ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Nostro figlio è allergico al pelo del gatto

E' allergico al pelo del gatto. Potrà frequentare una scuola in cui c'è una fattoria, mentre Potrebbero esserci problemi per un bambino allergico alle muffe.

a cura di: Dott. Alfredo Boccaccino (allergologo)

Mio figlio inizierà l'anno prossimo la scuola elementare e quella che noi vorremmo fargli frequentare ci soddisfa sotto tutti gli aspetti ma ci crea un dubbio: nella scuola è presente una "fattoria" con animali quali conigli e asini. Nostro figlio è risultato allergico al pelo dei gatti e dei cani. Vorremmo capire meglio se, verificato che comunque l'attività che i bambini svolgono con gli animali è relativamente ridotta nel tempo e si svolge prevalentemente all'aperto, il rischio per la sua salute nei prossimi cinque anni è prevalente rispetto alla positività complessiva dell'offerta di questo plesso scolastico.

L'allergia agli epiteli di animali presenta alcune peculiarità che sono state chiarite negli ultimi anni, soprattutto per quella all'epitelio di gatto. Un aspetto che caratterizza tale allergia (gatto) è che anche in bambini che non possiedono animali domestici si riscontra con discreta frequenza la positività delle prove allergiche cutanee per il gatto. Ciò dipende dal fatto che tale allergene è uno dei più potenti esistenti in natura ed è praticamente ubiquitario (sedili dei veicoli pubblici, indumenti di persone che posseggono il gatto ecc.).

Altra particolarità è che l'allergia è meno frequente nei bambini nella cui famiglia il gatto era presente prima della loro nascita (tale aspetto richiede ulteriori conferme scientifiche). Probabilmente il contatto del sistema immunitario del neonato con grosse quantità di allergene determina uno stato di "tolleranza". Ritornando al consiglio da voi richiesto, posso affermare categoricamente che frequentare il tipo di scuola descritto non è un rischio per vostro figlio. Potrebbe esserlo solo per un bambino allergico alle muffe.

1/4/2003

29/3/2014

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Nostro figlio è allergico al pelo del gatto"

La sindrome degli occhi di gatto
La sindrome degli occhi di gatto provoca una malformazione oculare chiamata coloboma oltre a difetti cardiaci e disturbi epatici.
Allergia all'alternaria
L'Alternaria è una muffa molto diffusa, che si sviluppa su carta da parati, tappeti, terriccio e foglie di piante ornamentali. Può provocare allergia.
Allergia alle muffe
Che cosa sono le muffe, dove si trovano e come comportarsi quando si è allergici alle muffe.
E' allergico alla alternaria
Il mio bambino è allergico alla alternaria. Da maggio a ottobre ha gli occhi rossi. la terapia da seguire.
Toxoplasmosi in gravidanza: sintomi e cure
La toxoplasmosi in gravidanza può manifestarsi senza sintomi. Le cure servono a ridurre il pericolo di infezione per il fato e il neonato.
Toxoplasmosi in gravidanza: gatto o cane in casa
La toxoplasmosi può essere presa dal gatto o dal cane? I consigli da seguire durante la gravidanza e la prevenzione da seguire nell'alimentazione.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Calmare il pianto del neonato
Il pianto del neonato è fatto apposta per non lasciare indifferenti. Non esistono neonati che mangiano, dormono e non piangono mai.
Che ruolo gioca il freddo nelle malattie da raffreddamento?
Il termine "raffreddore" ha ancora senso? La sola esposizione al freddo non può causare una malattia infettiva delle prime vie aeree.
Inserimento graduale alla scuola materna
L'inserimento graduale alla scuola materna può disorientare una bambina già abituata all'asilo nido? I consigli della psicologa.
E' necessaria la profilassi con Vitamina K in un neonato?
Il neonato è carente di vitamina K ed è importante fornire una supplementazione.
Uso del montelukast nei bambini piccoli
Esistono controindicazioni ad usare gli antileucotrieni Montelukast nei bambini piccoli? Il parere del Pediatra.

Quiz della settimana

Come si corregge una ernia ombelicale del diametro di 2 cm in un bambino di sei mesi di età?
Applicandovi sopra un cerotto
Con un intervento chirurgico immediato
Entrambe le cose sono da fare
Non si deve fare nulla