ICP

l'informazione
dalla parte dei bambini

MAMMAePAPA' MAMMAePAPA' MammeBio Mammebio BABYCHEF Babychef BIMBINVIAGGIO Bimbinviaggio LIBRIandCO Libri&Co PEDIATRIA ON LINE Pediatria On Line
Loading
X

Avviso cookies

Questo sito web utilizza cookie tecnici al fine di rendere più efficace la navigazione. Alla pagina "Policy dei cookies" trovi l'informativa e le istruzioni per gestire le impostazioni del browser.
Proseguendo nella navigazione dichiari di accettare la nostra policy dei cookies.

Il Pediatra risponde

i nostri medici specialisti dei bambini

Trauma cranico in un neonato

Cosa fare se un neonato picchia la testa cadendo da un fasciatoio? Rischia un trauma cranico?

a cura di: Dott. Guido Vertua (pediatra)

Il mio bambino di otto mesi è caduto verticalmente dal fasciatoio, battendo la sommità del capo. Per fortuna non è accaduto nulla, ma io sono terrorizzata, ho quasi "buttato via" il fasciatoio (ora lo cambio sul lettone). Vorrei sapere, se possibile, qualcosa di più sulle cadute dei bambini e, soprattutto, cosa fare nell'emergenza e quali attenzioni avere in caso di caduta.

I traumi cranici sono molto frequenti nei primi anni di vita, ma in genere raramente causano gravi conseguenze poiché le ossa della testa dei bambini sono robuste ed elastiche.

Innumerevoli sono le circostanze in cui un bimbo può battere la testa: picchiando contro una porta, una vetrata, uno spigolo oppure cadendo dal seggiolone o dal fasciatoio alla minima distrazione della mamma, oppure ribaltandosi con un girello giù per le scale. Solitamente il piccolo piange intensamente per alcuni minuti per poi calmarsi e tornare tranquillamente a giocare.

Spesso si manifesta una tumefazione più o meno estesa a secondo dell’intensità del colpo, in genere dovuta alla rottura di piccoli vasi sanguigni al di sotto della cute. Qualche volta può verificarsi un episodio di vomito, che non deve allarmare perché è molto spesso legato al dolore e allo spavento (mentre è un sintomo più preoccupante se compare dopo alcune ore dal colpo).

Abitualmente è sufficiente applicare sulla botta una borsa del ghiaccio oppure un panno imbevuto di acqua fredda per alleviare il dolore e ridurre la formazione del gonfiore. Se il trauma è stato particolarmente intenso, il bambino va tenuto sotto osservazione per lo meno per le prime dodici ore successive al colpo. Se è sera oppure se è l’ora del sonnellino pomeridiano, il piccolo va svegliato ad intervalli di 1-2 ore per assicurarsi che non abbia perso i sensi.

Il bambino va invece portato rapidamente al pronto soccorso nell’eventualità che compaia uno dei seguenti sintomi:

  • Perdita di coscienza
  • Tendenza a addormentarsi e difficoltà nel risveglio
  • Segni neurologici come confusione, incoordinazione, mal di testa intenso e persistente, difficoltà nel linguaggio, andatura barcollante, vertigini
  • Vomito persistente
  • Fuoriuscita di sangue o di liquido dalle orecchio o dalla bocca.

1/7/1997

22/2/2015

I commenti dei lettori

dopo una caduta batte la testa e si sente la botta sul pavimento piange per 10 minuti poi mangia alla notte piange dal dolore cosa fare?

franco (MI) 13/04/2013

Tutti gli ultimi commenti

Ti interessano i commenti dei lettori ad altri articoli? Trovi i più recenti alla pagina BLOG

Scrivi anche tu un commento a questa pagina:

Questo è il tuo spazio: SCRIVI QUI il tuo commento, regalaci la tua esperienza, arricchisci la pagina con la tua storia. Attenzione: NON usare questo box per fare DOMANDE agli esperti!

Altro su: "Trauma cranico in un neonato"

Frattura
Mio figlio è caduto e ha riportato una frattura. Al momento non sono ancora stati in grado di dirmi se sarà necessario un intervento chirurgico.
Soffocamento
Il soffocamento è una ostruzione delle vie aeree da parte di un corpo estraneo Se il corpo estraneo è di grandi dimensioni può portare a morte per asfissia.
Sport nei bambini e microtraumi
I microtraumicausano uno squilibrio motorio che si traduce in input sensoriali anomali. E' necessario sempre un percorso di riabilitazione.
Traumatizzata dal ricovero
Trauma per il ricovero in ospedale. I consigli della psicologa per farle superare questo trauma.
Trauma cranico nel bambino
E' necessario portare un bambino al pronto soccorso per un trauma cranico da caduta? Fondamentale è la valutazione della dinamica del trauma.
Trauma cranico: cosa fare quando un bambino sbatte la testa
Come gestire il trauma cranico. Non è sempre necessario portarlo in ospedale.
logo Quandonasce

Calcola la data prevista del parto

Inserisci la data dell'ultima mestruazione e clicca su "calcola"

Ultimi articoli in pubblicazione

Allattare quando riprende il ciclo?
La ripresa del ciclo non incide nell'allattamento. Sfatiamo alcune dicerie che talvolta capita di sentire.
Beclometasone dipropionato
Il principio farmacologico denominato beclometasone dipropionato appartiene alla classe dei farmaci corticosteroidi topici per uso inalatorio.
È troppo attaccata alla mamma
Il distacco dalla mamma è sempre un problema per ogni bambino. Ecco i consigli su come affrontare questo passaggio della vita.
Come si sviluppa la vista nei neonati
Cosa vede il neonato? Come si trasforma e si sviluppa la vista dei neonati nel primo anno di vita.
Il seno in gravidanza
Durante la gravidanza il seno si prepara per l'allattamento. Il seno diventa più sodo e più grosso.

Quiz della settimana

Che cosa fare in caso di perdita di sangue dal naso?
piegare la testa il piu' possibile all'indietro
comprimere la parte ossea del naso
riempire le narici di cotone per arrestare l'emorragia
nessuna delle risposte e' corretta