ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

DIV: difetto interventricolare

Una buona parte dei DIV si riduce progressivamente e spesso si osserva una chiusura spontanea entro le prime due decadi di vita.

a cura di: Dott. Giuseppe Elio (pediatra)

Gradirei avere delle informazioni sul difetto interventricolare, che i medici hanno riscontrato a mio nipote dalla nascita.

Il difetto interventricolare (DIV) consiste in una comunicazione fra i due ventricoli, a diversa sede, singola o multipla, per una incompleta formazione o una mancata fusione delle componenti muscolari o membranose del setto interventricolare. Esso rappresenta il 30% delle malformazioni congenite. Molto importanti sono le dimensioni del DIV, che può variare da pochi millimetri a dimensioni uguali o superiori al diametro dell’aorta, anche se il difetto, comunque, può ridursi di diametro e chiudersi spontaneamente, almeno i più piccoli. Il calibro del difetto determina l’entità del passaggio di sangue tra i due ventricoli. Nei primi giorni di vita, a volte fino al mese, non è facile determinare l’importanza e la gravità del passaggio di sangue dal ventricolo sinistro a quello destro.

La sintomatologia dipende dalle dimensioni del difetto, dall’entità del passaggio di sangue e dall’impegno polmonare conseguente. In prima giornata di vita un DIV non si apprezza mai con un soffio, ma si rende evidente in 3°-4° giornata. Se il difetto è grave verso il mese di vita compaiono segni clinici quali polipnea (respiro più frequente) e difficoltà nell’alimentazione; poi, progressivamente, compaiono i segni dello scompenso con polipnea-dispnea (difficoltà a respirare) e rientramenti intercostali, tachicardia (battito cardiaco accelerato), epatomegalia (ingrossamento del fegato) e scarso accrescimento. I bambini con DIV di medio calibro e shunt moderato hanno, in genere, sintomi più sfumati e accrescimento corporeo normale o ai limiti inferiori. I soggetti con piccoli DIV sono completamente asintomatici.

Gli esami strumentali che si fanno sono: Elettrocardiogramma: quasi sempre nella norma. Rx torace: nei DIV medi e grandi l’ombra cardiaca appare moderatamente ingrandita. Ecocardiogramma: consente di valutare le dimensioni del difetto e il flusso del sangue nel cuore. Cateterismo cardiaco: rappresenta l’indagine di riferimento per la diagnosi, la quantificazione degli shunts e la misura delle pressioni e delle resistenze arteriolari polmonari. Una buona parte dei DIV si riduce progressivamente e spesso si osserva una chiusura spontanea entro le prime due decadi di vita.

Per quanto riguarda i DIV ad ampio calibro, il quadro di scompenso precoce induce a un intervento medico e chirurgico entro i dodici mesi. Tutti i pazienti portatori di DIV piccoli o medi devono essere sottoposti a profilassi antibiotica nelle condizioni di rischio di endocardite (infezione cardiaca) batterica fino ad avvenuta chiusura del difetto. I bambini con difetto di medio calibro, senza scompenso cardiaco, vanno seguiti nel tempo. Tuttavia la persistenza del difetto e dei segni clinici di sovraccarico di volume del cuore sinistro consigliano l'intervento prima dell'età scolare.

1/6/1997

29/6/2015

I commenti dei lettori

marco è nato con un difetto interventricolare perimembranoso.secondo alcuni medici avrebbe dovuto raggiungere 5 kg ed essere operato. marco è nato di quasi 4 kg. li ho consultati tutti i medici della mia zona .oggi ha quasi 4 anni pesa 18 kg.è chiaramente sotto controllo dal professor XX,il quale ha rimandato la decisione alla sua età scolastica.

