ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

E' nato prematuro

Una prima tappa del bambino prematuro sarà quando, raggiunto il peso di 2-3 kg o comunque una età pari a quella del nato a termine, verrà dimesso dall'Unità di terapia intensiva neonatale.

a cura di: Dott. Roberto Bussi (pediatra)

Mio nipote è nato ad un’età gestazionale di 26 settimane e alla nascita pesava 920 grammi. Sta rispondendo abbastanza bene a tutte le cure di cui necessita: dopo due giorni gli è stato tolto il respiratore. Posso sapere qualcosa di più su questi bambini dal momento che i medici del reparto giustamente sono molto cauti?

Non è facile rispondere alle sue domande perché molte sono le varianti da prendere in considerazione. Ovviamente già la prematurità indica che il bambino non è ancora adatto a vivere al di fuori dell'utero materno per cui possono ovviamente comparire problemi soprattutto in relazione alla respirazione (per immaturità dei polmoni), alle difese (per la facilità alle infezioni), ed alla possibilità di emorragie cerebrali. Il suo sostentamento e la sua protezione possono richiedere terapie antibiotiche (con effetti collaterali soprattutto sull'udito), e ossigenoterapia, con possibili problemi sull'apparato respiratorio e sulla retina.

Forse non è giusto in tale situazione esporre tutti i possibili problemi e conseguenti danni. Già il fatto che il suo nipotino sia senza respirazione assistita vuol dire che non ha problemi respiratori. Direi che una prima tappa dal punto di vista della prognosi sarà quando, raggiunto il peso di 2-3 kg o comunque una età pari a quella del nato a termine, verrà dimesso dall'Unità di terapia intensiva neonatale.

Successivamente si dovrà avere la pazienza di osservare che vengano raggiunte le varie tappe motorie anche se con un certo ritardo, tenendo conto che la data di nascita non corrisponde al termine della vita fetale: per esempio non ci aspetteremo che sorrida e segua con lo sguardo (cosa che il nato a termine fa ad un mese) prima dei 3-4 mesi.

Inoltre sarà opportuno monitorare vista ed udito per possibili complicanze se è stato sottoposto a lungo a particolari terapie o, peggio, se ha avuto durante la degenza particolari problemi. Credo che l'atteggiamento prudente e di poche parole tenuto dai colleghi del reparto in cui il piccolo è ricoverato sia corretto, riservando doverose spiegazioni e chiarimenti a specifici problemi qualora si presentassero.

10/4/2000

3/7/2016

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "E' nato prematuro"

Un neonato prematuro
Un neonato prematuro può avere problemi durante la crescita? Per saperlo servono accertamenti.
Asfissia intrapartum
L'asfissia intrapartum può essere causa di paralisi cerebrali, ritardo mentale, epilessia, oltre che a deficit neurologici minori.
I neonati nati prematuri
Le problematiche respiratorie rappresentano la percentuale maggiore delle patologie dei neonati nati prematuri.
Prematuri e malattie del cuore
E' vero che i bambini prematuri hanno elevate probabilità di soffrire di seri disturbi cardiovascolari in età adulta? Il parere della neonatologa.
Emorragia cerebrale
Come accelerare il recupero motorio di mia figlia che è nata prematura e a cui è stata diagnosticata una emorragia cerebrale? Il parere del neuropsichiatra.
Broncodisplasia polmonare
La broncodisplasia è una patologia polmonare caratterizzata da ossigeno-dipendenza per 28 giorni o più.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattamento al seno: poco latte?
Mia moglie che sta allattando al seno la bimba si è accorta di avere poco latte. I consigli del Pediatra.
Artrite reumatoide giovanile
Vari fattori sono ritenuti responsabili dell'artrite reumatoide giovanile, tra i quali ci sono genetici.
La pelle in gravidanza
Durante la gravidanza la pelle di solito diventa più bella e lucente, grazie alla nuova situazione ormonale.
Linfadenite tubercolare
Il termine di linfadenite tubercolare indica l'infiammazione di una o più ghiandole linfatiche (linfonodi).
Mio figlio di due anni dice le parolacce
Fino ai 2 -3 anni i bambini pronunciano tutte le parole attribuendo ad esse la stessa rilevanza. Cosa fare se un bambino dice le parolacce.

Quiz della settimana

Che cosa si intende per sudamina?
Una malattia contagiosa della pelle
Una malattia degenerativa delle ghiandole che producono il sudore
Una malattia genetica che causa un'alterazione della composizione del sudore
Un'irritazione della pelle dovuta ad un'eccessiva produzione di sudore