ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

La nefrite

La nefrite o glomerulonefrite è un'infiammazione che coinvolge globalmente il rene. La forma più frequente è rappresentata dalla Glomerulonefrite Post-streptococcica.

a cura di: Dott. Sergio Manieri (pediatria)

Quindici giorni fa mi sono accorta che mia figlia di cinque anni e mezzo aveva il viso gonfio e, controllando le urine, le ho trovate molto scure. Ho fatto immediatamente gli esami delle urine e, quando arrivò, il pediatra diagnosticò subito una nefrite perché, dall'esito dell'analisi delle urine, risultavano proteine ed emoglobina alti. Abbiamo subito iniziato una terapia antibiotica e dopo tre giorni il valore delle proteine nell'urine era già sceso mentre l'emoglobina rimaneva uguale. Oggi abbiamo sospeso la terapia antibiotica, le proteina sono tornate al valore normale (zero) ed il valore dell'emoglobina, pur essendosi ridotto di più della metà, è ancora elevato. La piccola sta facendo una dieta senza sale, povera di grassi e proteine. Mi potete spiegare le cause e conseguenze di questa malattia, i tempi di guarigione, di dieta, di riposo? La bambina, qualche giorno prima aveva avuto sul viso in inizio di piodermite che trattai con la pomata antibiotica specifica, può centrare? 

La nefrite o glomerulonefrite è un'infiammazione del rene che interessa il parenchima renale, il tessuto interstiziale ed il sistema vascolare dell'organo. La nefrite, quindi, è una malattia che coinvolge globalmente il rene. La forma più frequente è rappresentata dalla Glomerulonefrite Post-streptococcica (GNAPS), ossia la nefrite che consegue ad un'infezione da Streptococco beta-emolitico di gruppo A (SBEA), un battere che generalmente è responsabile di faringo-tonsilliti acute e di cui esistono diversi sierotipi. Tuttavia in alcuni soggetti, a distanza di 1-2 settimane da un'infezione da SBEA, può determinarsi una Glomerulonefrite acuta (oppure una Malattia Reumatica) in conseguenza di un meccanismo immuno-mediato, cioè non dovuto all'azione patogena diretta del germe.

A tale proposito, occorre precisare che esistono alcun sierotipi di SBEA specificamente "nefritogeni", cioè che sono responsabili di un danno immuno-mediato a carico dei reni (nefrite). Inoltre, i ceppi "nefritogeni" di SBEA possono avere partenza non solo da una faringite, ma anche da infezioni cutanee, così come sembrerebbe essere accaduto nel caso in esame. La sintomatologia della nefrite è espressione del danno arrecato al rene; perciò, essendo compromessa la funzione di filtrazione renale, viene a determinarsi la perdita con urine di componenti normalmente non filtrati dai reni, quali proteine e sangue. La perdita di proteine (che nella nefrite non è imponente) è responsabile dell'edema, ossia del modico gonfiore generalmente localizzato al volto, soprattutto alle regioni sopraorbitarie; mentre la perdita di sangue è evidenziabile con una colorazione scura delle urine.

Nei casi più impegnativi può verificarsi ipertensione arteriosa ed allora l'evoluzione più grave e temibile è verso l'insufficienza renale. E' importante, inoltre, ricordare che quadri nefritici molto simili a quello della GNAPS possono verificarsi per un interessamento renale in corso di malattie sistemiche e che oltre alla GNAPS esistono, sebbene più rare, nefriti con caratteri clinici, istologici ed umorali identici alla GNAPS ma in cui non è dimostrabile la presenza di un contatto dell'organismo con lo SBEA. Tali forme, spesso precedute da una sindrome clinica di tipo virale, vengono definite Glomerulonefriti Post-infettive. L'evoluzione della nefrite acuta nell'infanzia è nella grandissima maggioranza dei casi favorevole e le recidive sono eccezionali.

Infatti, la guarigione dalla nefrite si può avere anche nel giro di una settimana, ed il parametro migliore per valutare la risoluzione della malattia è la normalizzazione di un fattore del sangue chiamato "complemento" (diminuito invariabilmente nel corso di una GNAPS), che può verificarsi già dopo soli 10 giorni, ma che comunque deve verificarsi al massimo entro 6-8 settimane. Viceversa, una microematuria persistente, anche per parecchi mesi, non ha di per sé significato prognostico sfavorevole. Nella GNAPS è indicata la terapia antibiotica dell'infezione streptococcica, molto opportunamente eseguita nel caso in esame. Una dieta specifica è pure indicata perché in fase iniziale vi può essere una ritenzione di liquidi e di sali.

