Mio figlio ha tre mesi. A distanza di un mese, abbiamo rifatto un'ecografia all'addome che ha rilevato l'ispessimento di un calcolo renale trovato nella precedente ecografia (è diventato di sette mm) e la presenza di altri piccoli calcoli che tendono (mi hanno detto) ad unirsi. Vorrei sapere cosa potrei fare per eliminare questi calcoli in maniera naturale per il piccolo, se è normale la loro presenza in un bimbo di tre mesi e, in ultimo, qual è la peggiore delle ipotesi.

Una calcolosi (multipla) in un lattante è certamente alquanto atipica e sono necessari alcuni fondamentali chiarimenti: esiste familiarità per calcolosi? è indispensabile eseguire uno screening metabolico per escludere eventuali malattie responsabili della formazione di calcoli come, ad esempio, la cistinuria [(N.d.R.: si tratta di una malattia metabolica ereditaria in cui si verifica un deficit di trasporto di quattro aminoacidi (arginina, lisina, ornitina e cistina) con conseguente notevole incremento di escrezione urinaria di tali aminoacidi. Eccessive quantità di cistina non disciolta nelle urine causano la formazioni di calcoli nei reni, nella vescica e/o nell'uretere] è indispensabile conoscere lo stato delle vie urinarie ed escludere delle possibili malformazioni responsabili di una stasi urinaria (uropatia ostruttiva). Senza queste informazioni preliminari è assolutamente impossibile formulare qualsiasi ipotesi terapeutica e prognostica.

Altro su: "Calcolosi renale"

Rene ectopico
Un rene ectopico non rappresenta una controindicazione ad una normale attività fisica.
Gli manca un rene
La agenesia renale non comporta alcuna conseguenza a condizione che il rene controlaterale sia del tutto normale.
Idro-uretreronefrosi non ostruttiva
Soffre di idronefrosi sinistra, non ostruttiva, non refluente. Non è sempre necessario l'intervento chirurgico.
Rene policistico
Il rene policistico o malattia del rene policistico è un difetto renale bilaterale, geneticamente trasmesso da entrambi i genitori.
Displasia cistica bilaterale
Il termine displasia multicistica si riferisce in genere ad un rene che è totalmente displasico e costituito da un insieme di grossolane cisti.
Ematuria famigliare benigna
Le hanno diagnosticato l'ematuria famigliare benigna ma non è necessario seguire alcuna dieta particolare e la prognosi è ottima.