ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il tempo dell'infanzia

bambini nell'arte e nella cultura

Curiosità sull'obesità

Scopriamo alcune curiosità sull'obesità, da sempre un fattore di rischio per la salute, tipica anche se non esclusiva, delle società dette "del benessere".

a cura di: Dott.ssa Maria Antonietta Filipponio

Lo sapevi che:

  • i bambini italiani sono i più grassi d'Europa. Il 36% dei bambini italiani è in sovrappeso contro il 27% degli spagnoli, il 24% degli svizzeri e il 20% degli inglesi (fonte: Task Force International sull'obesità - Milano - 2003)
  • il latte materno previene l'obesità, grazie ad una proteina, la leptina, secreta con il latte materno che regola il senso di sazietà e l'introito energetico.
  • nell'antica Grecia vigeva la moderazione e si riteneva che il momento del pasto fosse occasione di nutrimento non solo del corpo ma anche dello spirito.
  • nell'antica Roma ci furono i primi rudimentali trattati di dietologia perché ci si rese conto che gli eccessi alimentari erano fonte di un gran numero di malattie. Rimangono famosi i banchetti di età imperiale, ad esempio quelli di Lucullo, nei quali venivano servite più di cento portate.

28/9/2009

6/10/2010

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Curiosità sull'obesità"

L'obesità nel bambino
Si definisce obesità quando un bambino/a con un peso superiore al 20% del peso ideale per la sua altezza.
Tetralogia di Fallot è un difetto cardiaco
La Tetralogia di Fallot è la piu' frequente e conosciuta delle cardiopatie congenite del bambino. Le cause, i sintomi e le cure suggeriti dello specialista.
Campagna nazionale di educazione nutrizionale
Mangiar bene conviene per investire in salute.
Sovrappeso
Ho un figlio di 8 anni che è in sovrappeso. Ilconsiglio è di affrontare con il Pediatra Curante il problema, analizzando sistematicamente bambino e famiglia.
L'obesità nell'arte
Vediamo alcuni esempi di come è stata raffigurata l'obesità nell'arte.
L'obesità: un libro da leggere
Un percorso nella storia dell'arte tra artisti che hanno riprodotto scenari conviviali, con l'aiuto di ricette per gustare l'opera nella sua completezza.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Cambiare casa: è importante far partecipare il bambino
Cambiare casa: è importante far partecipare il bambino. I consigli della psicologa.
Lo svezzamento dopo il sesto mese
Dal sesto mese di vita compiuto si può iniziare lo svezzamento, cioè l'integrazione di cibi solidi e semisolidi.
Togliere o no i denti da latte?
E' necessario rivolgersi all'ortodonzista che è in gradi di valutare se è necessaria l'estrazione del dente da latte.
Cisti smegmatiche
Le cisti smegmatiche sono piccole sacche di grasso sotto la pelle del prepuzio che si risolvono da sole.
Pressione bassa nel bambino
Mio figlio di 10 anni soffre di pressione bassa. Da che cosa può dipendere? Se l'alimentazione è varia, non sono necessari gli integratori.

Quiz della settimana

Secondo il calendario vaccinale in vigore in Italia, il vaccino antipoliomielite:
viene somministrato per via intramuscolare
viene somministrato per via orale
viene somministrato prima per via intramuscolare e poi per via orale nei richiami successivi
non viene più somministrato perché la malattia è ormai scomparsa