Nostra figlia è nata nel mese di febbraio ed oggi ha 4 anni e nove mesi e frequenta la scuola materna. Siamo indecisi se, per il prossimo anno scolastico, farle frequentare ancora la scuola materna oppure mandarla già in prima elementare. Come fare per prendere la decisione più adatta a lei? I bambini durante la loro crescita vengono condizionati dalla loro età nei rapporti con gli altri compagni di scuola (elementare, media e superiore)?

Dal punto di vista intellettivo e della capacità di apprendimento i bambini di oggi sono preparati ad affrontare anche prima del tempo la scuola elementare, sia per quanto riguarda le "nozioni" di scrittura e lettura, sia per quanto riguarda la capacità di socializzare e confrontarsi con gli altri bambini e con il personale docente.

Ma, e c'è sempre un ma, l'inserimento precoce toglie loro un po' di tempo al gioco, alla creatività, allo sviluppo della capacità fantastica tipici del periodo della scuola materna; alle elementari, necessariamente, i bambini devono stare seduti fisicamente per 5 ore al giorno e devono porre "attenzione" continuativamente.

Per questi motivi, in termini generali, consiglieremmo di mandarla a 6 anni compiuti (saranno poi 6 anni e mezzo esatti), permettendole un anno in più di "libertà": affronterà la scuola elementare con maturità psicomotoria sicura, con una capacità concettuale maggiore, con più sicurezza nei rapporti interpersonali, ne sarà rafforzata la sua personalità e l'approccio sarà sereno.

Altro su: "A che età la scuola elementare?"

Primo giorno di scuola
Quali possono essere le accortezze da mettere in atto per far vivere in modo sereno ai propri figli l'ingresso nella scuola elementare?
Non vuole fare i compiti
Frequenta la prima elementare e le maestre dicono che in classe non ha problemi, ma non vuole fare i compiti nel pomeriggio.
Si rifiuta di andare a scuola
A otto anni si rifiuta di andare a scuola. Come possiamo aiutarla? Come scoprire il motivo del suo rifiuto? I consigli della psicologa.
Mandarlo in una scuola all'estero
E' piccolo: una scuola all'estero lo farebbe crescere bilingue, ma la famiglia sarebbe costretta a dividersi.
L'ansia da scuola
L'ansia per la scuola si manifesta quasi sempre al momento del primo impatto con la vita di collettività, cioè a tre anni.
Si distrae quando fa i compiti
Insegniamo ai nostri figli, fin da piccoli, a trovare un metodo di studio efficace. Ricordando che la collaborazione fra mamma e papà non deve mancare.