Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Deve essere operato per la correzione del piede piatto

Deve essere operato per la correzione del piede piatto. Quando potrà tornare ad una vita normale?

a cura di: Dott. Antonio Andreacchio (ortopedico)

Gradirei saper i tempi effettivi di recupero dopo un intervento chirurgico di piede piatto, nel senso di conoscere, con una certa approssimazione, dopo quanto dall'intervento chirurgico il mio bambino potrebbe riprendere una deambulazione normale. Inoltre gradirei sapere la durata dell'intervento e la pericolosità e se eventualmente esistono tecniche alternative non chirurgiche ugualmente efficienti.

Le tecniche chirurgiche per la correzione del piede piatto nell'infanzia sono svariate. Quasi tutte consistono nell'introduzione di una vite che, procurando uno stimolo nocicettivo (N.d.R.: doloroso) a livello subliminale, determinano un assestamento del piede attraverso l'invio di stimoli cavizzanti da parte del cervello sui muscoli della pianta del piede.

L'introduzione della vite può avvenire sia nel pavimento del calcagno che nell'astragalo o anche nel seno del tarso. Le differenze sono modeste. L'unica differenza consiste, in alcuni casi, se vengono eseguite manovre chirurgiche aggiuntive, come per esempio l'allungamento del tendine d'Achille o se vengono operati contemporaneamente o no i due piedi. La ripresa è di solito veloce. Il bambino si alza il giorno seguente l'intervento ed inizia a deambulare con l'ausilio di bastoni canadesi per abbandonarli nell'arco di una ventina di giorni. La deambulazione fluida viene recuperata entro un paio di mesi e la corsa e le attività sportive entro i primi sei mesi.

È ovvio che le differenze dipendono anche dalla tecnica adottata e, pertanto, è meglio chiedere al chirurgo tutte le notizie riguardanti la tecnica e il decorso post operatorio. Mi permetto solo di sottolineare che è estremamente importante la scelta dell'età che non deve essere inferiore ai 11-12 anni nelle femmine e ai 12-13 anni nei maschi. Il piede cioè deve essere in prossimità del termine del suo accrescimento per scongiurare la possibilità di recidive che si verificano più facilmente se il piede viene operato in età precoce.

Altro su: "Deve essere operato per la correzione del piede piatto"

Piede piatto e malformazioni dentali
Per il piede piatto non risultano correlazioni con malformazioni dentali, talvolta può risultare concomitante con una malocclusione dentale.
Cammina sulle punte dei piedi
Quale ginnastica deve fare un bambino che cammina sulle punte dei piedi? È importante verificare che la deambulazione si normalizzi dopo i tre anni di età.
Piede piatto
Con il termine "piede piatto" si intende genericamente qualsiasi condizione del piede in cui l'arco plantare longitudinale è diminuito o assente.
Piedi piatti e posizione nel sonno
La posizione del sonno non ha particolare effetto sulla struttura del piede piatto. Non si può parlare di piede piatto nei primi due anni di vita.