A Maggio nascerà il nostro primo figlio. In casa con noi vive un cane di piccola taglia a pelo lungo al quale siamo molto affezionati: quali sono i problemi che questa convivenza potrà portare e quali i possibili rimedi? E, soprattutto, è possibile continuare a tenere il cane in casa anche nei primi mesi?

La convivenza di un bambino con un animale ha sicuramente molti aspetti positivi perché favorisce uno stretto rapporto fatto di contatti fisici (carezze, giochi), di emozioni, di divertimento, ed è anche un modo per responsabilizzare il piccolo, farlo sentire utile e, in definitiva, per farlo maturare. In genere è più indicato alla convivenza con un bambino un cane di taglia grossa, rispetto ad uno di taglia piccola, che di solito è tendenzialmente più aggressivo. Il rischio di infezioni, se ovviamente l’animale gode di buona salute, viene alimentato correttamente e sottoposto ad una visita semestrale dal veterinario, è piuttosto ridotto.

Tra le possibili infezioni trasmesse vi è la scabbia, dovuta ad un parassita (l’acaro) che nell’uomo provoca piccoli rigonfiamenti pruriginosi soprattutto alle mani, piedi, orecchie, caviglie, gomiti, ascelle e che nell’animale determina infiammazioni nella zona posteriore delle zampe, nelle orecchie e negli incavi delle zampe. Più rara è la possibilità che il bambino possa essere aggredito da altri parassiti come le zecche, che in genere invece si trasmettono ad altri animali. Le zecche possono però conficcarsi nella pelle e succhiare il sangue, trasmettendo pericolosi germi che danno febbre alta e manifestazioni cutanee. Il pericolo della rabbia è invece virtualmente assente se l’animale è vaccinato. Un rischio da non sottovalutare è invece, soprattutto se esiste una predisposizione famigliare per malattie allergiche, la possibilità che il piccolo manifesti un’allergia nei confronti del cane.

E’ questo il motivo per cui l’"American College of Allergy" sconsiglia di tenere un animale (quindi non solo cani, ma anche gatti, uccelli, piccoli roditori ecc.) in casa nel primo anno di vita del bambino. Ci sono infatti alcuni studi che dimostrano come gli adolescenti risultino più frequentemente allergici al pelo di un animale se hanno avuto in casa un gatto o un cane nel primo anno di vita. Il contatto continuo e precoce con l’animale rende infatti più probabile l’insorgenza nelle età successive di un’allergia allo stesso.

Altro su: "Si può tenere un cane in casa quando nasce un bambino?"

Animali adatti ai bambini
Numerose sono le specie che vengono annoverate nel gruppo dei cosiddetti animali adatti ai bambini: cani, gatti, uccelli da gabbia, tartarughe e altri ancora.
Le posso comprare un cane anche se è allergica?
Non è indicato per un bambino allergico tenere un cane in casa. Il pelo del gatto è ancora molto più allergizzante del pelo di cane.
Morso di cane
In caso di bambino morso da un cane, bisogna sapere la sede della morsicatura, la profondità del morso e la taglia del cane.
Allergia e cane in casa
A causa dell'allergia e asma di mia figlia, ci sconsigliano il cane in casa, ma noi non sappiamo cosa fare perché ormai è parte integrante della famiglia.
Leishmaniosi
E' possibile che la leishmaniosi si trasmetta tramite contatto col cane? Quali sono i sintomi sul bambino? I consigli del Pediatra.
Animali e bambini
Prendersi cura di animali offre un'esperienza di apprendimento senza pari per i bambini.