ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Ha portato per sei mesi le scarpe ortopediche

Mia figlia ha portato per sei mesi le scarpe ortopediche. Sono effettivamente utili?

a cura di: Dott. Antonio Andreacchio (ortopedico)

Mia figlia di tre anni ha portato per sei mesi le scarpe ortopediche. Esiste una nuova teoria che fa risultare inutile l'utilizzo di questo provvedimento correttivo, poiché si è valutato che dopo i cinque anni la crescita corregge fisiologicamente i difetti ortopedici. Vorrei sapere se è vero?

L'arcata plantare nei bambini è un processo progressivo, ma non lineare nel tempo, che inizia in genere verso i tre anni e si esaurisce intorno ai dodici. Spesso i piedi dei bambini si presentano "piatti" ed in questa accezione del termine rientrano un vasto spettro di aspetti estetici che comprendono veri e propri quadri patologici e aspetti fisiologici. Compito dell'ortopedico è quello di separare ciò che realmente è patologia da ciò che è invece solo un aspetto estetico legato all'età e che non avrà conseguenze in futuro.

 L'utilizzo di scarpe ortopediche e solette è argomento dibattuto in ambito ortopedico da decenni ed entrambe le scuole di pensiero portano teorie a sostegno dell'una o dell'altra tesi. L'utilizzo delle solette ortopediche, quando ci troviamo di fronte ad un piede fisiologico, non è giustificato né tantomeno è possibile modificare la storia naturale del piede attraverso l'utilizzo di una calzatura. In alcuni casi i colleghi ortopedici prescrivono tali presidi sotto la spinta emotiva dei genitori a cui sembra "pazzesco" lasciare il piede libero di svilupparsi senza che nulla venga fatto per "correggere il piattismo". Inoltre la spiegazione delle motivazioni che inducono il medico alla non prescrizione di scarpe ortopediche richiede molto più tempo di quanto non ci voglia per la prescrizione delle scarpe.

Studi eminenti sono stati pubblicati sulla evoluzione naturale dei piedi dei bambini e studi comparativi su vasta scala hanno dimostrato la sovrapponibilità dei dati a fine crescita fra bambini trattati e non trattati con solette ortopediche. Ciononostante eliminare abitudini ben radicate risulta difficile per alcuni (medici e genitori, che in alcuni casi le "esigono").

La conclusione è che il compito reale del medico ortopedico che si occupa dei problemi infantili è quello di estrapolare, dalla stragrande maggioranza dei casi di piedi cosiddetti "piatti", quelli che realmente celano una patologia o quelli che daranno realmente problemi al paziente, rispetto a quei casi che si risolveranno spontaneamente con la crescita e che non necessiteranno mai di un reale trattamento. Siamo prima di tutto medici e non calzolai.

18/9/2003

17/2/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Ha portato per sei mesi le scarpe ortopediche"

Le ginocchia a X
Il ginocchio valgo (a "X" per intenderci) è un aspetto estremamente frequente nei bambini che vanno dai due - tre anni.
Piede piatto
Con il termine "piede piatto" si intende genericamente qualsiasi condizione del piede in cui l'arco plantare longitudinale è diminuito o assente.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Fatica a piegare il ginocchio: menisco discoide
Il menisco discoide è un'affezione congenita che consiste in una alterata forma e dimensione a carico di un menisco.
Perdite vaginali in età pediatrica
Le perdite vaginali in età pediatrica sono attribuibili a flogosi, di varia entità, a carico della vulva e della vagina.
Vomito ciclico
Il vomito ciclico consiste in episodi ricorrenti di vomito violento in assenza di causa organica apparente, spesso con una storia familiare di emicrania.
Da che fattori dipende la statura di un bambino?
La statura definitiva di un adulto dipende sia da fattori genetici che ambientali.
Integrazione del latte materno dopo il 6° mese
Dopo il 6° mese è opportuno provare ad integrare il latte materno introducendo alimenti diversi dal latte.

Quiz della settimana

Quale è la causa più frequente di diarrea in età pediatrica?
Un virus
La salmonella
Un parassita intestinale
Un'intossicazione alimentare