Il mio bambino di cinque anni ha spesso cali di voce o raucedine. Vorrei saperne il motivo e come ovviare a questo problema.

La raucedine rappresenta il sintomo più importante di un'affezione a carico della laringe, e più specificamente delle corde vocali. Il diverso suono della voce, infatti, è il risultato di un cambiamento delle corde vocali, come avviene durante l'adolescenza, o di alterazioni che interferiscono con l'approssimarsi dei margini delle corde vocali. Generalmente l'infiammazione della laringe (laringite), di laringe e trachea (laringo-tracheite) e dei bronchi (laringo-tracheo-bronchite) si esprimono anche, ma non solo, con raucedine; ed il recidivare di tali infiammazioni dà luogo certamente a raucedini recidivanti, associate però ad altri più gravi sintomi quali stridore, tosse e dispnea.

Mi sembra di capire, però, che la domanda in questione si riferisca ad una condizione di "calo di voce" recidivante, come sintomo esclusivo. In tale ottica, occorre premettere che le cause di raucedine in senso stretto sono numerosissime e si esprimono diversamente in relazione all'età considerata. Ad esempio, nei neonati il pianto può essere rauco a causa di anomalie anatomiche congenite della laringe o di paralisi delle corde vocali (che è presente, ad esempio, in talune cardiopatie o neuropatie congenite). I papillomi laringei (N.d.R.: si tratta di tumori benigni della laringe, che si insediano solitamente nelle corde vocali, con l'aspetto di un'escrescenza) rappresentano, invece, una causa importante di raucedine nei bambini della prima infanzia. Queste neoformazioni non sono certo di natura maligna ma, se le lesioni sono estese ed è presente un'ostruzione delle vie aeree respiratorie, possono causare gravi problemi respiratori, oltre che raucedine. Nel periodo prescolare e scolare, infine, le cause più comuni di raucedine sono rappresentate da noduli alle corde vocali conseguenti ad un "cattivo uso della voce" (ad esempio eccessivo gridare o cantare); infatti, piccole emorragie alle corde vocali sono poi sostituite da noduli fibrosi. In questa fascia di età sono pure da considerare i polipi e gli emangiomi delle corde vocali.

Da quanto detto, si evince quale debba essere il comportamento da tenere nei casi di raucedine recidivante: ossia, un controllo otorinolaringoiatrico con laringoscopia per visualizzare le corde vocali, la loro anatomia e la loro motilità e, conseguentemente, l'adozione dei rimedi più opportuni per risolvere il problema.

Altro su: "La raucedine: voce rauca o afona"

Soffre di tracheite e laringite
La tracheite è una infiammazione della trachea, con tosse abbaiante a suono di corno. La laringite dà difficoltà a respirare e voce afona.
Laringospasmo
Il laringospasmo è una patologia particolarmente frequente tra uno e tre anni, anche se può colpire altre età. Improvvisamente, in genere in piena notte.
Laringotracheite allergica
Da che cosa è causata e come si cura la laringotracheite allergica nel bambino? Il consiglio del pediatra.
La laringite
La laringite è una malattia frequente causata da virus, determinata da una infiammazione della laringe e della parte alta della trachea.
Laringomalacia
La laringomalacia è un disturbo congenito della laringe caratterizzato da uno stridore inspiratorio e da un'ostruzione delle vie aeree.
Come si fa l'aerosol nei bambini
L'aerosol nei bambini: cosa fare per eseguire in modo corretto un aerosol nei bambini.