Una famiglia

Una famiglia (dettaglio dell'opera)

Botero ha creato un mondo extralarge, formato da uomini, donne, bambini decisamente fuori misura. Le sue creazioni sono dipinte o scolpite con una surreale ironia, senza che traspaia dal loro viso alcun sentimento o emozione. Solo calma e quiete.

Un po' di letteratura

Non starò qui a dire come, a ciascuno dei suoi pasti, succhiava il latte di quattromilaseicento vacche; e come, per fargli un padellino da cuocergli la pappa, furono impegnati tutti i padellari di Saimur nell'Angiò e di Villedieu in Normandia, e di Bramont in Lorena.

Un libro da leggere

Bello da Mangiare - Il cibo come forma simbolica nell'arte.

Arte e obesità

Nella rappresentazione artistica il cibo viene presentato ricco ed abbondante su una aristocratica tavola imbandita, completamente assente o estremamente frugale su una mensa povera e desolata, oppure offerto come metafora delle virtù o satira dei vizi umani.

Lo sapevi che...

...che nell'antica Roma ci furono i primi rudimentali trattati di dietologia perché ci si rese conto che gli eccessi alimentari erano fonte di un gran numero di malattie.

Il tempo dell'infanzia

Il tempo dell'infanzia a cura di M. Antonietta Filipponio.

Altro su: "L'obesità nell'arte e nella letteratura"

Campagna nazionale di educazione nutrizionale
Mangiar bene conviene per investire in salute.
L'obesità infantile
Negli ultimi decenni il numero di bambini con problemi di peso, in Italia come nel resto del mondo industrializzato, è costantemente aumentato.
Curiosità sull'obesità
Scopriamo alcune curiosità sull'obesità, da sempre un fattore di rischio per la salute, tipica anche se non esclusiva, delle società dette "del benessere".
Plicometria
La plicometria eseguita con uno strumento chiamato plicometro misura il grasso corporeo.
L'obesità nell'arte
Vediamo alcuni esempi di come è stata raffigurata l'obesità nell'arte.
L'obesità: un libro da leggere
Un percorso nella storia dell'arte tra artisti che hanno riprodotto scenari conviviali, con l'aiuto di ricette per gustare l'opera nella sua completezza.