28/3/2001

17/3/2013

I commenti dei lettori

salve ho un bimbo di quattro anni a cui è stata diagnosticata una nefrite post vasculite siamo in attesa di una biopsia per definere a quale "CLASSE" appartenga vorrei solo capire la probabilità (se c'è) di guarigione di queste patologie anticipatamente grazie

monica (NA) 26/12/2010

ciao anche io ho passato un momento o meglio dei giorni allucinanti io ho un bambino di 5 anni e mezzo e prima di natale ovviamente a casa dall`asilo la sera si sta in piedi fino a tardi va bhe va in bagno a fare la pipi`e rimane li impietrito io stranita mi sono avvicinata e mi sono accorta di queste perdite di sangue che uscivano dal pisellino panicooooo sono corsa al pronto soccorso e dopo alcuni esami sballati mi hanno fatto fare a giacomo un eco ai reni ma con esito negativo invece il tampone alla gola positivo quindi dimesso con una cura di antibiotico. io volendo andare a fondo con qs storia ho chiamato il primario del reparto di pediatria dell`ospedale san matteo di pavia e li hanno diagnosticato una nefrite moderata ...il bambino e`guarito ma puo`verificarsi ancora e l`si deve intervenire anche perche`se non e`un problema renale si deve capire come mai accade

ilaria (VO) 27/02/2013

ciao anche per me un momento difficile inziato quando il mio bambino all'età di nove anni dopo una banale febbre di gola ha urinato come la coca cola e gli è stato diagnosticato morbo di Berger. Curato con bolo di cortisone è stato bene per 5 anni (regolarmente controllato con day Hospital). Adesso a distanza di 5 anni è ahimè ricomparsa ematuria!!! sempre dopo una febbre di gola!!! Ma dal Berger mi chiedo se SI GUARISCE!!

01/04/2013

ciao a tutte a mio figlio a otto anni dopo varie peripezie urina scura febbre e stata diagnosticata dopo biopsia glomerulonefrite prima membranoproliferativa poi mesangioproliferativa adesso sembrerebbe a depositi isolati di c3 qualcuna ha qualche esperienza in merito o conosce qualche bravo nefrologo o centro specializzato io sono molto preoccupata!!!

valeria (MI) 15/09/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "La nefrite"

Displasia cistica bilaterale
Il termine displasia multicistica si riferisce in genere ad un rene che è totalmente displasico e costituito da un insieme di grossolane cisti.
Eczema atopico infetto
L'eczema atopico infetto non è una malattia contagiosa. E' una complicazione della dermatite atopica. Le cure e la terapia.
Proteine nelle urine
per poter parlare di proteinuria persistente, occorre eseguire controlli seriati delle urine che confermino la presenza delle proteine urinarie.
Sindrome di Alport
La Sindrome di Alport è la malattia più comune fra i diversi tipi di nefriti ereditarie.
Doppio distretto renale
Il doppio distretto renale è la più frequente variazione anatomica delle vie urinarie e nella maggioranza dei casi non si associa ad alcun problema.
Calcolosi renale
Eccessive quantità di cistina non disciolta nelle urine causano la formazioni di calcolosi renale, nella vescica e/o nell'uretere.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Come si sviluppa la vista nei neonati
Cosa vede il neonato? Come si trasforma e si sviluppa la vista dei neonati nel primo anno di vita.
Il seno in gravidanza
Durante la gravidanza il seno si prepara per l'allattamento. Il seno diventa più sodo e più grosso.
Nevo acromico
Il nevo acromico è una alterazione circoscritta, solitamente congenita, della pigmentazione che si identifica con una chiazza di ipopigmentazione.
Cos’è la logopedia e che cosa fa?
La logopedia ha lo scopo di migliorare le possibilità comunicative del bambino.
L'alimentazione del neonato e del bambino piccolo
L'alimentazione dei neonati e del bambino piccolo: le indicazioni dei nostri esperti.

Quiz della settimana

Che cosa fare in caso di perdita di sangue dal naso?
piegare la testa il piu' possibile all'indietro
comprimere la parte ossea del naso
riempire le narici di cotone per arrestare l'emorragia
nessuna delle risposte e' corretta