Mio figlio ha quattro anni e mezzo e quando dorme digrigna i denti tanto da consumarli. Ha ancora i dentini da latte ma se dovesse continuare anche dopo? Mi hanno consigliato una protezione per la notte ma so già che non la metterà mai... Cosa posso fare?

Il motivo del digrignamento notturno non è conosciuto: sono state formulate varie ipotesi ma nessuna poi ha trovato conferma scientifica. Nella fase di crescita una certa usura dei decidui tuttavia è da considerarsi fisiologica perché esiste l'esigenza di favorire lo scorrimento in avanti della mandibola durante l'accrescimento del complesso maxillo-facciale.

L'alimentazione odierna dei bambini manca di quella consistenza in grado di determinare quell'usura invece filogeneticamente necessaria. Naturalmente, se la cosa supera i limiti della normalità, è necessario valutare la presenza di interferenze devianti la normale occlusione e l'eventuale perdita di simmetria.

Talvolta l'applicazione di dispositivi morbidi (realizzati con una sorta di silicone) per un tempo limitato risolve il problema nel soggetto in crescita. È interessante notare come invece gli stessi dispositivi, applicati nei teen-ager o negli adulti, possano al contrario peggiorare il bruxismo.

Questo quasi a testimoniare il fatto che l'origine del fenomeno possa essere diversa. In entrambi i casi si osservano dei miglioramenti e dei peggioramenti legati allo stress genericamente inteso.

Altro su: "Bruxismo: digrigna i denti tanto da consumarli"

Febbre, dentini e sesta malattia
Mio figlio di nove mesi ha la febbre da tre giorni. Gli hanno diagnosticato la "febbre da dentini" o la sesta malattia.
Cosa fare se si frattura un dente
Cosa devo fare nel caso un bambino si fratturi un dente? I consigli dell'odontoiatra.
Trauma dentale
Uno dei due denti incisivi si è scurito dopo un trauma. Il dentista deve fare gli accertamenti necessari dopo la valutazione diagnostica.
Ha i denti macchiati di nero
I denti sono macchiati di nero a sedici mesi. Può dipendere da quello che mangia? La causa esatta è sconosciuta.
Alito cattivo
L'alito cattivo o alitosi nei bambini si spiega con la formazione nella bocca di sostanze maleodoranti o con alcune malattie della bocca o del naso.
Non vuole lavarsi i denti
L'importanza di lavare i denti: i consigli per convincere un bambino a lavarsi i denti.