Succede spesso che ti senta affaticata e stanca e che avverti sonnolenza anche durante il giorno. Sono sensazioni del tutto normali, "messaggi" inviati dall'organismo, che deve ancora adattarsi al suo nuovo stato. Occorre, dunque, che tu svolga una vita tranquilla, riposandoti quando ne senti il bisogno. Se, purtuttavia, non riesci a dormire la notte, puoi recuperare il sonno nel corso della giornata, occupando le ore di veglia con piccoli lavoretti o con letture, per distrarre la mente.

Infine sono tutt'altro che rari i cambiamenti d'umore, spesso improvvisi accompagnati talvolta da un'accentuata inclinazione alla depressione e al pianto. Occorre che tu sappia accettare questa instabilità del carattere; se invece è l'espressione di un sentimento di ansia riguardo la gravidanza, sarà bene che ne parli con chi ti sta vicino e con il tuo medico.

 

Altro su: "Disturbi del sonno e dell'umore in gravidanza"

Allattamento al seno e risvegli notturni
A otto mesi si sveglia e prende ancora il latte dalla mamma. Come comportarsi per risolvere il problema.
Dorme poco di notte
Il bisogno di sonno e di riposo è molto variabile da individuo ad individuo. A otto anni un bambino dovrebbe dormire come un adulto, fra le 7 e le 9 ore.
Curiosità sulla culla e la sua storia
La culla ha accompagnato i nostri sonni e quelli dei nostri bambini. Ecco un approfondimento e alcune curiosità su questo oggetto caro a tutti noi.
Niaprazina - Un farmaco per far dormire i bambini
La niaprazina è un farmaco per far dormire i bambini piccoli con problemi di sonno. Cosa consiglia la psicologa per risolvere la situazione.
È rischioso dormire a pancia in su?
Le raccomandazioni di dormire a pancia in su valgono per il bambino fino ai 6 mesi di età.
Il sonno e la culla nella storia
Il nostro percorso nel mondo dell'infanzia tocca altri argomenti importanti e delicati: il sonno e la culla.