Siamo perennemente indecisi se mandare la nostra bimba in un asilo nido (preoccupati per le malattie che può contrarre con altri bimbi) o chiamare la baby-sitter. Cosa potete consigliarci?

L'ingresso in una comunità infantile come l'asilo nido, o comunque l'asilo tradizionale, comporta per i bambini una ovvia maggiore facilità ad ammalarsi. Il contatto con altre persone e con un ambiente frequentato come il nido comporta una specie di "vaccinazione continua", finché gli anticorpi non diventano competenti a combattere un numero elevato di germi.

D'altra parte l'asilo nido è la prima "palestra" per lo sviluppo di una socialità ricca e varia, gli stimoli culturali socio - psico - pedagogici sono anticipati e questo favorisce l'intelligenza. La baby-sitter disponibile sarà necessaria per periodi di malattia intercorrente, per poter effettuare una buona convalescenza a casa dopo gli episodi infettivi.

Altro su: "Asilo o baby-sitter?"

Mandarlo in una scuola all'estero
E' piccolo: una scuola all'estero lo farebbe crescere bilingue, ma la famiglia sarebbe costretta a dividersi.
Al nido da piccoli
I bambini al nido si rinforzano o semplicemente si ammalano più spesso? Il consiglio del Pediatra.
Non vuole andare a scuola materna
Un bambino di quattro anni si rifiuta di andare alla scuola materna. E' consigliabile parlare con gli insegnanti per capire il motivo del suo disagio.
E' al secondo anno di scuola materna, ma piange al solo pensiero di andarci
Continua a fare i capricci per andare alla materna anche se è al suo secondo anno di scuola.
Piange all'asilo nido
Il mio bambino frequenta l'asilo nido e le maestre dicono che ha degli attacchi di pianto cercando la mamma. I consigli della psicologa.
Nonni o baby-sitter?
Quando riprenderò il lavoro, sarà meglio affidare il mio bambino ai nonni o alla baby-sitter? Il consiglio della psicologa.