 

 

michela (MI) 31/08/2011

Gradirei avere notizie in merito al problema che hanno riscontrato a mio figlio di appena 5 (cinque) giorni nato: IPERTROFIA SETTO INTERVENTRICOLARE. Con parole più mi hanno detto che ha un il setto un pò più spesso, che devo preoccuparmi, adesso stà nella TIN con un pò di O2 a 25%, idratazione prima al 10%, adesso al 5%, mangia in media dai 35 ai 45 gr. di latte non della mamma.Il bambino è nato sabato 28-01.12, la domenica 29-01-12 gli riscontrano quanto sopra, in quanto il bambino voleva solo dormire, non magiava, quini non succhiava, ed era poco reattivo.Adesso noi genitori lo vediamo bene, però ci preoccupa la "Patologia".Come ci dobbiamo comportare per cortesia, stiamo andando fuori di testa. Grazie, Alfonso e Domenica

 

ALFONSO (SA) 02/02/2012

Buongiorno a tutti,ho una bimba di un mese alla quale hanno diagnosticato un DIV perimembranoso di medie-ampie dimensioni (5-6 mm circa). Si sono accorti del difetto dopo 3 gg dalla nascita ed è stata ricoverata in TIN per circa due settimane. Attualmente sotto indicazioni del cardiologo stiamo somministrando del diuretico ed un anti ipertensivo e sembra che la piccola stia rispondendo bene alla terapia.La cosa importante è che la bimba aumenti di peso e non si affatichi durante la poppata. Essendo un DIV di dimensioni abbastanza importanti dovremmo fare dei controlli bisettimanali presso il centro di cardiologia per valutare crescita,pressione etc. Comunque il cardiologo ci ha tranquillizzato dicendoci che anche se il difetto non si chiude da solo l'intervento al quale si dovrà sottoporre è molto collaudato e sopratutto è definitivo per cui siamo abbastanza fiduciosi che in un caso o nell'altro tutto si possa risolvere

emiliano (RM) 28/05/2012

Buongiorno il mio bambino oggi ha 6 mesi . il defetto div multipla in cuore abbiamo scoperto al 4 mesi e mezzo per caso. era quasi svenuto. è stato subito operato - BAP(per chiudere piu flusso ai polmoni e chiuso dotto di bottallo. dovra fare un altro intervento tra qual che mese. da un mese peso è invariato.mangiare mangia latte 60-70 ml per 6 volte al gg. avrei bisogno di sapere cosa si puo fare per far crescere il peso.. il vaccinazione 1° dose VRS ha fatto il gg. 19 dic. nel fra tempo nonostante precauzioni ha preso bronchite è siamo finiti ancora in ospidale ..

Seema (BS) 14/01/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "DIV: difetto interventricolare"

Aritmia sinusale
Il termine "aritmia" si riferisce in generale ai disturbi della frequenza cardiaca, del ritmo cardiaco.
Stenosi mitralica
La stenosi mitralica come cardiopatia congenita spesso spazia da forme di valvole "quasi normali" a forme più severe.
Stenosi della polmonare
La stenosi polmonare è una malattia della valvola che regola il flusso tra il ventricolo destro e l'arteria polmonare.
Soffio al cuore
Quando e' segno di malattia? L'esperto risponde.
Difetto interventricolare
Un buchino in mezzo al cuore domande e risposte sul difetto interventricolare.
La macchina cuore-polmoni
Ho sentito che l'uso della macchina cuore-polmoni può portare danni cerebrali.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Frattura del femore
Mio figlio di 4 anni si è fratturato il femore destro. Ora purtroppo deve portare un rialzo.
Gli esami da eseguire in gravidanza
Per monitorare l'andamento della gravidanza sarà necessario fare alcuni esami, alcuni dei quali a carico del Servizio Sanitario Nazionale.
L'igiene del neonato
L'igiene del neonato comincia subito dopo la nascita in sala parto, con sola acqua e senza detergenti. I consigli per l'igiene a casa.
Allattamento al seno e risvegli notturni: vuole ancora il latte della mamma di notte
A otto mesi si sveglia e prende ancora il latte dalla mamma. Come comportarsi per risolvere il problema.
Anemia
Le cause possono essere congenite, trasmesse cioè con meccanismo ereditario, o acquisite durante il corso della vita.

Quiz della settimana

Quando si è punti da una zecca, quale dei seguenti comportamenti occorre seguire?
Rimuovere la zecca con alcool o acetone
Lasciare la zecca in sede per alcune ore facendola intontire con ammoniaca
Rimuovere la zecca prontamente con una pinzetta
Schiacciare subito la zecca nella sede della morsicatura