La mia bambina compirà sette anni e mezzo nel prossimo mese di maggio. Il suo odontoiatra ha richiesto una ortopantomografia del cavo orale in vista del posizionamento di un apparecchietto dentale per dei piccoli problemi agli incisivi mediali superiori. Ha scoperto così una agenesia dei quinti e dei settimi definitivi dell'arcata inferiore, le cui gemme non sono identificabili all'esame radiografico. Gradirei avere qualche notizia su questa condizione e dei consigli sul comportamento da tenere.

L'agenesia degli elementi dentali permanenti crea una serie di problemi estetici e funzionali. In questo caso la mancanza dei quinti e settimi inferiori deve essere valutata dall'ortodontista soprattutto nell'ottica di ottenere una buona occlusione considerando il differente numero dei denti fra le due arcate.

In genere l'elemento deciduo, che non ha l'omologo permanente di sostituzione, permane più a lungo in bocca (anche molti anni), ma va lentamente incontro a riassorbimento: pertanto è necessario prevedere (fin da adesso) la sostituzione protesica e/o la chiusura degli spazi. Non è possibile consigliare in un senso o in un altro senza valutare tutti i parametri radiografici (cefalometrici), occlusali, collaborativi, funzionali etc... ma il suo ortodontista saprà certamente proporre un adeguato piano di trattamento.

Altro su: "Mancano alcuni denti definitivi"

La sindrome da biberon
La sindrome da biberon è una forma di carie a rapida evoluzione che distrugge la dentatura da latte.
Ha perso i dentini davanti cadendo
Ha perso i dentini davanti cadendo. Si tratta solo di un problema estetico? Cosa fare? I consigli dell'esperto.
Succhia il dito
Succhia il dito e non ha nessuna voglia di smettere. Il consiglio è di aspettare, lavorando sui premi piuttosto che sulle punizioni.
I dentini
Quando spuntano i primi dentini? Quali sono i “fastidi” legati alla comparsa dei dentini? Bisogna avere cura dei denti da latte? I consigli del Pediatra.
Febbre, dentini e sesta malattia
Mio figlio di nove mesi ha la febbre da tre giorni. Gli hanno diagnosticato la "febbre da dentini" o la sesta malattia.
Alito cattivo
L'alito cattivo o alitosi nei bambini si spiega con la formazione nella bocca di sostanze maleodoranti o con alcune malattie della bocca o del naso.