ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

tutte le risposte dei nostri specialisti

E' geloso di sua sorella

Da quando è nata la sorellina ha assunto un atteggiamento violento. Mentre quando non c'è la sorella lui è un angelo. Come dobbiamo comportarci?

a cura di: Dott.ssa Rita Spiridigliozzi (psicologa dell'età evolutiva e psicoterapeuta)

Ho un figlio, di quasi tre anni, da quando non è più figlio unico ha assunto un atteggiamento violento verso di noi genitori e, soprattutto, verso la sorellina di appena 11 mesi. Premetto che lei cammina ormai con una certa sicurezza, potrete immaginare come questo la renda facile vittima di spintoni e conseguenti pericolosissime cadute. Noi genitori cerchiamo di mantenere la calma, facciamo spesso finta di non vedere, spieghiamo che la sorellina potrebbe farsi male ma puntualmente lui va oltre e lei si fa realmente male. A questo punto reagiamo con punizioni (lo costringiamo a stare seduto), gli togliamo i giochi a cui tiene di più oppure spegniamo la televisione: la reazione è ancora più violenta verso noi e la sorella. A questo punto iniziano le sculacciate sul culetto ed i mal di stomaco. Insomma, la sua violenza porta alla nostra violenza che non fa altro che peggiorare le cosa! Dove sbagliamo? Non possiamo permettere che la maltratti!! Quando non c'è la sorella lui è un angelo, appena la vede fa di tutto per farle del male nonostante lui sia sempre il primo in tutto. Siamo disperati, aiutateci.

Cari genitori, vorrei prima di tutto tranquillizzarvi e dirvi che vostro figlio non è l'unico ad avere tali reazioni dopo la nascita di un fratellino; quindi vi consiglio di rassicurarvi riguardo il suo comportamento, cosicchè anche il vostro piccolo possa stare più tranquillo.

Suggerirei anche di evitare punizioni e/o sculacciate, perchè, come voi stessi dite, è un'escalation di atteggiamenti aggressivi (alla violenza verso la sorellina, voi rispondete con altrettanta violenza).

Immagino che per voi la situazione sia molto difficile da gestire, ma proverei a focalizzare l'attenzione proprio su di lui, sui suoi desideri, sul fatto che si sente "espropriato" dell'amore di mamma e papà che prima era tutto per lui, ed ora no: c'è "un'intrusa" tra voi tre, un'altra che, seppur sorella, ha preso il suo posto (so che non è così, ma potrebbe essere una fantasia del bambino).

Di fatto anche lui è molto piccolo ed ha necessità  di trascorrere del tempo da solo con voi, di essere amato ed accudito con affetto "esclusivo".

19/10/2012

20/5/2018

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "E' geloso di sua sorella"

Una camera in comune per due fratelli
Se non si ha possibilità di spazio, i bambini possono vivere nella stessa stanza: ciò non influenzerà il loro sviluppo emotivo.
Il fratellino e la gelosia
È piuttosto comune che un bambino reagisca con gelosia alla nascita di un fratellino con atteggiamenti più o meno aggressivi.
Gelosia del fratellino
La gelosia per il fratellino è un sentimento normale. I consigli di come gestirla perché non diventi un problema fra di loro.
Gelosia per il fratellino
Come affrontare la gelosia dell'arrivo del fratellino in modo positivo. E' necessario del tempo perchè la bimba si adatti alla nuova situazione.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

L'acqua in gravidanza
L'acqua in gravidanza viene trattenuta nei tessuti provocando spesso gonfiori e aumento di peso. Si tratta, però, di disturbi lievi che si superano facilmente.
Palato ogivale
Con il termine "palato ogivale" si intende un palato molto profondo, la cui sezione ricorda appunto una ogiva.
Piedi piatti e posizione nel sonno
La posizione del sonno non ha particolare effetto sulla struttura del piede piatto. Non si può parlare di piede piatto nei primi due anni di vita.
Calazio ricorrente
La terapia medica (colliri e pomate antibiotiche associate a cortisonici) può fare regredire i calazi, se instaurata in tempo.
E' morbosamente attaccata ai nonni
Da sempre i nonni coccolano e viziano i nipoti. E' un rapporto stupendo, fatto di giochi e di complicità.

Quiz della settimana

Qaule regione del corpo è coinvolta nell'idrocefalo?
Il rene
Il cranio
La vescica
La colonna vertebrale