Come curare l'influenza in un bimbo di quasi 13 mesi tenendo conto che negli ultimi due mesi il bimbo ha già preso antibiotico per 3 volte, in seguito a grossi raffreddori con febbre e lieve otite. Ora il bambino ha preso l'influenza dalla nonna e lo stato febbrile ha raggiunto i 40°C ed è accompagnato da tosse piuttosto secca. Il pediatra per il momento ci ha consigliato di usare solo [nome farmaco contenente paracetamolo] per diminuire la temperatura o, se febbre oltre i 39.5°C, le supposte di [nome farmaco contenente ketoprofene].

L'influenza è una infezione acuta causata da ceppi di "orthomyxovirus" con tre tipi principali di antigeni: A-B-C, i virus influenzali A e B sono i più importanti nella patologia umana.

I sintomi più comuni fra i bambini sono i seguenti: insorgenza improvvisa, inappetenza, dolori addominali, vomito, nausea, adenopatia latero-cervicale (linfonodi ingrossati), faringodinia (mal di gola), rinite (raffreddore), tosse dapprima secca e stizzosa poi catarrale, febbre elevata (>39,5°) poco sensibile all'azione degli antipiretici. Dal momento che la maggior parte delle infezioni influenzali è rappresentata da una malattia fastidiosa ma senza complicanze, il trattamento sintomatico, cioè limitato ad alleviare i sintomi, è spesso l'unica terapia: riposo a letto, molta idratazione, antipiretici per la febbre, farmaci decongestionanti nasali, aria umidificata, antidolorifici per i dolori muscolari. La somministrazione di antibiotici è necessaria nella eventualità di complicazioni batteriche (che possono sempre seguire l'influenza), quali la bronchite, la broncopolmonite, la tonsillite follicolare batterica e l'otite.

Altro su: "L'influenza"

Vaccinazione contro l'influenza
Generalmente l'influenza è una malattia lieve, ma se viene contratta da alcune categorie di bambini a rischio si possono avere più facilmente complicanze.
Effetti collaterali del vaccino contro l'influenza
Raramente si possono osservare effetti collaterali. Nella sede d’iniezione può verificarsi la comparsa di rossore, gonfiore e nelle 48 ore succesive.
Il vaccino anti-influenzale
Ogni anno un vaccino nuovo, in base alle mutate caratteristiche del virus.
Il virus dell'influenza
L'influenza è trasmessa da un gruppo di virus specifici, detti virus influenzali, classificati in tre diversi tipi (A, B, C).
Vaccino contro l'influenza per via nasale
Un nuovo modo di vaccinare contro l'influenza con uno spray nasale.
Terapia dell'influenza
Più che curare l'influenza, si alleviano i sintomi.