ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading

Saperne di più

per approfondire insieme

Svezzamento dei bambini a 8-10 mesi

Cosa proporre nello svezzamento dei bambini a 8-10 mesi? Normalmente 4 pasti nella giornata. I consigli del pediatra per l'alimentazione di questa fascia di età.

Schema dei pasti a 8-10 mesi

Normalmente 4 pasti nella giornata.

Due pasti sono a base di latte o latticini, con latte materno (ove disponibile) oppure latte adattato di proseguimento (circa 250 ml a pasto); yogurt (1 vasetto di yogurt intero + frutta e/o biscotto); ricotta (80 g + miele o biscotto); farine lattee (alla frutta, ai cereali o al biscotto).

Due pasti sono a base di minestrina, con il seguente schema:

  • 200 grammi di BRODO/PASSATO DI VERDURE (versione intermedia o completa) o BRODO DI CARNE;
  • 30 g di CEREALI (pastina, pane, semolino, creme multicereali, fiocchi);
  • CARNE (omogeneizzato 80 g, carne fresca 50 g) o FORMAGGIO (30-40 g) o PROSCIUTTO (30-40 g) o PESCE (50 g) o un TUORLO D'UOVO;
  • 2 cucchiaini di OLIO D'OLIVA;
  • 2 cucchiaini rasi di PARMIGIANO.

Introduzione del glutine

A partire dai 6 mesi non è più obbligatorio usare alimenti senza glutine. Il glutine è una proteina contenuta in alcuni cereali (frumento, orzo, segale e avena), che qualcuno non tollera: è per questo che la si prova tardi. D'ora in poi è quindi permesso mangiare alimenti derivati da queste farine: pasta, pane, semolino, creme multicereali, fiocchi integrali, creme d'orzo, biscotti (senza uovo, però) e fette biscottate.

Brodo/passato di verdure - versione intermedia

In una seconda fase, è opportuno che nella preparazione della pappa si incominci ad utilizzare verdure diverse. Oltre a patata, carota e zucchina, si possono aggiungere: sedano, spinaci, bietole/coste, zucca, cipolla, finocchio, lattuga. È però buona regola effettuare sempre un cambiamento per volta, provando una nuova verdura alla settimana: così facendo si individuerà più facilmente la o le verdure non bene tollerate.

Preparazione: fare bollire le verdure in un litro di acqua a fuoco lento per circa 2 ore (fino a far dimezzare la quantità di acqua) e poi filtrare; passare le verdure filtrate e aggiungerne qualche cucchiaio al brodo. Conservare in frigorifero in recipiente chiuso e rifare ogni due giorni; possibile la conservazione in freezer, surgelando il quantitativo occorrente per un pasto in contenitori diversi e scongelando giorno per giorno. Non aggiungere altri tipi di verdura fino ai 9 mesi compiuti. Non aggiungere sale, né dado.

Introduzione del pesce

Il pesce può essere introdotto nella dieta del lattante a partire dagli 8 mesi e non prima, per evitare sensibilizzazioni allergiche. Normalmente lo si aggiunge alla minestrina vegetale, al posto della carne, oppure lo si propone a parte, condito con olio e passato di verdure; se gradito, lo si prepara anche 2-3 volte alla settimana. Esistono in commercio sia il liofilizzato che l’omogeneizzato, ma è possibile utilizzare il pesce fresco (o quello surgelato) cotto a vapore o bollito. È preferibile iniziare con i pesci più magri (cioè trota, sogliola, nasello, merluzzo, dentice, cernia, luccio, branzino, orata, rombo e palombo), ma dopo l’anno di età si può proporre al bambino praticamente qualsiasi varietà di pesce. Non è invece consigliabile neanche l’assaggio di crostacei (gamberi, granchi, aragoste) o di molluschi (seppie, calamari, vongole, cozze).

Note: in caso di familiarità per allergia (uno o entrambi i genitori allergici, anche se con sintomi non gastrointestinali), l'introduzione del pesce va rinviata a dopo l'anno di età.

Introduzione dell'uovo

L’uovo è alimento ricco di ferro, di colesterolo e di proteine ed è quindi utilissimo nella dieta; d’altra parte, insieme al latte di mucca, è fra i principali responsabili di allergia alimentare nel bambino. Per questo si ritiene giusto provarlo gradualmente: dopo i 9 mesi di età si fa assaggiare il tuorlo (prima qualche cucchiaino aggiunto alla minestrina e poi un tuorlo intero al posto della carne, una volta alla settimana); dopo l’anno di età, si può dare l’uovo intero (alla coque, sodo, strapazzato con il formaggio o cotto nella salsa di pomodoro; è permessa la frittata, purché cotta al forno o in padella antiaderente senza grassi).

