ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Ha una palpebra più spessa dell'altra

Una palpebra più spessa dell'altra: è un difetto? Può causarle problemi alla vista? La ragione dell'ispessimento può essere un angioma o una cisti dermoide.

a cura di: Prof. Paolo Nucci (oculista)

Mia figlia di 19 mesi proprio oggi ha una palpebra più spessa rispetto all'altra. Questo le impedisce di aprire totalmente l'occhio come invece fa normalmente con l'altro. Voglio precisare che l'occhio con la palpebra più spessa, la bambina lo apre abbastanza, non è che le rimane chiuso; per capire, guardandola in faccia, la palpebra dell'occhio in questione le si ferma appena sopra il centro della pupilla, mentre l'altra scopre quasi totalmente l'altra pupilla. La bambina è nata con questo "difetto". La domanda: è un difetto? Può causarle problemi alla vista? Proprio perché un occhio le rimane più chiuso dell'altro sembra (ma forse spero sia solo un'impressione) che lo stesso le si storta verso l'interno.

La ragione dell'ispessimento può essere un angioma o una cisti dermoide. Questo determina una ptosi (abbassamento della palpebra) che può causare un deficit visivo ed anche uno strabismo. Suggerisco un controllo presso un oftalmologo pediatra e la rimozione della causa per evitare conseguenze indesiderate.

8/3/2000

3/6/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Ha una palpebra più spessa dell'altra"

Brufolo sulla palpebra. Può essere un calazio?
Gli è comparso un brufolo sulla palpebra in concomitanza alla crescita dei canini. La piccola neoformazione potrebbe essere un banale calazio.
Coloboma della palpebra
Coloboma: un difetto di sviluppo dell'occhio e delle sue parti.
Calazio
Il calazio è un sassolino che si forma dentro la palpebra. La terapia consiste nella sua asportazione.
Sbatte le palpebre, ma non insieme
Mia figlia di sei mesi, sbatte le palpebre. da che cosa è dovuto?
Una plica sotto le palpebre
Uno dei segni caratteristici di una congiuntivite allergica è una piega cutanea chiamata "plica cutanea di Dennie-Morgan".
Una palpebra che non si chiude
L'inocclusione palpebrale in un bambino non è mai grave.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Analisi preventive per una bambina di un anno
Gli esami andrebbero prescritti non per controllare se una bimbina sta bene, ma per cercare conferma a seguito di un sospetto clinico fondato e motivato.
Bambini, adolescenti e social network
I social network sono uno strumento per favorire lo scambio di informazioni e la conoscenza reciproca. E' necessario un attento controllo da parte dei genitori.
Ittero del neonato o ittero neonatale
Ittero neonatale (del neonato): l'eccesso di bilirubina ha varie cause e conseguenze anche gravi, per cui si cura con la fototerapia.
Fecondazione: come avviene
Ecco come avviene la fecondazione: in una "gara" fra spermatozoi per la fecondazione dell'ovulo l'inizio della vita.
La crescita del bambino
Il pediatra, per controllare se la crescita e lo sviluppo procedono regolarmente, confronta le misure del bambino con tabelle standardizzate.

Quiz della settimana

Secondo il calendario vaccinale in vigore in Italia, il vaccino antipoliomielite:
viene somministrato per via intramuscolare
viene somministrato per via orale
viene somministrato prima per via intramuscolare e poi per via orale nei richiami successivi
non viene più somministrato perché la malattia è ormai scomparsa