ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Disostosi cleido-cranica

La displasia cleido-cranica è una malattia caratterizzata da ipoplasia delle estremità anteriori delle clavicole e dei rami pubici e da chiusura ritardata delle fontanelle.

a cura di: Dott.ssa Tiziana Candusso (pediatra)

Gradirei informazioni e suggerimenti sulle caratteristiche di una patologia che in Francia è stata diagnosticata come disostosi sterno-cleido-mastoidea ma penso si possa chiamare anche cleido-craniale. Tra i tanti problemi vi è anche quello del dentista.

I difetti scheletrici associati allo sviluppo rappresentano la causa principale di deformità ossee singole o multiple e sono la causa principale di bassa statura quando sono a carico di ossa lunghe. Questi difetti comprendono le displasie (che sono disturbi della crescita dell'osso) e le disostosi (che sono malformazioni delle ossa).

La causa di queste patologie è genetica. La displasia cleido-cranica è una malattia a trasmissione autosomica dominante (di genitore in figlio), caratterizzata da ipoplasia (deficit di sviluppo) delle estremità anteriori delle clavicole e dei rami pubici e da chiusura ritardata delle fontanelle. L'ipoplasia delle clavicole determina la posizione molto bassa delle spalle, sono presenti bozze frontali, legamenti molto lassi (allentati e mobili) ed anomalie dentarie quali assenza congenita degli incisivi superiori laterali permanenti, mancanza o ritardo dell'eruzione dei denti permanenti e presenza di denti in soprannumero.

Nella disostosi cleido-cranica, le alterazioni orofacciali (bocca e viso) consistono in bozza frontale, prognatismo (sporgenza in avanti) della mandibola e larga base di impianto del naso. L'eruzione dei denti è di solito ritardata; i denti decidui (da latte) vengono abnormemente ritenuti ed i denti permanenti possono non spuntare; a volte ci sono denti in soprannumero, soprattutto i premolari. Sono comuni alterazioni di forma e grandezza dei denti. I denti da latte e quelli permanenti devono essere curati se compaiono carie. I bambini con queste alterazioni necessitano di estese cure dentali per mantenere una buona masticazione.

1/3/1997

20/5/2015

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Disostosi cleido-cranica"

La fontanella
La fontanella posteriore è di solito chiusa oltre la 6 - 8 settimana di vita. La fontanella anteriore si chiude tra il 6° e il 20° mese di vita.
Frattura della clavicola
La frattura della clavicola è la frattura più comune nei bambini e può capitare ai neonati durante il parto.
Fontanella nel neonato
La mamma può tranquillamente lavare e toccare la testa del neonato senza timore di provocare danni alla fontanella.
Osteomielite
L'osteomielite è un'infezione che colpisce le ossa, causata da germi che possono raggiungere l'osso da focolai infettivi vicini.
Rachitismo e vitamina D
Perché si danno le gocce di vitamina D dalla nascita? Servono ad evitare il rachitismo nei bambini.
Frattura della clavicola durante il travaglio e il parto
La clavicola è l'osso che più velocemente si consolida dopo una frattura e in un neonato una frattura a tale livello guarisce nell'arco di dieci giorni.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattamento al seno: poco latte?
Mia moglie che sta allattando al seno la bimba si è accorta di avere poco latte. I consigli del Pediatra.
Artrite reumatoide giovanile
Vari fattori sono ritenuti responsabili dell'artrite reumatoide giovanile, tra i quali ci sono genetici.
La pelle in gravidanza
Durante la gravidanza la pelle di solito diventa più bella e lucente, grazie alla nuova situazione ormonale.
Linfadenite tubercolare
Il termine di linfadenite tubercolare indica l'infiammazione di una o più ghiandole linfatiche (linfonodi).
Mio figlio di due anni dice le parolacce
Fino ai 2 -3 anni i bambini pronunciano tutte le parole attribuendo ad esse la stessa rilevanza. Cosa fare se un bambino dice le parolacce.

Quiz della settimana

Che cosa si intende per sudamina?
Una malattia contagiosa della pelle
Una malattia degenerativa delle ghiandole che producono il sudore
Una malattia genetica che causa un'alterazione della composizione del sudore
Un'irritazione della pelle dovuta ad un'eccessiva produzione di sudore