Note: in caso di familiarità per allergia (uno o entrambi i genitori allergici, anche se con sintomi non gastrointestinali), l'introduzione dell'uovo va rinviata a dopo l'anno di età.

1/1/1997

30/6/2014

X

Sai che puoi avere tutti i giorni un consiglio del Pediatra? Iscriviti gratis alle nostre Newsletter!

Tutti i giorni le Pillole di Pediatria, un consiglio del Pediatra sulla salute del tuo bambino, su misura per la sua età. E se sei in attesa, 9mesi è la newsletter che ti accompagnerà per tutta la gravidanza, settimana dopo settimana.
Scrivi qui sotto la tua email e clicca su OK!

I commenti dei lettori

Carissimi,

vivo a Singapore e leggo sempre con moltpo interesse le vostre pillole del pediatra. Questa poi relativamente allo svezzamento dai 8/10 mesi era veramenteinteressante e ben fatta

Complimenti e grazie ancora

Mamma Alessandra

alessandra (FI) 09/11/2010

Grazie di cuore, io vivo in Francia ed anche a me il Vs sito é di grande aiuto! Distinti saluti Silvia

Silvia (NA) 20/11/2010

Sono un papa di un bambino di 8 mesi,  mia moglie da qualche giorno non ha molto latte e quindi ci siamo preoccupati,in quanto riteniamo che il latte della mamma sia molto importante quindi ci siamo alla ricerca di qualche soluzione al problema ....Das   dispositivo allattamento supplementare   provare per credere:-) praticamente con un ingegnoso sistema, semplicissimo, si allatta il bambino contemporaneamente con l'aggiunta e nello stesso momento stimola il seno. un po complicato a spiegare ma molto semplice l'uso . Spero di aver dato una notizia utile. Grazie.

angelo (VI) 02/03/2011

Ho una bambina di 14 mesi e da quando ne ha 6 ho adottato il metodo di svezzamento del dott. Panizon -ex-pediatra dell'ospedale infantile Burlo Garofolo di Trieste, ormai in pensione- perfettamente descritto nel libro "io mi svezzo da solo" di Piermarini. In sunto il libro mette in discussione la bontà/opportunità di aplicare il metodo dei brodini ecc. perché inutile. Io ho seguito il metodo descritto nel libro (non ho mai fatto a mia figlia i brodini vegetali) e già da mesi mia figlia mangia tutto (con la piccola eccezione dell'uovo). Con grande gioia sua e anche nostra non abbiamo avuto il minimo problema di svezzamento, al contrario di mie amiche che hanno applicato il "metodo brodini". Consiglio a tutti i genitori con bambini da svezzare almeno di leggere il libro. I vostri bimbi ve ne saranno molto grati...

17/06/2011

Questi consigli sono spiegati in modo semplice,facilmente capibili ma contengono allo allo stesso tempo ogni dettaglio utile a noi mamme per rispondere ai nostri dubbi e domande;saremo dopo la lettura certamente più serene nel proseguire il cammino dello svezzamento con i nostri bimbi! Grazie!

sonia pala (OT) 28/07/2011

Ma il miele non è dopo l'anno????

 

 

Lucia Leal (VR) 06/09/2011

Ho una bimba di 6 mesi e sto praticando l'autosvezzamento....niente brodi. Lei sta a tavola con noi e spizzica dal nostro piatto. Cereali, carne 3-4gg alla settimana e max 30g, alternata da legumi, pesce, verdure del giorno e frutta di stagione. Ancora aspetto x i formaggi perchè contengono ossitocina. L'uovo lo mangia nella pasta all'uovo, o nella carne impanata. Ovviamente le frullo tutto col mini prime o schiaccio con la forchetta. Il LM rimane sempre l'allimento principale e anche quello sempre a richiesta, come il cibo. Finora si auto regolata col latte, e sta continuando a farlo col latte. Mangia fin quando le va....ed io non la forzo per niente.

Fabiola (PG) 07/04/2012

Il mio bimbo di 5 mesi e mezzo adora spiluccare quello che mangiamo noi! Certo, va aiutato perché la presa delle mani non è ancora molto sicura. Ma ha già ciucciato (e mangiato) il pane, le pesche, la mela, la banana, l'ananas, l'anguria, la zucca, ha mangiato il riso scolato e il risotto. Mangia quasi esclusivamente il latte materno, e alla sera provo a dargli una pappa col cucchiaino fatta tutta da me (verdure schiacciate, pane grattuggiato, carne tritata). Le farinette tanto decantate dai pediatri non le ama per nulla, rendono la pappa sempre troppo molle e liquida. Non credo in schemini di introduzione di alimenti per i bimbi come se fossero dei piccoli malati. La mia idea è che un poco di tutto non fa mai male e se il bambino vuole assaggiare quello che mangiamo noi non c'è niente di male. Immaginatevi voi a mangiare brodini tutti i giorni due volte al giorno! Cercate autosvezzamento in rete e troverete un metodo nuovo e una nuova filosofia per il vostro bimbo. Non dico di essere integralisti né in questo modo né in quello tradizionale, ma di essere molto più elastici, liberi e di ampie vedute. 

