La gravidanza isterica è un disturbo psicosomatico, quindi legato solamente a manifestazioni psicologiche: la donna si comporta come se fosse davvero incinta (e si convince del suo stato interessante) e le sue manifestazioni fisiche sono reali come quelle di una gravidanza vera.

Compare quando c’è un forte desiderio di avere un bambino e questo non è possibile, o quando si ha una timore elevato di una gravidanza indesiderata, che tende a comparire sotto questa forma irreale.

I sintomi sono quelli di una gravidanza reale (c’è chi li avverte di più e chi meno): la sensazione di sentire movimenti fetali nel ventre, cambiamenti del seno sia dal punto di vista morfologico che da quello della secrezione, irregolarità del ciclo mestruale, visibile gonfiore addominale e aumento del peso fino ad arrivare a sensazione di falso travaglio o parto.

Ovviamente non esistono cure per la gravidanza isterica, visto che non è un problema fisico e la donna "sta bene". Essendo un disturbo a livello psicologico, solo il consulto di un medico esperto può portare alla risoluzione del problema con una cura psicoterapeutica.

Di gravidanza isterica parlava già Ippocrate nel 300 a.C. e molto nota è la storia della regina di Inghilterra Mary Tudor affetta da questo disturbo. Tutto questo dimostra quanto il senso di maternità sia una delle più antiche sensazione che con il tempo è rimasta nella maggior parte delle donne.

Gli studi hanno poi portato a considerazioni più pratiche fino al termine pseudociesi coniato da John Mason Good nel 1923: dal greco pseudes (falsa) and kyesis (gravidanza).

Altro su: "Gravidanza isterica"

Pericolo toxoplasmosi in gravidanza
Quanto più è avanzata la gravidanza, tanto più facile è la trasmissione della toxoplasmosi al feto.
La terza settimana di gravidanza
Alla terza settimana di gravidanza ma non dovresti avvertire, per il momento, alcun segnale.
Vaccinazione contro l'epatite B alla nascita
La vaccinazione contro il virus dell'epatite B viene sempre eseguita alla nascita nei bambini nati da madre HbsAg positiva.
Effetti della toxoplasmosi in gravidanza
La toxoplasmosi in gravidanza può avere effetti anche gravi sul bambino e comporta il pericolo di complicazioni sul feto.
La permanente ai capelli durante la gravidanza
Durante il corso della gravidanza è opportuno non tingersi i capelli. Si può ricorrere a tinture a base di sostanze vegetali come la camomilla o l'hennè.
L'acqua in gravidanza
L'acqua in gravidanza viene trattenuta nei tessuti provocando spesso gonfiori e aumento di peso. Si tratta, però, di disturbi lievi che si superano facilmente.