la ptosi può peggiorare con l'età?...grazie per la sua collaborazione...c'è da preoccuparsi o posso stare tranquilla?

marilù (SR) 10/07/2012

Buongiorno, mi intrometto perchè io e mia moglie abbiamo passato questa esperienza con nostro figlio. il mio consiglio è di portarlo da uno specialista il prima possibile per capire se si tratta realmente di ptosi e valutarne il grado. noi dopo aver girato diversi oculisti siamo andati dal prof. xxxxx che a distanza di circa 1 anno dalla prima visita lo ha operato eseguendo la sospensione della palpebra al muscolo frontale. la situazione attuale è migliorata di molto, all'ultimo controllo valentino ha riportato solo 2 diottrie di miopia e un leggero astigmatismo all'occhio dx (quello operato), probabilmente causato da due anni di utilizzo parziale dell'occhio. il prof. xxxxx è il miglior oculista che ho mai incontrato, il suo staff è altamente professionale, e le strutture presso le quali opera sono molto curate soprattutto se paragonate a quelle delle nostre parti (sono di catania). in bocca al lupo gianpiero

gianpiero (CT) 28/10/2012

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Ptosi palpebrale"

Una palpebra più spessa dell'altra
La ragione dell'ispessimento della palpebra può essere un angioma o una cisti dermoide.
Asimmetria del viso
Fin dalla nascita presenta una asimmetria patologica degli occhi. E' opportuno una visita dal Pediatra di fiducia.
E' nato con ptosi palpebrale
La ptosi può causare problemi visivi ed, a volte, esser un segnale di altri problemi sistemici o oculari.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Cresce poco, ma è vivacissimo
Se il bambini cresce poco, ma ha una curva di crescita graduale e costante, in genere, non dovrebbero esserci problemi.
Stimolo ad urinare spesso in gravidanza
Lo stimolo ad urinare spesso è un problema frequente in gravidanza, l'incremento progressivo del volume dell'utero provoca una compressione sulla vescica.
Un rene ormai compromesso
Un reflusso vescico-ureterale congenito ha portato ad un rene ormai compromesso. Togliere il rene o correggere il difetto? I consigli dell'urologo.
Difetto interventricolare
Un buchino in mezzo al cuore domande e risposte sul difetto interventricolare.
Idrocefalo
L'idrocefalo è una malattia in cui si ha un accumulo di liquido cefalo rachidiano a livello delle cavità del cervello.

Quiz della settimana

In media qual è l'altezza di un maschietto al compimento dei due anni di vita?
80-81 cm
83-84 cm
87-88 cm
90-91 cm