FG (CO) 05/10/2012

Anch'io vorrei ringraziavi per questo grande aiuto che daté alle neomamme,un grande bacio dal venezuela

Mille (BS) 28/12/2012

Apprezzo sempre i consigli sullo svezzamento anche se ho trovato molto interessante il libro già citato "Io mi svezzo da solo", a mio parere è sbagliato essere "integralisti", io mi trovo bene dando al mio bimbo le pappe e facendogli assaggiare quello che mangiamo noi, a mio parere una cosa non esclude l'altra, con la pappa mi assicuro che riceva nelle corrette proporzioni i nutrienti che gli sono indispensabili per crescere, con gli assaggi si abitua ai diversi sapori e ne è entusiasta, mangia sempre tutto, sembra un piccolo lupacchiotto!!!

mari (AL) 02/01/2013

Ciao ho una bimba di nove mesi lei mangia x colazione 300 grammi latte e granulare mellin,x pranzo un cucchiaio e mezzo di pastina kon omo di karne o pesce,più un frutto..x merenda jogurt e pera mellin,e x cena pastina con babycene o con Filadelfia...più un frutto...ho provato a darle un omo di sugo ma al terzo cucchiaino la vomitato!!!!!ho paura a inserire cibi nuovi xke si e molto abituata a quei sapori!"kmq non mi dispero più di tanto xke so le molti bimbi non mangiano quasi nulla!!!lei x fortuna mangia e finisce sempre tutto.....con il tempo tutto arriva e inutile forzare le tappe!se di va risponde temi ne sarò felice!!!!!!

ilaria (FG) 19/09/2013

ciao ho una bimba di appena 8 mesi e ancora la sto allatando.dal sesto mese ho iniziato lo svezzamento,all inizio era ben propensa a mangiar tut mentre ora dopo un paio di cucchiaini si rifiuta..sono molto preoccupata xkè ho paura sia sottopeso:(cosa devo fare?mi han consigliato di non sforzarla a mangiare per forza...

antonella (OG) 15/10/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Svezzamento dei bambini a 8-10 mesi"

Svezzamento: curiosità
Lo svezzamento è un passaggio tipico dei primi tempi dell'infanzia. Ecco alcune curiosità.
Rifiuta lo svezzamento
Cosa devo fare dato che rifiuta lo svezzamento? Dovrò sforzarlo?
Uovo nello svezzamento
Riguardo all'uovo, occorre considerare le due parti che lo compongono e i modi che abbiamo a disposizione per cucinarlo e proporlo ai bambini.
Svezzamento e familiarità allergica
Il rischio di ingerire cibi ad alto potere allergizzante spinge a ritardare il divezzamento. Ecco quali alimenti è meglio usare e quali evitare.
Svezzamento dei neonati: i Consigli del Pediatra
I consigli del Pediatra sullo svezzamento dei neonati a 6 mesi. Come preparare il brodo vegetale, gli omogeneizzati, la frutta e le prime pappe dei neonati.
Svezzamento in bambini allergici
Nei bimbi con familiarità per allergia occorre introdurre gli alimenti potenzialmente più allergizzanti dello svezzamento dopo l'anno di età.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Aderenza delle piccole labbra
L'aderenza delle piccole labbra è un incollamento delle piccole labbra. E' frequente soprattutto nelle bambine al di sotto dei 3-4 anni.
Come funziona il test di gravidanza e quando farlo
Il test di gravidanza serve per verificare con buona probabilità se una donna è incinta o meno. Quando farlo e come funziona.
Ipermetropia a 7 mesi
Ipermetropia a 7 mesi: un problema che si risolverà con la crescita.
Duplicità pielo-uretrale
Le hanno diagnosticato una duplicità pielo-uretrale. Sicuramente per risolverlo sarà necessario l'intervento chirurgico.
Ecografia delle anche in un neonato
L'ecografia delle anche serve ad individuare il rischio di una anomalia della articolazione e diagnosticare precocemente la displasia congenita delle anche.

Quiz della settimana

Quale tra le seguenti non è una complicanza del morbillo?
Otite media acuta
Polmonite
Encefalite
Nefrite