Devo fare una scelta che reputo molto importante per il futuro di mia figlia: iscriverla alla scuola elementare a tempo pieno, prolungato o orario normale? Faccio presente che ora lavoro a tempo pieno (otto ore al giorno), ma potrei chiedere il part-time al mattino. Cosa mi consigliate potendo effettuare la scelta in tutta libertà? Cosa è meglio per mia figlia?

Gentile signora, pur essendo io una "donna di scuola" mi è davvero difficile darle un buon consiglio perché, come ogni impresa che si realizza attraverso le persone, non è solo nella formula o nel progetto adottato il successo, molto dipende dalle persone che lo interpretano!

Come dire: la scuola prima ancora che le sue formule è nelle persone che la realizzano, nei loro modi, nei loro gesti, nei loro desideri e soprattutto nella loro voglia di esserci in quel progetto. Allora, se le è possibile, vada ad incontrare le insegnanti di sua figlia, vada ad ascoltarle nelle assemblee di presentazione e segua il suo istinto. Affidi sua figlia alle braccia che lei sentirà più sincere. Per il resto, il successo formativo dei nostri figli non dipende certo dall'optare per le trenta o le quaranta ore a scuola, ma da come quelle ore sono realizzate.

Poi, invece, se lei deve lavorare fino alle quattro, piuttosto che un "va e vieni" di baby-sitter, di nonne e di ansia da sistemazione, molto molto meglio la scuola. Ed infine, se lei ha voglia di un part-time per stare un po' con la sua bambina, può scegliere la formula tradizionale arricchendola con altre proposte formative.

Altro su: "Scuola a tempo pieno o orario normale"

A che età la scuola elementare?
Ci sono problemi ad anticipare l'ingresso alla scuola elementare? I consigli della psicologa.
Non vuole fare i compiti
Frequenta la prima elementare e le maestre dicono che in classe non ha problemi, ma non vuole fare i compiti nel pomeriggio.
L'ansia da scuola
L'ansia per la scuola si manifesta quasi sempre al momento del primo impatto con la vita di collettività, cioè a tre anni.
A scuola si mette a piangere
Come posso aiutarla a superare le prime difficoltà scolastiche? Quando non riesce a fare una cosa a scuola si mette a piangere.
Dislessia
La dislessia è una difficoltà che riguarda la capacità di leggere e scrivere in modo corretto e fluente.
Un caso di tubercolosi a scuola
Nel caso di tubercolosi a scuola è necessario un trattamento preventivo antitubercolare a tutti i compagni.