Mio figlio ha solo 15 mesi ma è un bambino che quando è sveglio (per fortuna dorme molto) distrugge. Fin da piccolissimo è stato molto attivo e fino ai quattro mesi disturbato da coliche gassose. Anche adesso presenta reflusso esofageo ma è tenuto sotto controllo con un farmaco contenente Cisapride. Il piccolo è sempre in movimento, anche quando prende il latte dal biberon o quando mangia: deve sempre toccare qualcosa o rovesciarne un'altra. Non riesce a fare a meno di fare tre cose in una volta. Inoltre è molto irascibile. Non appena non ottiene un risultato da un gioco o anche da una richiesta (magari chiede semplicemente da bere), si inalbera immediatamente con versacci inumani ed ingrossamento delle vene del collo. Appena la ottiene sorride. Stesso discorso per vestirlo e svestirlo: ira e strilli dal cappotto al body. Noi abbiamo cercato di contenere la sua rabbia, che si manifestava violentemente anche quando non riusciva a gattonare e camminare, ma più cresce e più ci preoccupiamo che sia una tendenza caratteriale. Possiamo in qualche modo correggerlo? Gli stiamo dando i Fiori di Bach ma contano poco.

Cara lettrice, nel comportamento del tuo piccolo ritrovo la normale vivacità e maldestrezza di un bimbo di 15 mesi. E' certamente un'età particolarmente pesante da gestire: i bambini vogliono fare le cose da soli e naturalmente combinano pasticci, ma è una fase necessaria e indispensabile per il loro sviluppo.

Così come i capricci: i vari "versacci inumani con ingrossamento delle vene del collo" sono i mitici capricci, che infestano quasi tutte le case dove c'è un bambino di quell'età, e sulla cui gestione diverse volte si è parlato su Pediatria On Line.

Accanto a queste considerazioni di carattere generale, aggiungo che effettivamente esistono bambini con problemi di ipercinesia: una attività motoria caotica e disorganizzata, unitamente a vistosi deficit dell'attenzione, caratterizzano questa malattia, unitamente ad un cospicuo corteo di manifestazioni associate secondarie (variabili con l'età) e che vanno da negativismo ad ostinazione, atteggiamenti ribelli, bassa autostima e bassissima tolleranza alle frustrazioni, che solo in pochissimi casi risulta associata a disturbi neurologici diagnosticabili.

 L'iperattività nei bimbi piccoli si manifesta con un'esagerata attività motoria: questi bambini vengono descritti come "pile inesauribili", incapaci di star fermi e seduti, e sebbene evidentemente intelligenti, hanno cadute clamorose in compiti e tests adeguati all'età. Tipicamente questo disturbo viene individuato in età scolare: le difficoltà di concentrazione emergono immediatamente a scuola, dove viene richiesto un impegno assiduo.

Le punizioni e i rimproveri degli insegnanti fioccano, il rendimento è scarso e il bambino, ancorché motivato nei compiti, compie errori di disattenzione notevoli. In molti casi diagnosticare un'ipercinesia, o più correttamente un "disturbo da deficit dell'attenzione con ipercinesia", è spesso arduo: a volte è solo la qualità dell'attività motoria che distingue questa sindrome da un comportamento vivace, e la valutazione di un comportamento è, ahimè!, quanto di più soggettivo ci sia.

Tornando al tuo bambino, fino ai 36 mesi concediamogli un'attività motoria più o meno disorganizzata e caotica, considerandola tranquillamente ancora fisiologica per l'età, e magari organizziamo al meglio l'ambiente circostante: non lo rimproveriamo sempre per la sua maldestrezza perché, se non comincia a manipolare, non acquisirà mai la padronanza nelle abilità fino-motorie.

Spegniamo il televisore e diamogli più attenzione, gratifichiamolo un po' e cerchiamo di canalizzare le sue energie in qualche modo: un triciclo, dei pattini, e magari più spesso, al giardino. Solo nel suo successivo sviluppo si potrà vedere se la sua "vivacità" inficia le prestazioni adeguate all'età cronologica, ostacolandone gli apprendimenti.

Ma, cara lettrice, è veramente esagerata la motilità del tuo bambino, o sei solo intollerante ed esasperata dalla confusione che regna in casa? Se posso permettermi un consiglio, lascia perdere i Fiori di Bach (???) e abituati al più presto. E' il periodo in cui anche negli spot pubblicitari, dove si vedono sempre splendidi bambini composti ed educati, vengono mostrate tovaglie e bicchieri di carta: fattene una bella scorta, e armati di santa pazienza.

Altro su: "Un bambino troppo vivace"

Non sta fermo un minuto
Con la scuola è un problema: non sta mai fermo, non resta in silenzio, interviene sempre. E' un bambino iperattivo? I consigli della psicologa.
Un bambino troppo vivace che non si concentra
Non riesco a fargli fare nessuna attività per più di cinque minuti: è troppo vivace e non si concentra.
Dorme poco ed è molto attiva
Mia figlia di due anni da qualche tempo dorme pochissimo e di giorno è sempre molto attiva. Individuare le cause è essenziale per definire il programma di cura.
Il bambino iperattivo
Le cause dell'iperattività e deficit di attenzione e cosa fare se un bambino sembra iperattivo.
Due gemelle molto vivaci
Come aiutare la mamma a gestire due gemelle di due anni molto vivaci. I consigli della psicologa.
ADHD
Associazione Italiana Famiglie ADHD è una ONLUS per i genitori ed i medici sul Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività.